Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è lun mar 25, 2019 16:09

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: mar nov 03, 2009 13:38 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3900
Località: Bergamo
Per quanto il proliferare di materiale (sia in seconda che in terza edizione di D&D) abbia portato, in seno alla società drow, alla nascita e allo sviluppo di fedi e culti differenti, le ultime pubblicazioni indicano chiaramente come il peso e l'influenza delle divinità minori sulla vita dei drow sia senza dubbio da ridimensionare.
Senza dimenticare che se Ghaunadaur, Vhaeraun ed Elistraee sono a tutti gli effetti divinità minori, e Selvetarm e Kiarlansee sono addirittura semidivinità, è utile sottolineare che

Drow of the Underdark ha scritto:
[...]Per i drow, esiste solo Lolth.
Questo può essere sorprendente per molti studiosi, convinti che il panteon drow sia composto da più divinità. Cosa particolarmente vera per l'ambientazione dei Reami Perduti, dove entità come Ghaunadaur e Vhaeraun appaiono nelle pratiche religiose degli elfi scuri.
Ma queste divinità, al di là di quali singoli potenti personaggi possano riverirli, sono nella "migliore" delle ipotesi secondarie, appena percettibili all'ombra della Regina Ragno. I drow le onorano, ma nel complesso non le considerano vere divinità, e nessuna di esse è adorata con la stessa intensità - e neppure temuta col medesimo, reverenziale terrore - elargita a Lolth.

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: mar nov 03, 2009 15:08 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 33482
Località: Valm Neira
Da quel poco che so, Elistraee non dovrebbe essere... morta? :grat:

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: mar nov 03, 2009 15:37 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3900
Località: Bergamo
Solo con il passaggio alla 4° edizione :sisi:
Infatti ho etichettato il topic come 3.x :carta:

In ogni caso, la mia personale lettura vede nella diminuzione del pantheon drowish nel passaggio dalla 3° alla 4° edizione come una conferma definitiva del fatto che le divinità minori siano state una relativamente lunga ma sicuramente debole parentesi nella storia della razza degli elfi scuri faeruniani.
Il destino dei drow è sempre stato saldamente nelle mani della Regina Ragno.

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: dom nov 15, 2009 17:04 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5258
Località: Soncino (CR)
Ehhh!
Tutto verissimo.
Interessante il passaggio e interpretabile da ogni punto di vista.
Per quanto i drow si siano combattuti anche tra loro in virtù delle diverse fedi, Lloth è sempre stata costante in tutti loro, una presenza tutt'altro che ignorabile.
Laddove una volta la molteplicità delle divinità rapppresentava una base per svluppare campagne di gioco con cultisti a caccia di blasfemi, con l'avvento delle ultime edizioni tale esigenza si è resa meno pressante.
Prima se interpretavi un drow, era meglio lo facessi all'interno di una campagna drow, per questioni di equilibrio di razza.

Con la semplificazione degli elfi scuri a livello ruolistico e la spinta "verso la superficie" di tali personaggi, alla fine divinità meno carismatiche hanno perso il loro motivo d'essere.
Almeno, io la leggo così.
Mi complimento molto con Dmitrij per aver sottolineato questo aspetto :inchino:

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: dom nov 15, 2009 20:42 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 27, 2005 11:06
Messaggi: 5033
Località: Togarini
si potrebbe avere un topic con i cambiamenti delle trame dalla 3.5 alla 4.0 ?

_________________
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Membro non-morto E fondatore della Frangia Anti-4th


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: dom nov 15, 2009 22:37 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5258
Località: Soncino (CR)
In tutta umiltà, Ravenard, io non ne sono in grado perché i manuali della 4° edizione li ho tenuti debitamente alla larga.
Però pare che attraverso i romanzi qualcosa traspaia. In particolare nella saga "The Lady Penitent" di cui c'è qualche recensione (io ho fatto solo quella sull'ultimo dei tre) nella sezione "Bibliografia Drow", si trova qualche accenno romanzato sui cambiamenti cui i drow vanno incontro.
L'ultimo della trilogia in particolare rivela la nuova strada dei drow.
Manualisticamente parlando invece mi rivolgo a chi ha avuto modo di confrontare le due edizioni.
Se pescassi qualcosa in giro non mancherò di segnalarla :occhio:

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: gio ott 28, 2010 19:20 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: dom set 24, 2006 11:52
Messaggi: 804
Località: Terre Oscure
Muzedon ha scritto:
Da quel poco che so, Elistraee non dovrebbe essere... morta? :grat:

Forse :rockrulez:

_________________
Seguace di Eilistraee...
Potere alla Vergine Oscura!

“E tu lo sai, quello che ho visto aveva di che nauseare ogni dio normalmente costituito. La vostra incompetenza a gestire il mondo è incommensurabile. Mandate in cancrena tutto cio che toccate....ho voluto avvicinarmi agli uomini ma loro sono piccoli....e lo rimarranno eternamente, con i loro nazionalismi, le loro religioni, la loro inattitudine al potere e i loro limiti temporali.... Perche questo è il vostro punto debole.... Non vivete abbastanza per afferrare e misurare il valore delle cose essenziali.... Mea culpa! Noi, gli dei, abbiamo sbagliato!”
Horus di Ierakonopolis


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: mer dic 08, 2010 13:55 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: dom set 24, 2006 11:52
Messaggi: 804
Località: Terre Oscure
Nel complesso questa scelta come definita nell'estratto sopra mi suona comunque un abuso e una rinuncia a quanto fatto finora...

_________________
Seguace di Eilistraee...
Potere alla Vergine Oscura!

“E tu lo sai, quello che ho visto aveva di che nauseare ogni dio normalmente costituito. La vostra incompetenza a gestire il mondo è incommensurabile. Mandate in cancrena tutto cio che toccate....ho voluto avvicinarmi agli uomini ma loro sono piccoli....e lo rimarranno eternamente, con i loro nazionalismi, le loro religioni, la loro inattitudine al potere e i loro limiti temporali.... Perche questo è il vostro punto debole.... Non vivete abbastanza per afferrare e misurare il valore delle cose essenziali.... Mea culpa! Noi, gli dei, abbiamo sbagliato!”
Horus di Ierakonopolis


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: gio dic 09, 2010 14:58 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3900
Località: Bergamo
Spiegati meglio, sono curioso

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: gio giu 18, 2015 11:35 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: gio giu 18, 2015 04:24
Messaggi: 10
Perdonatemi il necro, ma questo topic mi interessa particolarmente.

Muzedon ha scritto:
Da quel poco che so, Elistraee non dovrebbe essere... morta? :grat:


Ora non più, Ed Greenwood ha confermato che sia Eilistraee che Vhaeraun sono vivi nell'era presente dei Realmi viewtopic.php?f=119&p=350263#p350263

Dmitrij ha scritto:
conferma definitiva del fatto che le divinità minori siano state una relativamente lunga ma sicuramente debole parentesi nella storia della razza degli elfi scuri faeruniani.
Il destino dei drow è sempre stato saldamente nelle mani della Regina Ragno.


Potrei essere d'accordo per Selvetarm/Kiaransalee, ma non per Eilistraee e Vhaeraun. Entrambi i gemelli sono giunti e sono stati conosciuti dagli elfi scuri di Toril prima di Lolth, ed hanno ottenuto entrambi parecchi seguaci negli antichi regni degli elfi scuri di Miyeritar (la cui religione principale era praticamente quella di Eilistraee) e Ilythiir, rispettivamente, quando l'influenza della loro madre non aveva ancora iniziato a diffondersi. In diverse ere della storia elfica, con (in ordine cronologico) la creazione di Evermeet (e la distruzione che essa ha protato in Ilythiir) ed il Disastro Oscuro (distruzione di Miyeritar tramite pseudo-apocalisse magica), gli elfi hanno fatto sterminio dei seguaci di entrambi divinità (la fede di Eilistraee è praticamente collassata), rafforzando indirettamente Lolth (la % di drow a lei fedeli aumentava). Più tardi, con l'esilio dei drow, Corellon le ha praticamente consegnato gli elfi scuri, dato che lei era l'unica divinità più ''forte'' rimasta e che la Seldarine aveva voltato loro le spalle. Nel tempo, nonostante tutto questo, i due figli di Lolth sono comunque riusciti ad attrarre nuovamente una buona parte dei drow verso le loro idee (Ed Greenwood ha detto che il 20% dei drow venera Eilistraee, una % perfino maggiore, anche se parzialmente sovrapposta con quella di Eilistraee, Vhaeraun http://forum.candlekeep.com/topic.asp?T ... =67#159733 ). Quindi non direi affatto che Eilistraee e Vhaeraun siano una parentesi ''debole'' della storia degli elfi scuri (e sicuramente non chiusa, visto che i due sono di nuovo attivi e la loro influenza è scomparsa solamente per 1 secolo, in confronto a decine di millenni di attività).

Cita:
Ma queste divinità, al di là di quali singoli potenti personaggi possano riverirli, sono nella "migliore" delle ipotesi secondarie, appena percettibili all'ombra della Regina Ragno. I drow le onorano, ma nel complesso non le considerano vere divinità, e nessuna di esse è adorata con la stessa intensità - e neppure temuta col medesimo, reverenziale terrore - elargita a Lolth.


Chissà come mai, ma qualcosa mi dice che i seguaci delle altre divinità (che, per quanto detto sopra, non sono quattro gatti) non la pensino allo stesso modo, sia riguardo a ''non considerarle vere divinità'' che a non adorarle con intensità (specialmente considerata l'intensità e l'abbandono dei rituali dei seguaci di Eilistraee) :wink:

Sheyraen ha scritto:

Ehhh!
Tutto verissimo.
Interessante il passaggio e interpretabile da ogni punto di vista.
Per quanto i drow si siano combattuti anche tra loro in virtù delle diverse fedi, Lloth è sempre stata costante in tutti loro, una presenza tutt'altro che ignorabile.
Laddove una volta la molteplicità delle divinità rapppresentava una base per svluppare campagne di gioco con cultisti a caccia di blasfemi, con l'avvento delle ultime edizioni tale esigenza si è resa meno pressante.
Prima se interpretavi un drow, era meglio lo facessi all'interno di una campagna drow, per questioni di equilibrio di razza.

Con la semplificazione degli elfi scuri a livello ruolistico e la spinta "verso la superficie" di tali personaggi, alla fine divinità meno carismatiche hanno perso il loro motivo d'essere.
Almeno, io la leggo così.
Mi complimento molto con Dmitrij per aver sottolineato questo aspetto :inchino:


Semplificazione è solo parte della ragione dei cambiamenti della 4e. Chirs Perkins ha esplicitamente detto che Eilistraee è stata messa da parte perché, in poche parole, 1)OMG, troppe divnità 2)Drizzt (e i PG) deve essere il più speciale in assoluto!!11!! http://forum.candlekeep.com/topic.asp?TOPIC_ID=19597 :roll:
Sono davvero felice che abbiano deciso di ''rivedere'' questo approccio e far ritornare lei e suo fratello nei Forgotten Realms.


Cita:
divinità meno carismatiche


Meno carismatiche? Eilistraee e Vhaeraun sono praticamente ciò che fa dei drow di Faerun... beh, i drow di Faerun (e non ''drow di Greyhawk 2.0''). Sono un elemento estremamente caratteristico ed iconico, almeno quanto Lolth (che --personalmente-- non mi dice proprio nulla). Non importa se il loro potere è piccolo rispetto a quello di loro madre (il valore di un personaggio non si misura con la sua ''potenza''), essere ribelli/rinnegati è parte del loro fascino e la loro battaglia per liberare la loro gente da Lolth (ognuno dei due con le sue idee) e forgiare il loro posto nel mondo è senza dubbio affascinante (così come lo è l'intera relazione familiare Eilistraee-Corellon-Lolth-Vhaeraun). Inoltre, sia Eilistraee che Vhaeraun hanno una personalità nettamente definita (con un loro unico carisma), un ruolo ed una storia che sono parte integrante ed importante di quella del loro popolo (e che la arricchisce grandemente). Anche il loro legame con i loro seguaci drow è profondo (specialmente per Eilistraee, con la sua scelta di condividere l'esilio e la sofferenza del suo popolo, per poter essere una madre ed un faro di speranza per loro, nel ruolo datole da Ed) ed è nettamente diverso da quello di Lolth (che non ha un legame con i drow, quanto un guinzaglio). Sono profondamente dettagliati ( http://forgottenrealms.wikia.com/wiki/Eilistraee ) e davvero ben fatti (non sono ''Eilistraee, la dea della danza'' e ''Vhaeraun, il dio dei ladri'' messi li giusto per giustificare PG drow, sono MOLTO più di questo), personaggi interessanti almeno quanto loro madre.

Inoltre entrambi contribuiscono a dare ai drow qualcosa che è sempre ben accolto: varietà di idee e scopi. Dire che un popolo intelligente è interamente malvagio eccetto 2 tizi, che ha sofferto tirannia, vita orrida (al punto del ridicolo), stagnazione e totale assenza di sviluppo, che ha visto il controllo della propria vita sottrattogli nel nome di una religione (Elaine lo illustra molto bene nei libri di Liriel) per MILLENNI, senza ribellarsi o cercare un'altra via, suona di caricatura ed è un concetto piuttosto scadente. In pratica i drow diventano mostri glorificati (perché ''fighi''), pressoché tutti con la stessa mentalità e scopo.

Cita:
[...]Laddove una volta la molteplicità delle divinità rapppresentava una base per svluppare campagne di gioco con cultisti a caccia di blasfemi, con l'avvento delle ultime edizioni tale esigenza si è resa meno pressante[...]


La molteplicità delle divinità drow non è qualcosa di così banale: come ho appena descritto (almeno per Eilistraee e Vhaeraun) essi arricchiscono e danno profondità ai drow come razza (una profondità e varietà di cui hanno definitivamente bisogno) e offrono molteplici spunti per storie, oltre ad essere personalità affascinanti di loro.

Cita:
[...]Prima se interpretavi un drow, era meglio lo facessi all'interno di una campagna drow, per questioni di equilibrio di razza. Con la semplificazione degli elfi scuri a livello ruolistico e la spinta "verso la superficie" di tali personaggi, alla fine divinità meno carismatiche hanno perso il loro motivo d'essere.[...]


Seguaci di Eilistraee (e, a seconda del tipo di campagna, anche di Vhaeraun) non avrebbero alcuna difficoltà ad integrarsi in un party di superficie, datane la possibilità.

Cita:
[...] hanno perso il loro motivo d'essere


Forse per la WotC (anche se ora non più). Per molti sia Eilistraee che Vhaeraun sono strettamente necessari ed un fattore caratterizzante per i drow (diciamo che l'esito de ''The Lady Penitent'' non è stato ben accolto dai fan dei FR, così come molti altri cambiamenti della 4e :wink: ), quindi ''hanno perso il loro motivo d'essere'' non è per nulla vero (o meglio, è completamente soggettivo, e coloro che non vogliono includerli possono tranquillamente ignorarli). Inoltre non ha molto senso rimuovere qualcosa di unico e caratterizzante perché non ritenuto necessario: nulla è ''necessario'', ma personaggi, fazioni, ideologie ben curate e che sono a tema con il mondo, contribuiscono ad arricchire ambientazioni fantasy, rendendole interessanti e uniche. Eilistraee e Vhaeraun sono stati parte dei Reami fin dall'inizio (Ed Greenwood aveva già creato entrambi nella sua versione del mondo, quando TSR gli chiese di creare altre divinità per i drow) e parte integrante dei drow, rimuoverli solo perché non erano in linea con la filosofia di game-design del momento non si è rivelata una buona scelta per la WotC (o i 4e FR in generale, tanto che molto di ciò che è sato ingiustamente rimosso sta venendo ripristinato).


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: gio giu 18, 2015 13:46 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: gio giu 18, 2015 04:24
Messaggi: 10
Irennan ha scritto:


Cita:
Ma queste divinità, al di là di quali singoli potenti personaggi possano riverirli, sono nella "migliore" delle ipotesi secondarie, appena percettibili all'ombra della Regina Ragno. I drow le onorano, ma nel complesso non le considerano vere divinità, e nessuna di esse è adorata con la stessa intensità - e neppure temuta col medesimo, reverenziale terrore - elargita a Lolth.


Chissà come mai, ma qualcosa mi dice che i seguaci delle altre divinità (che, per quanto detto sopra, non sono quattro gatti) non la pensino allo stesso modo, sia riguardo a ''non considerarle vere divinità'' che a non adorarle con intensità (specialmente considerata l'intensità e l'abbandono dei rituali dei seguaci di Eilistraee) :wink:


C'è anche un altro fatto da considerare. Tutti i drow, dalle matrone agli schiavi, sentono il richiamo di Eilistraee (attraverso visioni, sogni o emozioni, che mostra loro una vita diversa, con tutto quello che è stato loro negato). Ad un certo punto della loro vita tutti i drow vengono a sentire Eilistraee, anche se molti non capiscono, o rifiutano le sue visioni o non trovano la volontà di abbandonare Lolth per Eilistraee. Ciononostante, molti drow (perfino coloro che non abbandonano Lolth) anelano segretamente la dea e ciò che lei rappresenta (ed infatti non è troppo raro che i drow che hanno sentito il richiamo della Danzatrice scelgano di risparmiare i suoi seguaci in caso di scontri -e vittoria-, o di fermarsi a guardare una delle loro danze, qualora dovessero imbattersi in esse, o perfino di non menzionare attività di seguaci della Dea alle sacerdotesse di Lolth). Quindi, alla luce di questi fatti, non direi che Eilistraee è appena percettibile nell'ombra di Lolth. Tutto questo è descritto da Ed Greenwood qui: http://forum.candlekeep.com/topic.asp?T ... =67#159733 (verso la fine).


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: gio giu 18, 2015 22:36 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5258
Località: Soncino (CR)
Piacere di conoscerti Irennan!
Devo confessare che non ce l'ho fatta a leggere proprio tutto quello che hai scritto e mi sono concentrata invece sulle parti in cui rispondevi a me, citando le mie parole.
A parte che ogni volta che ci si addentra in argomento "Edizioni di d&d", si rischiano flame e stravolgimenti di fegati :blll: , mi preme comunque dirti che mi sa tu abbia frainteso, almeno per quel che mi riguarda, il mio punto di vista.
Non ho mai detto che PER ME, quelle divinità non erano rilevanti o carismatiche, o interessanti.
Anzi!
Avendo letto i romanzi di Ed Greenwood, ho vissuto l'evoluzione dei drow fino a quella che personalmente considero il loro "pseudo-annientamento", ossia fino all'epilogo (da te citato peraltro) di "The Lady Penitent".
Un finale in cui i drow non sono più drow a mio avviso.

Ti confesso che non ho grande entusiasmo a farmi trascinare in una discussione di approfondimento relativa alle motivazioni delle case editrici in merito all'evoluzione del gioco.
Mi limito, in tutta modestia, a osservare che la direzione presa non è di mio gradimento, appiattisce e impoverisce, smussando troppo quelle esagerazioni se vogliamo, quelle cose che hai definito da qualche parte (non sto a citare parola per parola, ma giusto il senso se me lo concedi), quasi una "macchietta", quelle spigolature insomma che nel bene e nel male, davano una caratterizzazione di razza più significativa.

Non so come stanno le cose allo stato attuale.
Mi sono allontanata dalle nuove edizioni nel momento in cui ho capito che non esercitavano su di me la stessa attrattiva delle precedenti.
Diciamo che semplicemente, ho visto una razza diventare una cosa diversa e più "a portata di tutti".

Ho comunque smesso di portare la bandiera della 2° edizione in guerra e lascio che ognuno si scavi il proprio spicchio di paradiso in cui sguazzare e ruolare.

Concludo giusto dicendoti che sia Eilistraee che Vhaeraun li ho amati moltissimo in passato.
A mio avviso meritavano.
Per la massa forse, quella che non si tuffa nei romanzi e non segue le evoluzioni delle ambientazioni, magari sono risultati invece più sbiaditi.
Ecco ciò che intendevo.

Comunque sul serio, non ce la faccio a seguire una discussione che smonta ed esamina pezzo per pezzo, parola per parola, un messaggio originale (anche un po' datato anche, e dunque scritto forse sull'onda di altri sentimenti) e spero tu non me ne voglia se non approfondisco più di così, nella speranza comunque che il senso generale (e non alla sillaba) si possa coglierlo comunque.

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: ven giu 19, 2015 00:54 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: gio giu 18, 2015 04:24
Messaggi: 10
Sheyraen ha scritto:
[color=#BF40FF]Piacere di conoscerti Irennan!
Devo confessare che non ce l'ho fatta a leggere proprio tutto quello che hai scritto e mi sono concentrata invece sulle parti in cui rispondevi a me, citando le mie parole.
A parte che ogni volta che ci si addentra in argomento "Edizioni di d&d", si rischiano flame e stravolgimenti di fegati :blll: , mi preme comunque dirti che mi sa tu abbia frainteso, almeno per quel che mi riguarda, il mio punto di vista.
Non ho mai detto che PER ME, quelle divinità non erano rilevanti o carismatiche, o interessanti.
Anzi!
Avendo letto i romanzi di Ed Greenwood, ho vissuto l'evoluzione dei drow fino a quella che personalmente considero il loro "pseudo-annientamento", ossia fino all'epilogo (da te citato peraltro) di "The Lady Penitent".
Un finale in cui i drow non sono più drow a mio avviso.

Ti confesso che non ho grande entusiasmo a farmi trascinare in una discussione di approfondimento relativa alle motivazioni delle case editrici in merito all'evoluzione del gioco.
Mi limito, in tutta modestia, a osservare che la direzione presa non è di mio gradimento, appiattisce e impoverisce, smussando troppo quelle esagerazioni se vogliamo, quelle cose che hai definito da qualche parte (non sto a citare parola per parola, ma giusto il senso se me lo concedi), quasi una "macchietta", quelle spigolature insomma che nel bene e nel male, davano una caratterizzazione di razza più significativa.


Piacere di conoscerti anche per me. Si, ho completamente frainteso quello che volevi dire (infatti sono d'accordo con te) e ti chiedo scusa se il mio commento è apparso troppo veemente o aggressivo.

Cita:
Non so come stanno le cose allo stato attuale.
Mi sono allontanata dalle nuove edizioni nel momento in cui ho capito che non esercitavano su di me la stessa attrattiva delle precedenti.

Concludo giusto dicendoti che sia Eilistraee che Vhaeraun li ho amati moltissimo in passato.
A mio avviso meritavano.
Per la massa forse, quella che non si tuffa nei romanzi e non segue le evoluzioni delle ambientazioni, magari sono risultati invece più sbiaditi.
Ecco ciò che intendevo.


Lo stato attuale è sostanzialmente invertito a pre-Lady Penitent. Infatti ho creato questo account per informare (con questo thread) tutti coloro che sono interessati che almeno Eilistraee e Vhaeraun sono vivi nell'era presente dei Forgotten Realms, come recentemente confermato da Ed Greenwood (il che spero sia una bella notizia :) ). In pratica la Seldarine Oscura è ora composta da Eilistraee, Lolth e Vhaeraun.

Cita:
Comunque sul serio, non ce la faccio a seguire una discussione che smonta ed esamina pezzo per pezzo, parola per parola, un messaggio originale (anche un po' datato anche, e dunque scritto forse sull'onda di altri sentimenti) e spero tu non me ne voglia se non approfondisco più di così, nella speranza comunque che il senso generale (e non alla sillaba) si possa coglierlo comunque.


Ovviamente non me la prendo (e sei stata chiara nello spiegarti). Scusa ancora se il mio commento è apparso ''scontroso'', non era assolutamente mia intenzione.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: ven giu 19, 2015 03:25 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5258
Località: Soncino (CR)
Ahahaha!
ma no, figurati dai!
Non sei apparso particolarmente aggressivo, quanto accalorato semmai e questo è sempre sintomo di passione.
Le notizie che rechi sono belle, sì!
Senza voler apparire una nostalgica a tutti i costi (anche se magari un po' lo sono :blll: ), sapere che si possa tornare indietro di qualche passo per ridare splendore a qualcosa che non tutti coloro che si sono avvicinati al gioco di ruolo negli ultimi tempi, hanno avuto la fortuna di conoscere è una bella cosa.
In fondo è anche un gesto che riconosce il valore di queste sfumature che rendevano ricca e poliedrica un'ambientazione tra le più affascinanti mai create.
Non appena il tempo mi concederà un po' di spazio libero, cercherò di approfondire la notizia che rechi.
E grazie, piuttosto, per la passione che mostri :ok:

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [D&D 3.x - Base e FR] La supremazia di Lolth
MessaggioInviato: ven giu 19, 2015 03:53 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: gio giu 18, 2015 04:24
Messaggi: 10
Sheyraen ha scritto:
Ahahaha!
ma no, figurati dai!
Non sei apparso particolarmente aggressivo, quanto accalorato semmai e questo è sempre sintomo di passione.
Le notizie che rechi sono belle, sì!
Senza voler apparire una nostalgica a tutti i costi (anche se magari un po' lo sono :blll: ), sapere che si possa tornare indietro di qualche passo per ridare splendore a qualcosa che non tutti coloro che si sono avvicinati al gioco di ruolo negli ultimi tempi, hanno avuto la fortuna di conoscere è una bella cosa.
In fondo è anche un gesto che riconosce il valore di queste sfumature che rendevano ricca e poliedrica un'ambientazione tra le più affascinanti mai create.
Non appena il tempo mi concederà un po' di spazio libero, cercherò di approfondire la notizia che rechi.
E grazie, piuttosto, per la passione che mostri :ok:


Heh, in questo momento il ritorno di Eilistraee e Vhaeraun è più un cenno del capo ai ''veterani'' che un invito alle ''reclute''. E' uno dei molteplici cambiamenti portati da un evento noto come ''Sundering'' (in pratica il passaggio alla 5e) che stanno venendo man mano descritti (o accennati) nei romanzi correnti. Il ritorno di Eilistraee è implicato infatti solo nell'ultimo libro di Ed (e chiarito insieme a quello di Vhaeraun nelle risposte alle domande che gli vengono poste sul sito ''Candlekeep'' da più di 11 anni ormai), e lui sta pianificando di dare più informazioni riguardo i due nei prossimi romanzi (inclusa, forse, la risposta alla possibilità che Eilistraee sia in qualche modo sopravvissuta alla fine di ''LP'').

Il fatto che Ed Greenwood stia lavorando per rimettere in gioco Eilistraee e Vhaeraun è sufficiente per me, ma al momento i nuovi giocatori/DMs non hanno opportunità di conoscerli se non attraverso i romanzi (anche se il fatto che Ed abbia tirato in ballo i 2 significa che la Wizard è ok con questo cambiamento e che ha dato il suo consenso), visto che ancora non esiste un manuale dell'ambientazione.


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010