Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è dom mag 31, 2020 03:39

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Attacco di opportunità, insopportabile regola...
MessaggioInviato: mar mag 04, 2004 10:48 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 34031
Località: Valm Neira
Durante le partite di D&D 3° edizione mi sono trovato più volte ad odiare cordialmente la nuova regola dell'attacco di opportunità.
IMHO è piena di "bugs", di errori che rallentano e sconvolgono il gioco.
Ecco degli esempi:

1) L'attacco di opportunità è un attacco in mischia. Se io ho un arco (e lancio normalmente 3-4 frecce per round) non posso comunque fare AdO con la mia arma. Perchè? Sono più lento degli altri? No, se sono di 10 livello, arrivo a lanciare 3 frecce in 6 secondi, perchè non dovrei riuscire a portare un attacco che un gueriero di primo livello riesce a fare tranquillamente?

2) L'attacco di opportunità è un'azione staccata dal resto del combattimento. Cioè, se un nemico ha l'attenzione su di me, poi compie un AdO contro un mio alleato, dopo può riportare l'attenzione su di me come se non fosse successo nulla...mandando a monte la possibilità di attacco furtivo da distrazione...

3) I personaggi con armi da tiro (archi e balestre) subiscono AdO se usano queste armi mentre sono in una casella adiacente a un PNG con arma da mischia. Questa regola avvantaggia ancora di più i combattenti in mischia rispetto ai "cecchini", che per tradizione in D&D sono bistrattati, come se una freccia fosse sempre e comunque meno pericolosa di un fendente...

4) E' una regola fatta ad hoc per i mostri, dal momento che i pg non hanno portata naturale. Per avere un'area minacciata bisogna usare armi lunghe (a due mani), che diventano inutili nel corpo a corpo ravvicinato.


Ci sarebbero tante altre cose da dire, ma mi sembra abbastanza per modificare questa regola... aspetto le vostre impressioni...

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mag 04, 2004 13:37 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio apr 01, 2004 18:20
Messaggi: 5694
Località: Altopiano di Leng
Io non la uso mai... metà perchè rallenta il gioco insensatamente ('sti attacchi gratuiti, ai miei tempi... si stava meglio quando si stava peggio...), metà perchè sono troppo pigro per cercare di imparare la regola. :lol:
Se mi sovvengono altre metà ti avviso!

_________________
"[...]vedete dei marinai che stanno scaricando delle tasse..."
-Grande Pacho 'M Hell-


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mag 04, 2004 14:12 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: sab feb 28, 2004 21:16
Messaggi: 6638
Località: Palermo
Per la storia dell'arco e l'AdO:
1) L'attacco d'opportunità non si può fare con l'arco perchè quando si fa normalmente (con le armi da mischia) vuol dire che l'avversario faceva altro e quindi non poteva stare a schivare e parare i colpi.. quindi se usi un arco non ti cambia niente se il tipo fa altro..
2) Tirando con l'arco in mischia (anzi, caricando la freccia, non tirando con l'arco) si da AdO perchè tra prendere la freccia in mano e incoccarla ci vuole un bel po di concentrazione, quindi sarebbe come abbassare la guardia..

_________________
Immagine


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Attacco di opportunità, insopportabile regola...
MessaggioInviato: mer mag 05, 2004 15:47 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: sab feb 07, 2004 16:20
Messaggi: 101
Località: isola di karalis
Muzedon ha scritto:
Durante le partite di D&D 3° edizione mi sono trovato più volte ad odiare cordialmente la nuova regola dell'attacco di opportunità.


Odiare cordialmente??? Diciamo che t'incavoli di brutto ogni volta che tene fanno uno...

Secondo me l'AdO rende il gioco più realistico per certi versi...e ovvio che non è una regola perfetta...ma cerca semplicemente di riportare un azione che potrebbe avvenire in un combattimento nella carta stampata...concordo con te sul fatto che andrebbe rivista su alcuni punti...però non è una regola da buttar via secondo me
byeeez

_________________
"Ciò che distingue l'uomo immaturo è che vuole morire nobilmente per una causa, mentre ciò che distingue l'uomo maturo è che vuole umilmente vivere per essa"
Da "Il giovane Holden" di Stalinger


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 09, 2004 19:49 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: gio set 09, 2004 13:03
Messaggi: 6
Sono d'accordo. L' ado forse e' un po' odiosa da giocatore, anche perche' e' un azione poco realistica, ma -tatticamente parlando- nel complesso del combattimento lo rende molto piu' 'equilibrato'. Non solo, influisce anche sulla superiorita' numerica.


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 09, 2004 21:34 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: dom giu 13, 2004 15:12
Messaggi: 1758
Secondo me, l'AdO è sensato entro certi limiti, nel senso che se lo vedi in un combattimento "continuo" (e non "discreto" del tipo attacco io - attacchi tu - attacca lui), tu non sei esattamente addosso al tuo nemico e se quello accanto a lui raccoglie margherite dovresti avere la possibilità di attarlo, quanto meno come "prolungamento" di un attacco col tuo avversario (magari non è possibile realmente, ma messa così non mi sembra insensato), e mi sembra corretto anche che con l'arco non si possa fare, proprio perchè l'arco non attacca in modo "continuo", e non puoi sfruttare un colpo dato al tuo avversario effettivo per colpire un altro.

Per molti versi, però, è insensato. Quanto meno non capisco perchè tu abbia un AdO verso quello che sta alle tue spalle ed esce dalla tua area minacciata... Girarsi, colpirti e tornare a girarsi non lo trovo sensato.
E poi un'altra cosa, che secondo me è da rivedere anche per i combattimenti: un AdO è uno e un solo attacco gratuito, che tutti possono avere, siano essi coboldi contro dei draghi o draghi contro coboldi... Un pg di livello elevato probabilmente sa come llontanarsi dall'area minacciata senza farsi attaccare, o quanto meno senza farsi attaccare da un coboldo...

Lo stesso vale per i combattimenti normali: quando ho un attacco a round, significa che ci metto 6 secondi a vibrare il mio colpo, ritirare l'arma e prepararmi per il colpo successivo. In questo stesso tempo, devo anche difendermi dagli attacchi avversari, ad esempio (schivandoli, usando lo scudo e cose simili... Cose "normali" nello svolgimento di un combattimento"). Ora, come faccio ad attaccare una e una sola volta, ma potermi difendere da tutti gli attacchi con la stessa abilità, indipendentemente dal loro numero?!?

Secondo me, bisognerebbe considerare che il numero di attacchi debba essere pari al numero di difese: ho 1 attacco a round? Ok, mi difenderò al meglio per 1 attacco dell'avversario. I restanti attacchi devono in qualche modo ridurre le mie possibilità di difesa, ad esempio togleindomi il bonus scudo o togliendo 1 alla CA per ogni attacco succesivo (-1 al primo attacco dop il numero di mie difese, -2 al secondo, etc): è impensabile che possa colpire una volta col mio stocco ma riesca a parare 6 attacchi di un drago muovendo lo scudo con maestria impeccabile...

Forse complica le cose, ma è + realistico...

_________________
Immagine


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio set 09, 2004 23:09 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: sab feb 28, 2004 21:16
Messaggi: 6638
Località: Palermo
Più che altro in D&D non si para, si rimane fermi mentre il nemico ci manca..
Regolisticamente parlando, è così..

_________________
Immagine


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 10, 2004 09:26 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 34031
Località: Valm Neira
Khelden Tahl ha scritto:
Più che altro in D&D non si para, si rimane fermi mentre il nemico ci manca..
Regolisticamente parlando, è così..

Secondo i maniaci del D&D (leggi: forum del rettile) la tua capacità di parare è già contata nella CA. :x
Mi hanno bocciato la Home Rule sulla parata, perchè D&D non la prevedeva. Allora perchè creare una sezione Home Rules? :roll:

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 10, 2004 10:17 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio set 09, 2004 16:28
Messaggi: 720
Località: Lissone
Non e' poi tanto sbagliata secondo me come regola...
esempio si sta combattendo e a 1,5 m da me c'e' un maghetto che inizia a agitare le mani e a dire parole incomprensibili, mi sembra un berssaglio molto facile, e in teoria basta una spinta per fargli muovere le mani in maniera sbagliata e fagli andare l'incantesimo a donne di facili costumi!

_________________
Immagine
Tessera N° 2

una volta escluso l'impossibile, ciò che resta, per quanto improbabile, non può che essere la verità. (Sherlock Holmes)


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 10, 2004 11:21 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 34031
Località: Valm Neira
Continua a non piacermi troppo, nonostante stia giocando un PG Minotauro (Taglia Grande) che usa un martello a 2 mani (Taglia Enorme), e quindi mi trovo ad avere una portata di 4,5 m (1,5 naturale + 3 dell'arma enorme).
Posso fare AdO contro tutti quelli intorno per un raggio eccessivo, e ho spiaccicato diversi mostri tramite questa regola.

Pensate ad un mostro di dimesioni più grandi... diventa sproporzionato...

Inoltre, c'è un talento (Riflessi da Combattimento) che aumenta il numero di AdO per round in base alla destrezza. A quel punto il suddetto mostro (prendiamo un drago) può attaccare chiunque entri nella sua portata... e considerando la portata di un drago (non la ricordo) direi che è esagerato.

E poi, dove lo trova il tempo di fare 7-8 attacchi in più per round (mettiamo che è circondato da maghi stolti che lanciano incantesimi a breve distanza)??
In più ai suoi molteplici attacchi si trova ad avere il tempo, nei normali 6 secondi, di fare altri 7-8 (in base alla destrezza) attacchi per round... mi sembra fuori da ogni logica di gioco...

:roll:

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 10, 2004 17:57 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: ven set 03, 2004 23:47
Messaggi: 8032
Località: Roma
:shock:
dove hai trovato un drago che riesce a fare 7-8 AdO in +?
se non ricordo male, il talento riflessi da combattimento, ti permette di compiere 1 attacco in + per ogni punto bonus di Dex - magari averla io 26 o 28 di Dex :(
Normalmente senza quel talento, si può fare solo 1 AdO. e mi sembra giusto che un incantatore sciocco (perchè si trova a portata) possa essere colpito visto che la sua attenzione è rivolta altrove.

_________________
https://pbs.twimg.com/profile_images/1121322043/antiK.jpg


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 17, 2004 11:46 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio apr 01, 2004 18:20
Messaggi: 5694
Località: Altopiano di Leng
Continua a sembrare poco credibile anche a me... Il talento, poi, è esagerato!
Non è che l'attacco di opportunità ti permetta di dirottare il tuo attacco sul disgraziato nell'area minacciata, e nelle condizioni previste, dandogli un malus alla CA, ti da proprio un attacco extra! Mica noccioline!

_________________
"[...]vedete dei marinai che stanno scaricando delle tasse..."
-Grande Pacho 'M Hell-


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 17, 2004 14:39 
Non connesso
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: sab apr 17, 2004 00:18
Messaggi: 1191
Località: [SLS]-Borgata
Se devo dire la mia... il problema sta molto più a monte.

Devo premettere che avevo visto la 3a ed appena uscita, e non mi è piaciuta molto, sebbene qualche novità fosse interessante. Non ho mai vista la successiva (3,5), e sinceramente non ricordo questa regola, me ne sto facendo un'idea da quello che state scrivendo qui.

Ma, dicevo, secondo me il problema sta più a monte.
Il fatto è che, per quanto si cerchi di rinnovarlo, D&D è un sistema vecchio e assolutamente irrealistico.
E quello che gli autori non capiscono è che non possono continuare a fare quello che hanno sempre fatto, cioè cercare di migliorare un nucleo di regole nato per essere semplice e non certo realistico, aggiungendo una lunga serie di regole eterogenee e più o meno sensate!
O, meglio, possono, ma i risultati...
Insomma, è come cercare di costruire un palazzo sulle fondamenta di una palafitta.

E allora, nel tentativo di correggere ciò che facilmente ci si rende conto che non va, per cercare di superare i limiti evidenti del gioco, nascono regole come questa dell'attacco d'opportunità, che se da una parte ti permettono di rappresentare una situazione se vogliamo "tipica" dei racconti o delle vicende che immaginiamo nella nostra testa, da una parte danno vita ad una serie di problemi e contraddizioni.
Ma dico, vogliamo fare una regola differente per ognuna delle situazioni che il regolamento non riesce a rappresentare? Forse qualcuno dovrebbe rendersi conto che è l'ora di cambiare il regolamento, in modo che non ci sia bisogno di trapiantare mille regole (che tra l'altro spesso si prendono un po' a pugni in faccia l'un l'altra), ma che il sistema di base stesso possa risolvere gran parte delle situazioni.

_________________
Nell'anno 1969 è bastata la potenza di calcolo di due Commodore 64 per mandare con successo una navicella sulla Luna.
Nell'anno 2003 è necessario un Pentium 4 a 2 Ghz per far funzionare bene Windows XP.
...Qualcosa deve essere andato storto!


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 17, 2004 15:12 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: ven set 03, 2004 23:47
Messaggi: 8032
Località: Roma
La 3.x.
Sembra proprio che debba fare l'avvocato delle cause perse eh eh eh :avv:
Non è poi così male e il famoso attacco d'opportunità tanto bisfrattato, non concede nulla di stratosferico al PG/PNG.
1 attacco in più nel round in cui il tuo avversario si distrae e solo se non sei fiancheggiato; se poi prendi il talento puoi fare un ulteriore AdO contro gli altri avversari distratti; mai più di uno contro lo stesso avversario.
Per evitarlo, basta fare una cd 25 di acrobazia per entrare nell'area minacciata; o possedere il talento attacco rapido o se incantatore, castare sulla difensiva.
Discorso autori: mi hanno giustamente fatto notare che sono cambiati e non più gli stessi della miticissima scatola rossa col bel drago. le regole, le modificano a mio avviso per il merchandising, se fosse stata una semplice ristampa, non l'avrebbe comprata nessuno questa "benedetta" 3.x Ed. :drow:

_________________
https://pbs.twimg.com/profile_images/1121322043/antiK.jpg


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab set 18, 2004 18:31 
Non connesso
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: sab apr 17, 2004 00:18
Messaggi: 1191
Località: [SLS]-Borgata
Scherzi, c'era gente che comprava manuali nuovi perchè FORSE in qualche trafiletto c'era uno spunto per una regola nuova! :wink:

Comunque il mio discorso sugli autori era generico, non importa che fossero gli stessi o meno...

_________________
Nell'anno 1969 è bastata la potenza di calcolo di due Commodore 64 per mandare con successo una navicella sulla Luna.
Nell'anno 2003 è necessario un Pentium 4 a 2 Ghz per far funzionare bene Windows XP.
...Qualcosa deve essere andato storto!


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010