Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è lun giu 01, 2020 01:49

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: mer set 02, 2009 00:01 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Volevo dare una qualche forma di contributo cominciando a dare un'occhiatina alle città non drow, o per lo meno non dominate completamente dalla nostra razza superiore... :twisted:
Vorrei tessere la tela di qualche breve racconto circa le città che si trovano nei pressi della tanto temuta Menzoberranzan...
Cominciamo con una panoramica più dettagliata dei luoghi...

Immagine

Ed ora, se volete proseguire vi porterò in una citta piuttosto suggestiva... Che racchiude un torpido passato...

Ch’Chitl

Ch’Chitl fu fondata nel 1154 CV da un culto di illithid che progettarono l’insediamento come distaccamento di Skullport. L’avamposto presto crebbe trasformandosi in una piccola città ed il suo cervello antico iniziò a progettare l’asservimento della vicina Waterdeep. Questi piani furono sventati più di cento anni fa da un attacco a sorpresa dei githyanki (segretamente orchestrata dall’attuale illithilich Aulagol) che ferì a morte il cervello antico. Anche se esso non trapassò immediatamente la sua dipartita era sicura e questo avrebbe determinato la fine di Ch’Chitl se non si fosse trovato il modo di recuperare il suo scibile in via di disgregazione.
In preda alla disperazione, il ulitharid Thalynsar formulò un piano per conservare poteri e ricordi del cervello antico attraverso la non-morte: egli trasformò se stesso e altri sette illithid in illithilich ed insieme divorarono il cervello antico. In quanto più potente della risultante Concordia degli Anziani, Thalynsar tentò di mantenere una maggior quantità di sapere ma questo lo rese folle fino a che il consiglio stesso non decidesse di eliminarlo.
Suddividere in tal modo le conoscenze si dimostrò una decisione disastrosa: la Concordia degli anziani è infatti molto litigiosa e molti illithid vengono uccisi durante incursioni di nemici. Nel secolo della morte del cervello molti illithid sono morti o fuggiti in cerca di insediamenti migliori. Inoltre la Concordia svolge le funzioni del cervello antico: quando un illithid muore il suo cervello, anziché essere donato alla polla salmastra (che ovviamente non esiste più) viene divorato dagli illithilich. La comunità tollera questo tipo di soluzione considerandola poco soddisfacente.
Da quanto si sono uniti per eliminare Thalynsar la Concordia ha ritrovato coesione e dimenticato vecchi rancori.
Malgrado ciò, pur essendo nominalmente proiettata a recuperare i vecchi fasti, Ch’Chitl rimane un’ombra di se stessa e penosamente in decadenza.

Lo strato superiore di Ch’Chitl è un recinto per i quaggoth. Gli illithid di Ch’Chitl sono caduti in disgrazia, non escono mai dalla città ne vi ammetto mai qualcuno. Se devono parlamentare ricevono gli “ambasciatori” a Skullport. Essendo la città posta su uno snodo importante per le rotte commerciali del sottosuolo, essi usano assalire carovan tramite i quaggoth ridotti in schiavitù.
Nei 90 metri sotto attraverso un imponente scala a chiocciola, si scende nelle caverne popolate dagli illithid. 150 metri sotto si trovano le sale della Concordia degli Anziani in precedenza la polla del cervello antico.

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: gio set 03, 2009 18:18 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Un grande intrico di gallerie disseminate di creature della multiversa natura del sottosuolo conducono nell città di cui sto per condurvi. Ed è così per una ragione ben precisa.
Da questa parte... così... lungo questo stretto cunicolo. Le creature del buio temono questo luogo. Solo un essere privo di senno passerebbe questi cunicoli imprudentemente.
Ci siamo: guardate al di là di quella esile falda di nebbia. Oltre la fluorescenza micotica... siamo arrivati.
Eccoci giunti a Mantol-Derith..

Mantol-Derith

Considerando la scarsità di risorse ed il cipiglio con cui vengono sorvegliate le poche esistenti un posto come Mantol Derith deve esistere. Poco più di 6 km sotto e a meno di un giorno di cammino da Lagoscuro, Mantol-Derith è un terreno neutrale in cui tutte le razze dell’Oscuro Nord si incontrano per commerciare. Razze che probabilmente al di fuori del mercato sarebbero liete di massacrarsi vicendevolmente, qui s’incontrano per scambiare merci, schiavi, ricevere e dare informazioni e persino per parlamentare. Abbiamo già visto, ad esempio, come a Ch’Chitl sia impossibile entrare; molto spesso gli illithid incontrano i mercanti e le razze con cui trattare tregue, rese o approcci commerciali proprio qui, a Mantol-Derith. Questa città occupa una grande grotta naturale. Un soffitto a volta sale fino ad un altezza di 12 metri. Al centro della stanza, ma la caverna serpeggia per centinaia di metri, oltre questo punto. Ruscelli d’acqua scorrono nella Stanza da sopra a sotto scavando minuscoli rigagnoli nel pavimento della caverna. Lastre di pietra, rozzamente tagliate, disegnano percorsi serpiginosi sulla volta che evitano colonne e polle d’acqua. Inoltre sono necessarie poche fonti di luce perché la caverna è interamente tappezzata da cristalli riflettenti e pietre semi-preziose. Qui sono rappresentati mercanti delle quattro principali fazioni: duergar, svirfnebli, drow e abitanti della superficie. Ogni fazione controlla una caverna scavata nella roccia contigua per servire da accampamento. Boschetti di funghi servono come spazi di vendita, dormitori, depositi, stanze di negoziazione. I venditori esterni sono scoraggiati ma chiunque abbia qualcosa di irresistibile da vendere può tentare di trovare un posto per fare affari. Solo certi mercanti o glide di ogni razze conoscono l’ubicazione esatta di Mantol-Derith e le parole d’ordine che permettono di superare le guardie senza incidenti. Queste parole sono merce preziosa: chiunque abbia accesso a Mantol-Derith possiede l’accesso anche al commercio di merci che altrimenti sarebbero introvabili se non con un’invasione. Tre accordi, spalleggiati da una semplice minaccia di morte, governano il comportamento in questa città:

E’ proibito rubare

E’ proibito mascherare le merci

E’ proibito l’uso di magia o poteri psionici durante la compravendita.


Ognuna delle quattro fazioni commerciali mantiene una propria forza dell’ordine ma tutte le forze dell’ordine collaborano affinché le regole vengano rispettate e per punire le infrazioni.

Il metodo di commercio principale è il baratto. I mercanti portano i prodotti delle loro città per scambiarli con ciò di cui la città ha bisogno. La negoziazione avviene nella capanna del venditore e, generalment, in una stanza adibita per la negoziazione privata. Il processo di mercanteggiamento è scaltro e mentalmente prosciugante.

I mercanti più importanti ed in vista a Mantol-Derith sono:

Murkok Szolt: capo della fazione duergar.

Harammamyl H’tithet: rappresentante di un casato commerciale minore, il casato H’tithet, femmina drow, diventata capo dopo aver assassinato il mercante che lo era prima di lei. Celando il disprezzo che ogni drow nutre per le razze inferiori, ha scoperto che simulare “calore” è utile nel portare a termine gli affari presso altre razze.

Laral Kroul: mezz’orco.

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: gio set 03, 2009 23:51 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar giu 29, 2004 17:42
Messaggi: 82
Località: Menzoberranzan
...sono molto felice di poter leggere un altro bellissimo ma soprattutto interessante quanto utile approfondimento dedicato all'underdark, non posso che complimentarmi per lo splendido ed impegnato lavoro...

complimenti Halbryn... :clap: attendo con impazienza il seguito della "visita turistica"... :wink: :ok:

_________________
......la morte è solo l'inizio...


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: ven set 04, 2009 03:53 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5580
Località: Soncino (CR)
Pienamente d'accordo conte Jarlaxe!
Delizioso giretto fra le viscere dell'underdark, una visita che finalmente dissolverà quell'immagine di "roccia nuda e tortuosi cunicoli" che molti neofiti si dipingono nella mente e renderà chiaro il concetto che esiste un mondo nel sottosuolo che nulla ha da invidiare alla superficie.

Benfatto Halbryn!
Una curiosità, ci riveli la fonte di queste informazioni?

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: ven set 04, 2009 09:30 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Troppo gentili, miei signori.
Oggi appena avrete finito di fare i vostri acquisti a Mantol, salderò il conto della locanda e così potremmo procedere verso nuove città.

[La fonte è "Il sottosuolo di Faerun", liberamente trascritto e interpretato]

Vi chiedo di essere solerti nel concludere i vostri affari. Non è prudente rimanere in questo posto per molto tempo.... :drow:

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: dom set 06, 2009 23:37 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Fatti i bagagli e recuperato il tempo perduto. Non occorre che versiate nulla alla locandiera kuo-toa, ho già corrisposto il dovuto.
Allora Signori e Signore: vogliamo continuare. Vi prego di indossare i mantelli dell'invisibilità che vi ho fornito prima di partire... Visiteremo una città fantasma. Una delle molte del sottosuolo.... Come dite? No signori Ched nasad, o almeno ciò che ne rimane è ancora molto lontana... vi porterò in un altro luogo.
Ah.. ecco che incontriamo una carovana di mercanti duergar. Non abbassate lo sguardo di fronte a loro. Sono fieri e astuti. Creature affascinanti.. Se solo la loro testa si levasse un pò più alta da terra...

Eccoci dunque giunti: benvenuti a....


Blingdenstone

Un tempo fu un'industriosa citta svirfneblin sotto le Marche d'Argento; fu distrutta due anni or sono, come alcuni di voi ricorderanno, durante un attacco drow.
La maggior parte degli abitanti fu decimata da bebilith evocati o catturata da drow , ma un certo numero fuggì attraverso vari tunnel e condotti minerari attraverso la città. Si dice che il gruppo più cospicuo di irredenti fuggì sino a Silverymoon dove trovò ausilio.
Come tutte le città distrutte del sottosuolo non rimase a lungo disabitata. Tre gruppi separati si mossero per raggiungerne le risorse e per ridistribuirle e siccome nessuno dei tre gruppi era interessato alla stessa cosa furono in grado di vivere in relativa armonia per parecchi lustri. Sono al corrente di alcuni vaghi piani da parte della città di Silverymoon per vendicare i sopravvissuti ma per ora nulla di concreto è stato concertato.

Ecco guardate al fondo di questo cunicolo quell'ombra... un topo mannaro. Vi è una piccola comunità di queste creature che pare si sia impadronita del piccolo labirinto di cunicoli di questa città. Alcuni di questi mannari sono proprio gli stessi sopravvissuti alla distruzione di Blingdenstone. Si dice che alcuni svirfneblin superstiti al conflitto, durante la fuga si imbatterono in un banda di topi mannari che occupavano una vecchia miniera estinta da anni. Lo scontro fu cruento e anche se gli svirfneblin ebbero la meglio, la maledizione della licatropia già scorreva nelle loro vene. Chi era contagiato finì per uccidere chi non lo era stato. Uno gnomo-topo di nome Seldig si elesse capo della banda. L'involuzione sociale svirfneblin era ormai completa: i tipici comportamenti gnomici ormai sono del tutto assenti.
Tornati nella città per cercare di recuperare ciò che era rimasto finorono per stabilirvisi (o ri-stabilirvisi) grazie alla riserva d'acqua ancora presente e alla rigogliosa crescita di funghi dopo l'attacco. Ora non dovrebbero superare la trentina. Non sono pericolosi ma è meglio non essere visti... nessuno di noi credo voglia essere contagiato, non credete?...

Attenzione ora: guardate in basso sotto quelle case ingranate una dentro l'altra... Quella che vedete non è una nube di polvere ma l' Anatema di Ogremoch, ovvero una nube di polvere magica senziente che si è lasciata trasportare nei recessi di Blingdenstone per anni, come un cattivo odore che non vuole disperdersi. Le creature malvage provenienti dal piano elementale della terra, che vengono a trovarsi al suo interno sono piegate al suo volere. Ogremoch è il nome del signore delle creature della terra malvage; ai tempi degli svirneblin la nube era in grado di far cadere gli elementali della terra in una specie di frenesia distruttiva, ma dalla caduta della città pare abbia cambiato i suoi piani.
Si dice che in tutti questi anni abbia assoggettato un numero imprecisato di elementari ed altre creature planari della terra; vorticando loro intorno, l' Anatema di Ogremoch gli annebbia la mente sussurrando promesse di vittoria e gloria in Terran.
Elementali della terra, mephit, xorn, thoqqua e creature ancora più insolite attendono laggiù, dove giunge il vostro sguardo. Sono immobili come statue. Alcune di queste erano proprio quelle evocate dagli svirneblin, per difendersi dalla furia oscura dei drow ai tempi della caduta di Blingdenstone

Infine, sentite questi rumori di sottofondo... tonfi sordi... No, non sono le macerie che si riassestano. Sono per lo più degli xorn. Durante la caduta di Blingdenstone gli gnomi seppellirono molte gemme magiche, con poteri non conosciuti, nella roccia. Alcuni dei miei colleghi, mossi dalle brame delle loro Sacerdotesse e Matrone, hanno dominato alcuni di questi esseri per venire qui a estrarle.Gli xorn, come voi sapete bene, scivolano attraverso la terra ingoiando le gemme magiche e i glifi senza attivarli. Alla fine essi rigurgitano le pietre in spazi extra-dimensionali che i maghi hanno preparato all'abbisogna per evitare di attivare incantesimi di prossimità all'interno delle pietre.
Una volta identificate le pietre sono buone per essere rivendute nei bazar di Menzoberranzan o anche a Mantol-Derith, dove ci trovavamo poco tempo fa.
Ed ora una breve confidenza: gli elfi scuri del casato Duskryn di Menzoberranzan mantengono una piccola guarnigione permanente, proprio qui a Blingdenstone. Trovate confortevoli ora i vostri mantelli, non è vero? Bene, pare che i Duskryn abbiano stipulato un contratto con il Casato Baenre per il recupero delle gemme magiche di difesa di questa città. I drow degli altri casati di fatto possono ignorare, e lo fanno, questo contratto.
I Duskryn sono autorizzati ad eliminare gli intrusi e finora qualche scarmuccia devo dire c'è stata, ma con casati di tale infima importanza da non doversi preoccupare di averli offesi.


Bene ora potete togliervi il mantello. Siamo nella caverna di uscita, di qui si prosegue per il nostro giro... Ecco l'accampamento Duskryn.
Questa femmina drow che si avvicina, molto avvenente e con una inquitante propensione per il sapore del sangue, è Zelzpassa Duskryn. Salutatela e procedete oltre. Ho un salvacondotto per tutti noi. Zelzpassa è una femmina irrequieta ma mi deve un favore e non può proprio negarmelo... Passate ora... In silenzio...

Immagine
Zelzpassa Duskryn

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: lun set 07, 2009 03:47 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5580
Località: Soncino (CR)
Molto grazioso e ben concertato questo tour!
Veramente originale l'approccio e piacevolmente coinvolgente.
Seguo con interesse :secchio: (ma ovviamente non mi astengo dall'ammonirti: una femmina drow non deve MAI un favore a un maschio. Modera il testosterone ragazzo XD )

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: lun set 07, 2009 10:27 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Vi sono state alcune vicissitudini curiose tra me e la Signora Zelzpassa Duskryn.. le ho recuperato un oggetto perduto a lei molto caro. La cosa l'ha compromessa. Ed io ho tratto il mio vantaggio.
E' stato molto rischioso ma ne è valsa la pena.

Chiedo perdono starò al mio posto, mia Signora....
:drow: :drow: :D

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: mar set 08, 2009 00:30 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Bene. Abbiamo recuperato il tempo perduto. Non c'è nessuna fretta miei signori. Possiamo anche attendere il traghetto qui con comodo. La nostra prossima tappa è Gracklstugh, la città delle lame. Ma ho pensato che forse le vostre menti, avide di sapere, mal si accontenterebbero del percorso cunicolare che passando nelle vicinanze di Blingdenstone, collega Menzoberranzan alla città duergar. Così ho trovato interessante questa via attraverso Lagoscuro... Vi sono cose più antiche e più malvage dei drow nella profondità delle acque.
Il battello che stiamo aspettando dovrebbe arrivare al terzo ottavo del Narbondel... E non manca molto.
Eccoli per l'appunto: i kuo-toa sono sempre puntuali. Non sporgetevi dal molo.
Ecco, salite. Uno alla volta, disponetevi al centro della chiatta... Molto bene. Possiamo salpare su

Lagoscuro

In realtà sono una serie di caverne allagate collegate da un tunnel in pendenza. Alcune porzioni della sua area sono vaste e aperte, come potete apprezzare, guardando le innumerevoli gallerie che vi comunicano e che si estendono per dozzine di chilometri tutte di seguito. Ma la totalità del lago è più di 150 km di larghezza per 3 km da cima a fondo. Migliaia di anni fa i nani di Gracklstugh ampliarono molti dei tunnel e costruirono una serie di chiuse in essi permettendo così di attraversare tutte le caverne con grandi navi a chiglia bassa.
A causa della grande vicinanza con Gracklstugh, Mantol-Derith e Menzoberranzan, Lagoscuro è diventato una strada di comunicazione per il commercio dell’ Oscuro Nord. La città duergar di Gracklstugh si trova sulla riva sud-occidentale, Menzoberranzan dista circa 45 km da esso ed è 3 km sopra ma parecchi sentieri molto battuti scendono dalla città dei ragni sino alle rive del lago.
Vi chiederete lorigine del nome del lago... ebbene, Lagoscuro prende il nome dall’innaturale oscurità delle sue acque. Le fonti di luce magica non ne possono penetrare le profondità per più di 3 metri e anche la vostra acuta visione del buio non vi aiuta.
Guardate ora sopra le vostre teste: il soffitto sopra il lago è circa 9 metri sopra la linea dell’acqua sebbene essa vari da 90 fino ad 1,5 metri in determinati punti.

Come dite? Ah sì, i kuo-toa. Popolo semplice senza troppe ambizioni, gente che non fa nessuna domanda e alle domande dà poche risposte; per questo sopravvivono così a lungo... Faranno scalo in altri porti del Regno Profondo e compiranno fermate non molto frequenti intorno ai bordi del lago vicini alle aree abitate.. Vi sconsiglio di scendere anche durante gli attracchi più lunghi. Le fermate sono fatte per chi scende o per chi sale, ma non per chi vaga senza meta nei villaggi. Coloro che si allontanano non vengono attesi. In alcuni avamposti questo è l'unico mezzo di trasporto e non sempre ripassa con la stessa frequenza. Potreste rimanere bloccati nelle terre selvagge per lungo tempo. So per certo che le creature delle sponde di Lagoscuro sono assai poco ospitali...

Tornando ai kuo-toa... nessuno sa da dove vengano ma il loro servizio è affidabile e con prezzi ragionevoli ed essi evitano di essere invischiati in affari che non li riguardano.

Sott’acqua si sa che una scuola di ixzan, sparpagliate bande di scrag, alcuni kapoacinth e almeno un kraken abitino in varie parti del Lagoscuro. I portali che esistono sia sopra che sotto la superficie dell’acqua si pensa portino in vari luoghi della Superficie. L’acqua del Lagoscuro è sicura da bere dopo la purificazione ma nuotare nel lago non è consigliabile a causa delle creature che abitano le sue profondità.


[dopo alcuni cicli di Narbondel...]

Mie Signore, miei signori ci siamo... Guardate quelle luci lontane. Quella è Gracklstugh. tra poche ore vi arriveremo. Moderate le intemperanze miei superbi amici... Saremo pellegrini in una terra sacrilega....

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: lun ott 12, 2009 00:44 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
- E’ troppo poco.
- E’ sempre così mio caro amico. Il commerciante pensa sempre di star pagando troppo la merce da rivendere. Eppure finisce sempre per acquistarla. Non trovi noiosa questa nenia ridondante?
- Forse ma è il mio mestiere e in questo sono il migliore. E quindi ti dico, elfo scuro, la contrattazione è conclusa a meno che tu non abbia altro da offrire.
- Mmmh. Facciamo così: tu accetterai quello che ti ho offerto perché nessuno dei miei simili ti tratta così bene e so che tu sai che io lo so. Non solo ma se protesti ancora troverò qualche altro duergar con cui trattare. Che ne dici Horgar?
- Ecco i tuoi dannati salvacondotti. La morte ti raggiunga in fretta Halbryn.
- E’ stato un piacere amico mio…
- Non chiamarmi amico….*si allontana dal molo*….
Bene amici miei. So che non c’è tra di voi uno che ignori di essere davanti alle porte del più forte reame dei Duergar dell’Oscuro Nord e probabilmente di tutto il Mondo di Sotto. Coloro di voi che sono maggiormente avezzi alle leziosità troveranno sgradito all’olfatto l’odore che si leva per la città e che forma quella nebbia che vedete sopra le vostre teste, a causa delle innumerevoli forge ivi funzionanti.
Ho procurato dei salvacondotti che ci permetteranno di attraversare la città senza rischiare incidenti. Benvenuti a


Gracklstugh

La città delle Lame detta anche dai più, per via della sterminata varietà di armi forgiate e vendute nei suoi vasti mercati. Siamo 7,5 km sotto la Brughiera Sterminata ora. La città si sviluppa a cavallo di uno stretto crepaccio che molti di voi ricorderanno come il Solco di Laduguer. Qui ha sede uno dei più potenti eserciti ospitati dal sottosuolo. Noi siamo sbarcati nella zona settentrionale, bagnata da Lagoscuro.
Eccoci nel quartiere di Lagoscuro. Un odore allappante, non trovate. Ammirate il sapore del ferro e del mithril fuso a centinaia di migliaia di gradi. Guardate il fervore che vi circonda: è la ptenza di 10000 fucine che lavorano giorno e notte. Lasciate che le vostre puntute orecchie vengano sconvolte dal ritmico battito di mille martelli. Guardate intorno a voi. Tutto è in movimento. Tutto di trasforma nei forni incandescenti alimentati da Themberchaud, il Fabbrodragone. Ebbene sì: le mille fornaci sono alimentate dal soffio di un drago rosso… Eccolo… Guardate laggiù: il Fabbrodragone si sposta di fucina in fucina alimentando le fiamme mentre un gruppo di chierici-psion sorvegliano il suo tesoro. In cambio dei suoi servigi questo popolo industrioso lo ricompensa rimpinguando il suo tesoro e fornendogli qualche schiavo meno volenteroso per placarne gli appetiti…
Le famiglie si chiamano clan, i capi delle famiglie sono detti “laird”. A differenza di quanto avviene da noi qui non vi sono battaglie intestine tra clan diversi per l’avanzamento ma l’ordine gerarchico è accettato dai nani con una certa rassegnazione…
Vi vedo affaticati. Venite. Accomodiamoci in quella locanda. Non fate caso alla fuliggine ed alla polvere onnipresente. Le vostre vesti ne sono oramai talmente intrise che sarebbe impossibile accumularne ancora. Sedete.. Ecco.. La birra dei nani oscura è rinomata per aroma e ristorazione, ed è capace di spazzare la cenere dalle vostre dolci gole.
Bevete. Vi racconterò una storia…
Quando il grande regno del Profondo Shanatar crollò sotto Amn e Tethyr i nani di tutte le specie migrarono verso nord. Molti di loro erano nani grigi sfuggiti alla schiavitù degli Illithid di Oryndoll. Se non ricordo male la città fu fondata nel -3717 CV. La città crebbe rapidamente sino a diventare la città che vedete ora.
E’ da questa città che i re provarono a rifondare il Regno Profondo sotto la famiglia degli Steelshadow, conquistando un avamposto duergar dopo l’altro. Ma dopo quattro milenni di resistenza si è lentamente ritirato e l’area di influenza dei re si limita ad oggi alla sola citta di Gracklstugh.
Alcuni di voi sapranno certamente della morte di Tarngardt e dell’ascesa di Horgar Steelshadow rè dalla mano possente che mira a sminuire i poteri tradizionale della città ( il Consiglio dei Laird, il Consiglio dei Sapienti composto da potenti derro sapienti, il Clan Cairngorm, un clan di giganti delle pietre ed il Consiglio dei Mercanti) mettendoli l’uno contro l’altro rovinando le mediazioni operate dal suo predecessore.
Re Horgar tentò anche di approfittare del Silenzio di Lolth, le signore qui presenti lo ricorderanno *un ghigno* … e conoscete la fine della storia…

Allora, vedo che avete gradito le vostre bevande…
Vi mostrerò ancora due luoghi importanti e se lo desiderate vi lascerò un ciclo di Narbondel per fare qualche rapido acquisto. Poi ci ritroveremo alle porte ad ovest per proseguire il nostro viaggio…
- Prendi, pagati ostessa..
Ecco da questa parte signore e signori.. levitate un poco sopra questo ponte ed osservate il Solco di Laduguer. E’ profondo circa 60 metri e si estende per circa 400 metri in lunghezza. Vedete le dimore scavate nella parete della sezione orientale? Sono le dimore derro.
Bene attraversiamo il solco. Laggiù, dirigiamoci verso la parte orientale della città. Eccoci all’imbocco della caverna Cairngorm ove sono siti i giganti di cui vi ho parlato. Essi sono guidati dall’Oratore di pietra Hgraan. Da sempre sono fedeli al Re di Gracklstugh.
Ora vi lascio poiché anch’io ho delle cose cui badare. Vi verrò a riprendere alla locanda per facilitare a tutti voi le cose. Un ciclo di Narbondel signori. Dopo i recenti accadimenti avvenuti alle porte di Menzoberranzan non siamo esattamente i benvenuti qui. Tenete stretto a voi il vostro salvacondotto qualunque intenzione abbiate, qualunque sorte vi tocchi. A più tardi miei signori…

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: mer ott 21, 2009 17:38 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5580
Località: Soncino (CR)
Un plauso a questo tuo modo di raccontare l'underdark e le sue peculiarità.
Troppo spesso si tende a pensare che il Buio Profondo sia solo un gomitolo di cunicoli spogli, creature selvatiche vaganti in cerca di sangue, pietra e null'altro.
C'è invece tutta una serie di civiltà che rendono il mondo sotterraneo decisamente ricco e completo per una campagna di gioco.
Ti seguo, anche se molte descrizioni mi sono già note, per puro piacere di vedere come le sviluppi ;)
Ps: quel ghigno al pronunciare "Il Silenzio di Lloth", in mia presenza sarebbe stato il tuo ultimo ghigno...

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Altre città dell'underdark
MessaggioInviato: gio ott 22, 2009 11:44 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
:goccia: Ghigno? E' stato un brivido lungo la schiena suggerito dalla vostra potenza, mia signora Sheyraen... nulla di più. :ahsisi: :goccia:

Ti ringrazio... è una notevole spinta nell'accompagnarvi!

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010