Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è mar mag 26, 2020 11:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Daltanious
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 15:24 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
A grande richiesta (ma quando mai, sto qui lo voleva solo l'Admin, ma sapete, essendo l'admin, poi mi tocca che si dispiace e lo devo consolare :D) ecco a voi il mitico

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

LA CURIOSITA'
I cartoni animati del robot Daltanious (titolo originale Mirai Robot Daltanias) vennero trasmessi per la prima volta su Italia Uno nel 1981 per un totale di 47 puntate.

LA STORIA
La storia è ambientata nel 1995, in un Giappone distrutto a causa dell'invasione degli Akroniani, provenienti dal pianeta Zaar e comandati dal megaimperatore Ormen, che ha seminato morte e distruzione su tutta la terra. La popolazione sopravvissuta è povera e affamata e i ragazzini, sono costretti a rubare per poter riuscire a mangiare qualcosa, spesso sottraendo quegli stessi beni che gli strozzini hanno rubano alle loro famiglie. Fra questi ragazzi c'è un gruppo composto da Kento (il protagonista della serie), Dani, Sanae, Mita, Tanosuke, Jiro e Manabu. Un giorno Kento e i suoi amici, per proteggersi dall'inseguimento di alcune persone del villaggio che avevano derubato, si nascondono nel bosco ed entrano in una misteriosa grotta, attraverso la quale arrivano ad una base spaziale sotterranea. Qui incontrano il dottor Earl, un anziano e canuto scienziato extraterrestre, fuggito dal pianeta Helios distrutto proprio dagli Akroniani. Il dottor Earl ha sviluppato un piano di difesa per contrastare gli Akron, con dei super robot in grado di unirsi e potenziare al massimo il loro arsenale. Intanto la torre aliena degli Akron, si trasforma in un robot gigantesco, per tenere a bada le rivolte del villaggio. Serve subito un intervento e il dott Earl, per pilotare le sue macchine, sceglie i ragazzi che ritiene più in gamba; a Kento affiderà la guida del robot umanoide Antares, mentre Dani guiderà l'astronave Gumper, i due unendosi al robot Beralius formeranno l'invincibile robot Daltanious. Ma il Beralius è ancora disperso e Antares e il Gumper inizialmente, dovranno affrontare i loro nemici separati. I ragazzi dietro gli ordini del dottor Earl iniziano a combattere contro il nemico e dopo una estenuante lotta, capiscono che il segreto della vittoria consiste nel agire in coppia, pertanto il Gumper riesce a distruggere il gigantesco robot degli Akron. Seguiranno altri combattimenti contro i robot degli Akron che, individuata la base spaziale, invieranno un esercito di robot per distruggerla. Il dottor Earl è giunto sulla terra nel 1945 insieme a Harlin, il principe di Helios che però, a causa di una tempesta di meteoriti, sparì insieme al Beralius , il leone robot grazie al quale può dare origine al Daltanious. Intanto il nemico attacca la base e Kento e Dani a bordo delle loro astronavi ingaggiano una dura lotta contro l'esercito, che vista la superiorità numerica, ha la meglio e cattura sia il Gumper che Antares. Ma il dottor Earl, con uno stratagemma, spaventa i nemici proiettando un ologramma virtuale di Beralios, così Kento e Dani riescono a liberarsi. In seguito, durante una battaglia con gli Akron, Kento in grave difficoltà emana una croce di luce dal suo corpo che, proiettandosi nel cielo richiama il robot Beralios, da questo Earl capisce che Kento è il figlio Harlin, il principe scomparso nel 1945, che è quindi è riuscito a sopravvivere alla pioggia di meteoriti. Inizialmente gli amici di Kento, provano un po' di invidia nei suoi confronti, visti i suoi privilegi regali, ma ben presto, capiscono che il ragazzo è sempre uno di loro. Gli Akron attaccano ancora, ma adesso hanno trovato pane per il loro denti, in quanto grazie all'arrivo di Beralios, che si può unire con Antares e il Gumper, dovranno vedersela contro l'invincibile Daltanious. Durante le sue battaglie il Daltanious usa i pugni perforanti, che spara come dei missili e grazie ai quali può avvolgere i nemici con la rete elettronica, la lama cosmica e lo scudo protettivo, una gigantesca spada e un possente scudo per affrontare i nemici in duello, la balestra spaziale, la fiamma disintegrante che emana dalla bocca, i raggi Sigma che formano una gigantesca croce e infine la spada infuocata che quasi sempre utilizza per distruggere definitivamente il nemico.
Intanto nel corso dei vari episodi Kento e i suoi amici avranno delle avventure curiose ed entusiasmanti. Come quando Sanae viene aggredita da dei teppisti in motocicletta, che facendola cadere, le feriscono una gamba. Dani messosi sulle loro tracce, riconosce Saburo il suo vecchio amico del riformatorio, ma il dialogo fra i due ragazzi viene interrotto per la chiamata di Kento e l'urgenza di comporre il Daltanious. Alla fine del combattimento Saburo e i suoi amici, vedendo il coraggio di Dani, decideranno di mettere la testa a posto e di comportarsi da bravi ragazzi, facendo le scuse a Sanae.
Nell'episodio "Nelle fauci del mostro", troviamo Jiro, invidioso nei confronti di un ragazzo che ha ritrovato sua madre e ora deve incontrarla, pertanto, per prendersi gioco di lui, gli indica di averla vista sull'altro lato della città, allo scopo, di farlo smarrire. Kento, lo rimprovera duramente per il suo comportamento e Juri, in preda ad un grosso rimorso di coscienza riesce a far rincontrare madre e figlio, che però vengono rapiti dal mostro degli Akron.
Grazie a Kento e a Daltanious che sconfigge il robot, il bambino e sua madre possono riabbracciarsi e ritornare finalmente felici. Grazie alla sua potenza, Daltanious riesce a sconfiggere le truppe di Akron, che sono costrette ad abbandonare la terra. La sua prossima missione è quella di liberare il pianeta Elios e conquistare il pianeta Zaar.
Dopo varie e difficoltose battaglie, Daltanious riesce a compiere la sua missione, che però ha un finale inaspettato. Il megaimperatore Ormen, riuscitosi a salvare durante l'ultimo attacco di Daltanious, rivela il suo volto, che è identico a quello di Ishimura, imperatore di Elios e padre di Harlin. Si tratta in realtà di un androide, riprodotto con le identiche sembianze di Ishimura che i regnanti del pianeta Elios avevano costruito, per sostituire il re alla sua morte, sino al giorno della venuta del suo successore. Questo per non avere un trovo vacante e non destare incertezze fra la popolazione. Il biodroide Ormen, cresciuto in solitudine ha covato un odio viscerale nei confronti di coloro che lo avevano usato come un manichino, soltanto per i loro scopi di potere, pertanto alla prima opportunità, salito al potere si è vendicato di questa ingiustizia. Dopo un'ultimo attacco di Daltanious, Ormen morirà fra le fiamme e Harlin giurerà di ricostruire una nuova civiltà basata sull'amore e la giustizia.


_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Ultima modifica di MasterMind il ven mar 02, 2007 15:45, modificato 1 volta in totale.

Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 15:37 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: ven set 03, 2004 23:47
Messaggi: 8032
Località: Roma
mi piaceva molto ai suoi tempi.
divertente quanto basta anche se il finale non era dei migliori come in molte altre serie "robotiche" d'altra parte

_________________
https://pbs.twimg.com/profile_images/1121322043/antiK.jpg


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 15:39 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
DATI TECNICI
Immagine

Altezza: 56 metri.
Peso: 678 tonnellate.
Elevazione: 500 Mt
Velocità in corsa: 600 Km/h
Velocità in acqua: 25 nodi
Velocità in volo: Mach 5

ARMI & MODULI

Antares (Atarusu)
Immagine
E' il primo dei tre moduli componibili pilotato da Kento, costruito dal dottor Earl, sfrutta lo stesso principio di agganciamento di Mazinga Z e del Grande Mazinga, infatti anche qui per governare l'automa una piccola astronavicella a reazione (Delfino) deve inserirsi nella testa del robot, e precisamente dietro la nuca. Generalmente Antares, è alloggiato all'interno di una delle due "camere" di contenimento della base spaziale di forma sferica, poste sulla parte frontale di quest'ultima. L'unione con il Delfino avviene per mezzo di un lungo binario che dall'interno della base arriva fino al punto di contattto.
Non appena il velivolo si trova a percorrere l'ultimo tratto, si attivano i portelli di apertura della camera, il robot viene sollevato da una piattaforma, e si posizionano i vari meccanismi in modo da accogliere l'astronavicella. Ad agganciamento effettuato, si attivano immediatamente tutti i sistemi primari e le connessioni necessarie per permettere a Kento di governare il piccolo automa. Antares, in ogni caso, essendo un robot non adatto alle battaglie in piena regola, può soltanto cercare di opporsi al nemico in maniera molto superficiale, anche perchè non possiede un armamento adeguato ed efficace, ed inoltre non è in grado ne di volare ne di sopportare forti pressioni in acqua, rimanendo quindi impotente agli attacchi portati dai mostri nemici in queste situazioni. Le sue armi sono:

RAFFICA DIROMPENTE
Immagine
All'interno delle braccia del robot si trovano una serie di fori disposti in forma circolare. Quanto Antares piega il braccio all'indietro, attraverso questi fori, può sparare dei proiettili esplosivi a raffica contro i mostri nemici, ma il più delle volte risultano essere inefficaci.

LAME TAGLIENTI/BOOMERANG
Immagine
Sulle gambe di Antares vi sono posizionate due lame che al comando di Kento si staccano venendo afferrate dalle mani dell'automa. Si possono anche unire a mo' di boomerang per essere scagliate direttamente contro il nemico.

PUNTE D'ACCIAIO
Immagine
Sugli avambracci del robot vi sono sistemate una serie di punte che generalmente sono ritratte lungo le braccia. Al comando di Kento, quest'ultime si allungano in avanti nascondendo i pugni all'interno. Quest'arma è generalmente poco sfruttata in quanto viene utilizzata solo nei combattimenti corpo a corpo.

BERALIOS (Berariusu)
Immagine
E' il leone meccanico ideato e costruito sempre dal dottor Earl, e secondo modulo componibile di Daltanious. Prima di fuggire da Helios, lo scienziato disattivò le sue funzioni vitali, per ripristinarle solo dopo essere atterrati sulla Terra, il pianeta scelto da quest'ultimo per rifugiarsi dall'invasione degli Akron. Sfortunatamente però, a causa della pioggia di meteoriti, il leone e la base spaziale precipitarono sulla crosta terrestre in due punti diversi dove rimasero nascosti per cinquanta anni. Tuttavia il dottor Earl programmò il computer principale di Beralios in modo da poter essere attivato anche da una particolare energia posseduta solo dai membri della famiglia reale di Helios. Fu così che Kento, a sua insaputa, facendo ricorso al suo potere speciale innato, riattivò i circuiti principali di alimentazione del leone facendolo risvegliare così dal lungo sonno. Come armamento Beralios possiede:

RAGGI LASER
Immagine
Sono due fasci di raggi laser che fuoriescono dagli occhi del leone. Di modesta potenza e quasi sempre inefficaci contro i mostri nemici, ma comunque utili per far guadagnare tempo a Kento e Dani.

MISSILE ESPLOSIVO
Immagine
All'interno della schiena del robot, vi è sistemato un missile altamente esplosivo pronto per essere lanciato in qualsiasi momento. Quanto Beralios fa ricorso a quest'arma, si aziona una piccola rampa di lancio mobile che fuoriesce dalla schiena del leone al cui interno vi è alloggiato il missile che immediatamente viene sparato contro i robot nemici.

FIAMMA DISINTEGRANTE
Immagine
E' l'arma più potente che Beralios possiede. Una grande massa di energia viene lanciata dalla bocca del robot tramite degli accumulatori alloggiati al suo interno. Riesce a provocare danni molto consistenti. La sua potenza si triplica quando viene utilizzata da Daltanious.

GUMPER (Gumpeusu)
Immagine
E' l'astronave che pilota Dani ed ultimo modulo componibile di Daltanious. Anche il Gumper come per Antares è alloggiato all'interno della seconda "camera" di contenimento. Per accedere al velivolo, Dani ha a disposizione una poltrona mobile che viaggia all'interno di un lungo condotto, al termine del quale si inserisce dentro la cabina di pilotaggio del mezzo. Una volta eseguita questa operazione, si attivano automaticamente i circuiti di alimentazione, si aprono i portelli della camera, ed il Gumper decolla immediatamente dalla base. L'astronave è dotata di missili che può sparare anche a raffica, e di un braccio semovibile sul quale si aggrappa Antares per staccarsi da terra. Il Gumper raggiunge la velocità massima di mach 2 ed inoltre può immergersi in acqua.


DALTANIOUS (Darataniasu)
Immagine
Immagine
Robot componibile tramite l'unione di tre moduli da combattimento che sono rispettivamente il piccolo automa Antares pilotato da Kento, il leone meccanico Beralios e l'astronave Gumper pilotata da Dani. La trasformazione avviene in maniera del tutto automatica e solo quando Kento pronuncia la frase "aggancio totale". Il computer di bordo infatti tramite un dispositivo di riconoscimento vocale, analizza e verifca l'esatta pronuncia ed immediatamente predispone i vari meccanismi dei tre moduli per la loro unione. Infatti prima dell'agganciamento Antares, Beralios e Gumper devono modificare il loro aspetto in modo da formare le te parti essenziali di Daltanious che sono il torace, l'addome e le gambe.
Immagine
Immagine
La trasformazione avviene nella maniera seguente: Antares distende le braccia in basso e divarica il petto verso l'esterno, mentre le gambe si ripiegano all'interno andando ad occupare il vuoto creato, Beralios inclina la testa di novanta gradi in avanti, le zampe anteriori si ripiegano su se stesse mentre quelle posteriori si distendono all'indietro, infine il Gumper ritrae la parte frontale verso l'interno formando i piedi, ruota di 180 gradi e si separa in due liberando dalla parte posteriore i due avambracci. All'interno della cabina di pilotaggio di Kento sulla consolle principale si attivano i nuovi comandi costituiti da leve e pulsanti che serviranno a governare il robot, mentre i componenti si dispongono nel cielo in modo da formare una croce pronti per l'unione. La procedura di aggancio avviene in tre fasi: (1) i due avambracci si sostituiscono a quelli di Antares agganciandosi sopra, (2) successivamente il leone unisce il suo corpo a quello di Antares (3) ed infine le sue zampe si inseriscono nelle gambe del Gumper completando la trasformazione.
Daltanious viene alimentato dai tre generatori dei tre moduli componibili che forniscono l'energia necessaria sia per i movimenti che per l'armamento tattico del robot, inoltre è provvisto di un sistema energetico ausiliario che può essere attivato qualora si presentasse un'avaria o un malfunzionamento di quello principale. Tutti i movimenti ed i vari armamenti dell'automa sono disponibili solo ed esclusivamente dalla cabina di comando di Kento, mentre dalla postazione di Dani sono gestibili tutte le altre funzioni quali il monitoraggio del flusso energetico, il sistema di telecomunicazioni, l'accesso completo su tutti i sistemi vitali, le verifiche ed i controlli sui computer principali e l'attivazione dei sistemi di emergenza. Le postazioni dei due piloti sono messe in comunicazione per mezzo di un condotto all'interno del quale scorre una pedana circolare alimentata da energia elettromagnetica che funge come ascensore tra i due abitacoli. Daltanious può volare fino a mach 3 mentre in acqua può raggiungere profondità fino a 10.000 metri, inoltre può anche oltrepassare l'atmosfera terrestre per viaggiare nello spazio. Il suo armamento comprende:

LAMA COSMICA
Immagine
Arma spesso utilizzata da Daltanious, è situata sul fianco destro del robot nascosta all'interno di un congegno di forma circolare.

SCUDO POTETTIVO
Immagine
Situato sul fianco sinistro del robot, è l'unico mezzo difensivo che Kento utilizza per ripararsi dagli attacchi del nemico anche se a dire la verità è poco resistente.

SUPER BALESTRA
Immagine
E' situata sul braccio destro del robot nascosta all'interno dello stesso. Quando entra in azione, immediatamente si compone in tutte le sue parti pronta per essere utilizzata. Può sparare frecce singolarmente o a ripetizione.

CERCHI LACERANTI
Immagine
Sulle braccia di Daltanious all'altezza dei polsi si trovano due anelli che all'occorrenza vengono utilizzati da Kento come arma, infatti al loro interno sono nascosti degli aculei, che fuoriescono quando i dischi vengono lanciati contro il nemico provocando danni ingenti.

PUGNI PERFORANTI
Immagine
I pugni del robot si staccano per andare a colpire il nemico. Essendo radiocomadati, una volta che il colpo è andato a segno si riagganciano al corpo di Daltanious.

PUGNI ROTANTI
Immagine
Tali e quali ai pugni perforanti con la variante di essere sparati insieme ai dischi laceranti per aumentarne il potere distruttivo.

RAGGI SIGMA
Immagine
Dalle spalle e dalle ginocchia di Daltanious partono dei potenti raggi laser che prima di colpire il nemico, convergono in un unico punto formando il disegno di una croce. Un'arma spesso utilizzata da Kento data la sua grande potenza.


RETE ELETTRONICA
Immagine
Quando i pugni vengono lanciati, possono generare insieme una potente rete elettromagnetica che imprigiona il robot nemico impedendone i movimenti. Molto utile per riprendere fiato in battaglia.


BOCCHE DI FUOCO
Immagine
Sulle braccia di Daltanious sono sistemati una serie di piccoli cannoncini dai quali fuoriescono dei proiettili ad alto potenziale distruttivo. Un'arma molto sfruttata da Kento.


FIAMMA DISINTEGRANTE
Immagine
Tale e quale a quella di Beralios tranne per la sua potenza che risulta essere tre volte maggiore, in quanto l'energia sviluppata da quest'arma proviene direttamente da tutti e tre i moduli componibili (Antares-Beralios-Gumper) triplicando quindi il suo potere distruttivo.

NUCLEO AVVOLGENTE
Immagine
Grande massa di energia che Daltanious può scagliare contro i mostri attraverso la punta della spada infuocata. Questo nucleo energetico avvolge i mostri paralizzando le loro funzioni vitali in modo da poter essere distrutti da Kento senza problemi.

SPADA INFUOCATA
Immagine
Fuoriesce dalla bocca di Beralios contornata da fuoco e fiamme, con la quale Kento distrugge definitivamente i robot nemici spaccandoli in quattro. E' l'arma più potente che Daltanious possiede

[/img]

_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Ultima modifica di MasterMind il ven mar 02, 2007 15:54, modificato 1 volta in totale.

Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 15:52 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
SIGLA
(devo ammettere, non mi ricordo come fa il motivetto, ma se volete linko l'indirizzo dove scaricarsela)


Daltanious, Daltanious, FUORI!!!!
E Daltanious che compare giù,
e il nemico non esiste più,
e Daltanious che ci aiuterà,
superbalestra, frecce, spada, lame boomerang.
Odia gli stupidi, aiuta i deboli,
dagli invasori ci difenderà,
lui si sacrifica, lo sa che e' l'ultima,
speranza dell'umanità.
Extraterrestre via da questa terra mia,
togli le zampe o ce le lascerai,
ti spacca in quattro lui, ci fa una croce su,
e tu non ci sei più!
E Daltanious, che compare giù,
e il nemico non esiste più,
e Daltanious che ci aiuterà,
non sia arrende mai, troppo forte
non e' nato ancora chi lo batterà.
Ha in mente Kento e va,
con le astrogambe va,
e il suo leone in petto ruggirà,
tutto disintegra quando gli girano le lame boomerang.
Trappole, agguati, trabocchetti, imboscate, lo circondano,
mostri giganti e striscianti serpenti, e' in pericolo!
Daltanious non si fermerà, à troppo forte vincerà.
Odia gli stupidi, aiuta i deboli,
dagli invasori ci difenderà,
lui si sacrifica, lo sa che è l'ultima,
speranza dell'umanità.
Extraterrestre via da questa terra mia,
togli le zampe o ce le lascerai,
tutto disintegra quando gli girano le lame boomerang.
E Daltanious, che compare giù,
e il nemico non esiste più,
è Daltanious che ci aiuterà,
non sia arrende mai, troppo forte,
non e' nato ancora chi lo batterà.
E Daltanious, che compare giù,
e il nemico non esiste più,
è Daltanious che ci aiuterà,
non sia arrende mai, troppo forte,
non e' nato ancora chi lo batterà.
rip...

_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 15:56 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
personalmente da piccolo (dato che li avevo tutti i "fondamentali") avevo questo


Immagine

Immagine

_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 16:06 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
Beccatevi sto wallpaper
(ahhh non trovate che i colori così sgargianti dei robottoni siano in un certo qual modo esaltantissimi e rilassanti :D:D:D:D:D)

Immagine

_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 16:07 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: sab gen 20, 2007 12:23
Messaggi: 4165
Località: Valm Neira e Roma
Da quanto ho visto ti piacciono i robot :sisi:

_________________
:D ...Per quelli come me il mondo è una salagiochi | Se i neuroni fossero gettoni ne ho ancora pochi... :asd: :asd: :asd:

Immagine


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 16:13 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
Drizzt91 ha scritto:
Da quanto ho visto ti piacciono i robot :sisi:


ti sbagli, li odio... :sisi:


:roll: :wink:

_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 16:26 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: sab gen 20, 2007 12:23
Messaggi: 4165
Località: Valm Neira e Roma
Da dove è nata questa passione?

_________________
:D ...Per quelli come me il mondo è una salagiochi | Se i neuroni fossero gettoni ne ho ancora pochi... :asd: :asd: :asd:

Immagine


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 16:41 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
Bhè sai comm'è solita storia

Da piccolo, mentre camminavo di sera in un quartiere malfamato, venni morso sul collo da un cupo robot e cos.... ahem no, quella è un altra storia

:D

diciamo che è una passione che ho sin da quando ho memoria ;)

_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 02, 2007 18:38 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: ven set 03, 2004 23:47
Messaggi: 8032
Località: Roma
Magalia.
Chi si ricorda di lei?
Al vincitore un grandissimo premio....

un caloroso Ciriciaooooo

_________________
https://pbs.twimg.com/profile_images/1121322043/antiK.jpg


Top
 

 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mar 03, 2007 14:33 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio apr 01, 2004 18:20
Messaggi: 5694
Località: Altopiano di Leng
Daltanius era carino, e la sigla col doppio senso (tutto disintegra quando gli girano/ le lame boomerang)... un mito! Se non ricordo male, in tv sfumava a "le lame boomerang" tre parole che non si sentivano

_________________
"[...]vedete dei marinai che stanno scaricando delle tasse..."
-Grande Pacho 'M Hell-


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010