Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è lun giu 01, 2020 01:35

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: dom nov 11, 2012 13:17 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: gio dic 15, 2005 16:15
Messaggi: 3079
Località: TERNI!
Salve a tutti amisci, sto mettendo in piedi una campagna di D&D Epic six, che per chi non lo conoscesse è un Home Rule che cambia più o meno radicalmente il gioco, concentrandolo nei primi 6 livelli, stabilendo dunque un livello medio-basso di potere.
Per maggiori info consultate i seguenti link per una visione generale, delle classi e delle razze (eng)


Quello che vi chiedo è una mano al livello di ambientazione. L'idea di base è abbastanza ambiziosa, difatti volevo concedere un ambientazione "sandbox" in stile skyrim, dove gli avventurieri possano girare liberamente in cerca di quest, senza seguire una trama principale obbligatoria.
Alcuni punti fermi dell'ambientazione sono:
-Livello di magia medio-basso (pochi oggetti magici)
-Una grande città portuale dove svolgere principalmente l'avventura
-Le creature fantastiche non sono ordinarie
-I non umani (principalmente Elfi, Nani, Hin ed orchi) vivono in enclavi o ghetti
-Niente Gnomi :D
-Livello di Tecnologia medio-basso (pochissima polvere da sparo in mano a pochi eletti)
-Niente psionici
-Bassa influenza planare

Ambientazione Città:
La città è nata all'interno di un golfo naturale a forma di luna crescente, probabilmente di origine vulcanica. Ha una struttura simile a venezia, sviluppandosi verso il mare piuttosto che verso terra, poichè circondata da un alta catena montuosa.
La città è retta da un Governatore eletto dai cittadini, i più abbienti hanno un potere di volto pari a 100 cittadini comuni. Schiavi e non umani non possono votare. All'interno della città c'è un circolo di maghi, retto a sua volta da un arcimago eletto dai capi scuola di ogni branca di magia. Tutti gli umani venerano un unico dio Del sole, gli altri culti vengono tollerati ma non possono essere professati se non nelle enclavi non umane o al di fuori delle mura. A capo del clero c'è Il sommo sacerdote/essa, eletto dal concilio cardinalizio. Una grande città portuale vuol dire anche una grossa gilda di ladri: La gilda è retta da un triumvirato "elettivo". I non umani si organizzano in sindacati in base alla loro razza, a capo della comunità non-umana v'è un portavoce, solitamente un Elfo, ma in passato vi sono stati anche Nani ed Orchi, ma mai un Halfling.

Tutti i capi di queste associazioni si riuniscono segretamente nel momento del bisogno. L'influenza del singolo deriva dalle condizioni della città e dalla conseguente pressione sociale che può esercitare, anche se solitamente Il Seggio del governatore ha molta influenza, mentre quello dell'arcimago si limita a fare da cronista e garante dello svolgimento. Il rappresentante dei non umani difficilmente riesce a far sentire la sua voce, salvo sporadiche alleanze con il collegio arcano o la gilda dei ladri.
Il Capo della gilda dei ladri veste sempre una maschera magica che nasconde la sua identità, in modo tale che i tre triumviri al comando possano avvicendarsi al concilio e come effetto secondario, in questo modo nascondono anche l'attuale assetto della gilda, celando gli eventuali cambi di potere interni e mantenendo dunque un assetto stabile, almeno per gli occhi esterni.

Al livello di influenze Giddierristiche intendo prendere spunto da 3 ambientazioni:
Games Of Thrones, Dragon Age ed un pizzico di Eberron.





Quello che vi chiedo sono principalmente 3 cose:
-Pareri su quanto ho scritto fino ad ora
-Idee per l'ambientazione (rovine, villaggi, rocche, Leggende, Razze, Usi e costumi, Casate ecc...)
-Idee per L'avventura (dungeon, spunti di avventura, story line principale, quest secondarie ecc...)


grazie in anticipo ragazzi :D

_________________
ebbbene si ho tolto la mia firma storica :sese:
Immagine
Affiliato alla frangia anti D&D4th

i dadi sono sempre utili a chi gioca a D&D e Vampire


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: dom nov 11, 2012 17:57 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3925
Località: Bergamo
Per la "poca magia", puoi prendere spunto dal mio topic Aiuto per campagna D&D 3.5 a basso tasso magico. sempre in questa sezione. con quegli accorgimenti sia io che i giocatori ci siamo trovati abbastanza bene!

Quanto all'ambientazione, perché non usi il setting delle cronache del ghiaccio e del fuoco di Martin? Mi sembra ben adatto alla tua idea, non ti serviranno molte modifiche.

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: dom nov 11, 2012 18:49 
Non connesso
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: gio mag 03, 2007 02:05
Messaggi: 14507
Località: Manduria - Roma (molto poca)
Quanto hai scritto è bello, una curiosità: fuori dalla città i non umani sono più liberi di girare liberamente e magari anche piuttosto arrabbiati per la scomodità cittadina? Se sì i non umani cittadini che rapporti hanno con i non umani non cittadini?

_________________
Amore è la legge, amore sotto la volontà

Ogni uomo ed ogni donna è una stella.


Liber AL vel Legis


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: dom nov 11, 2012 20:20 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: gio dic 15, 2005 16:15
Messaggi: 3079
Località: TERNI!
mha, pensavo di inserire la città sotto uno scenario di un impero più vasto, dove la ghettizzazione dei non umani è abbastanza normale e diffusa, pensavo anche di ricadere negli stereotipi più classici del fantasy, facendo farei ai Nani la parte degli ebrei, quindi estremamente ricchi noti per le loro banche, agli elfi la parte degli "abbraccia alberi" riprendendo le usanze dei dalish in dragon age, con magari una classe "borghese" emergente e diselfizzata che risiede da secoli nelle città umane, meglio accettata dagli umani. Gli hin dovrebbero essere dei vagabondi, stile zingari, quindi vivrebbero in quartieri fuori le mura o in orti all'interno della città. Per quanto riguarda gli orchi li vedo bene come i Negri. Tribali e vivono con gli umani solo in quanto deportati e schiavizzati. Potrei anche inserire qualche compagnia mercenaria composta da soli orchi.

Fuori dalle città quindi ci metterei solo gli elfi nelle foreste, bande di orchi dediti al banditismo stile spartaco e Halfling itineranti.
I nani li rilegherei solo nelle città umane, con un trattamento preferenziale con gli stessi anche se colmo di contraddizioni. Riprendendo di pari passo la storia ebraica, gli affiderei una dimora ancestrale andata distrutta, stile Moria.

Fuori dalla città vivono inoltre popolazioni nomadi umane, ma sono rare e distanti dalla città, ed hanno un buon rapporto con gli elfi ma pessimo con gli orchi. Concettualmente li farei in stile Dothraki di GoT.

_________________
ebbbene si ho tolto la mia firma storica :sese:
Immagine
Affiliato alla frangia anti D&D4th

i dadi sono sempre utili a chi gioca a D&D e Vampire


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: lun nov 12, 2012 01:07 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar set 23, 2008 21:38
Messaggi: 1683
Località: Calimport - San Mauro Pascoli
A me ispira un bel po' tutto quello che hai scritto, mi piacerebbe un casino giocare una campagna del genere, soprattutto se gli venisse associata la variante low-magic di Dmi. Per il resto hai già pensato ad eventuali altre città? Sono tipo feudi? Città-stato? Se fanno parte di un impero che rapporti hanno col governo centrale? Anche le altre sono rette da un governatore eletto? Sono in conflitto tra di loro? C'è una particolare città rivale della città principale? C'è stato qualche evento particolare nella storia del luogo? Conflitti? Meteoriti? Piogge di cavallette? Un Signore Oscuro ha regalato degli anelli ai governatori delle città? O delle uova di drago? Il padre di uno dei personaggi è stato investito della carica di Primo Cavaliere del Governatore? C'è un ragno nel consiglio? Ok ho finito per delirare mam agari in mezzo ai copyright riesci a trovare qualche spunto :goccia:

_________________
"Anything you can think to do, you can do. But not if you're looking at your character sheet for inspiration, because they can't possible outline every possible action, no matter how many powers you have."

Immagine


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: lun nov 12, 2012 11:57 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: gio dic 15, 2005 16:15
Messaggi: 3079
Località: TERNI!
è proprio su queste che mi serve il vostro aiuto! se avete in mente "quest" da inserire nel gioco, ben vengano.

Ad ogni modo la città l'ho immaginata come una repubblica marinara italiana. Insomma un enclave fuori dalla giurisdizione di un impero più grande, che molto spesso è più ricca dell'impero stesso.

Però ripeto, se avete in mente quest anche da una sola sessione di gioco, sviluppi nella trama cittadina, PNG da inserire, organizzazioni e quant'altro, a me fa comodo avere una risorsa da cui pescare!

_________________
ebbbene si ho tolto la mia firma storica :sese:
Immagine
Affiliato alla frangia anti D&D4th

i dadi sono sempre utili a chi gioca a D&D e Vampire


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: lun nov 12, 2012 14:59 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: ven set 03, 2004 23:47
Messaggi: 8032
Località: Roma
Lokunos ha scritto:
Ad ogni modo la città l'ho immaginata come una repubblica marinara italiana. Insomma un enclave fuori dalla giurisdizione di un impero più grande, che molto spesso è più ricca dell'impero stesso.

Una città stato o una repubblica marinara confinante con un impero o giù di li tipo Hong Kong o le vecchie Amalfi e Venezia, mi fa pensare a tre cose:
1° Una difficile situazione politica sempre sull'orlo della crisi tra i due
2° La città stato possiede o delle doti diplomatiche sensazionali o al suo interno vi è un qualcuno molto al di sopra della media (tipo Symbul) con la quale non è salutare intromettersi.
La seconda ipotesi andrebbe a cozzare lievemente con l'ambientazione low magic però quindi potrebbe essere che la città possiede una potente flotta.
3° L'impresa per la conquista della città non vale lo sforzo. Magari la città è costruita su una grande isola/penisola con un unico punto d'accesso e non essendoci risorse degne di nota l'impero non se ne cura.

Tra le tre, la prima ipotesi è quella che più m'intrigherebbe. Una zona sempre sull'orlo della guerra aperta con il primo cittadino che cerca di sventare minacce

_________________
https://pbs.twimg.com/profile_images/1121322043/antiK.jpg


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: lun nov 12, 2012 15:30 
Non connesso
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: gio mag 03, 2007 02:05
Messaggi: 14507
Località: Manduria - Roma (molto poca)
Il primo scenario proposto da Skaan è sicuramente il più bello dei tre.
Ci sono limiti tra le razze che i giocatori possono scegliere (tra quelle che hai elencato)?
Potresti fare delle mini quest politiche per confermare o confutare stereotipi e bugie xenofobe per confermare/abbattere il potere delle città stato, anche a favore/sfavore dell'impero nell'ottica dello scenario di Skaan.

_________________
Amore è la legge, amore sotto la volontà

Ogni uomo ed ogni donna è una stella.


Liber AL vel Legis


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: lun nov 12, 2012 17:01 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: gio dic 15, 2005 16:15
Messaggi: 3079
Località: TERNI!
ottimo ottimo L'idea di una condizione politica precariami alletta parecchio, comunque le razze concesse sono quelle nella descrizione per EP6 con qualche limitazione: umani (comprendenti Mezz'elfi, mezz'orchi, metropolitani, nobile, e rurale. Niente Mezzi-nani che mi fa rabbrividire il solo pensiero) halflings (solo Streetwhise e Lightfoot), Elfi (wood e gray) Nani (city, mountain e rune) Ed Orchi (Desert, mountain).

Pensavo di adottare il sistema per le armi ed armature di Dmjtrij ed anche quello dei PF PV con una piccola modifica:

In pratica, al primo livello si stabiliscono solo i PF. Dal 2° in poi si tirano i PV.
In caso di critico si intaccano direttamente i PF e si tira un dado percentuale per determinare il punto del critico (ricopio la tabella di DarkHeresy ot similia) nel caso in cui il bersaglio non muoia sul colpo l'arto si spezza, determinando un malus al txc nel caso delle braccia e la perdita dell'uso dello stesso. Nel caso delle gambe si dimezza il moviemento, nel caso del torace si hanno malus consistenti e status alterati in base al tipo di danno. Se viene colpita la testa il soggetto cade a terra svenuto.
Se il soggetto scende sotto i 0 a causa di un critico rischia l'amputazione dell'arto o la morte istantanea se colpito alla testa.

_________________
ebbbene si ho tolto la mia firma storica :sese:
Immagine
Affiliato alla frangia anti D&D4th

i dadi sono sempre utili a chi gioca a D&D e Vampire


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: lun nov 12, 2012 17:09 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3925
Località: Bergamo
Sulla città marinara, puoi prendere spunto dalle città olandesi (Amsterdam, Rotterda, Anversa,...) del 1500 e il loro rapporto con l'impero di Carlo V. Erano sottoposte al dominio imperiale ma godevano di grande autonomia. L'imperatore faceva cassa con queste città, ma politicamente godevano di ampi spazi proprio perché facevano valere il loro peso economico. Inutile dire che la situazione era sempre sull'orlo del baratro, con la borghesia mercantile che tentava di svincolarsi dai legacci fiscali imperiali, l'impero costretto a numerose concessioni politiche pur di non perdere la fonte di reddito, i borgomastri che mediavano tra le parti, le lotte religiose interne spesso politicizzate (cattolici filo imperialisti, luterani filo borghesi, anabattisti rivoluzionari collettivisti).
Se hai tempo, ti consiglio vivamente la lettura del romanzo di Luther Blisset "Q", un vero capolavoro, ti ispirerà un sacco.

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [E6] campagna "sandbox"
MessaggioInviato: mar nov 13, 2012 23:21 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 ICQ  Profilo

Iscritto il: gio dic 15, 2005 16:15
Messaggi: 3079
Località: TERNI!
ultimamente non ho tanto tempo per leggere romanzi, soprattutto per comprarne :D Comunque la situazione olandese la conosco, come quella italiana, relativamente bene visto che ho fatto un esame di storia medioevale al riguardo. Grazie comunque per la dritta.

Rinnovo a tutti l'invito per quanto riguarda i png dell'ambientazione, mi servirebbe davvero una mano per integrare gruppi ed associazioni all'interno della campagna.

_________________
ebbbene si ho tolto la mia firma storica :sese:
Immagine
Affiliato alla frangia anti D&D4th

i dadi sono sempre utili a chi gioca a D&D e Vampire


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010