Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è mar mag 18, 2021 19:28

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 106 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun feb 11, 2008 07:06 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Adoro tutto questo sapere!
Grazie Matrona Madre!

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun feb 11, 2008 15:44 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5708
Località: Soncino (CR)
Se Shraen ti sente chiamarmi "Matrona Madre", prima frusta te, poi manda a me qualche sicario :blll:
Dico... le mie lezioni sulla gerarchia a cosa sono servite?
Halbryn, anche se sei solo un maschio, queste cose DEVI saperle se vuoi sopravvivere qui :occhio:
Io sono una Sacerdotessa... Somma Sacerdotessa nel momento in cui la Dea (era Muze vestito da ragno... con la coda che gli spuntava anche dal costume! :ahah: ) mi ha assegnato la prestigiosa nomina di Maestra di Arach Tinilith.
Non ho fondato una mia casata (ancora) e quindi non posso fregiarmi del titolo di "Matrona Madre".

A volte ho seriamente il desiderio di trasformarti in una femmina drow (no tranquillo... togli le mani da lì!) perché saresti un allievo un po' distratto, ma molto, molto appassionato e questo mi piace :)

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun feb 11, 2008 18:44 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3932
Località: Bergamo
Volendo, posso sempre castare Metamorfosi su Halbryn :ahah:

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun feb 11, 2008 23:03 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Sheyraen ha scritto:
Se Shraen ti sente chiamarmi "Matrona Madre", prima frusta te, poi manda a me qualche sicario :blll:


Esagerata.... non sarà così tremenda. E poi la vita di un drow non ha senso se non è pervasa da un decoroso casino! :Sorrisone:


Sheyraen ha scritto:
Io sono una Sacerdotessa... Somma Sacerdotessa nel momento in cui la Dea (era Muze vestito da ragno... con la coda che gli spuntava anche dal costume! :ahah: ) mi ha assegnato la prestigiosa nomina di Maestra di Arach Tinilith.
Non ho fondato una mia casata (ancora) e quindi non posso fregiarmi del titolo di "Matrona Madre".


So che sei una Somma Sacerdotessa (una SS... :ahah: :ahah: Scherzo!) e credimi si vede. E' un piacere sentirti raccontare le storie su noi drow anche se parli alle tue allieve! :ahah:
Mio dio.. che angoscia il Muze così... nonononononono. E' troppo anche per me!
Quanto alla casata.. dovresti fondarne una! Ormai pare proprio ora....

Sheyraen ha scritto:
A volte ho seriamente il desiderio di trasformarti in una femmina drow (no tranquillo... togli le mani da lì!) perché saresti un allievo un po' distratto, ma molto, molto appassionato e questo mi piace :)


No ti prego Sheyraen, non puoi farmi questo... E chi ti rompe le scatole poi interrompendo le tue bellissime lezioni per inopportuni approfondimenti arcani secolari un po' scolastici! :D
No direi che è meglio che tieni gli stivali lontano da lì, io le mani ce le metto, non voglio rischiare questo :shock!: ! (hai visto mai... fidarsi di una femmina drow? tzè :ahah: )

Dimitrij... non farle venire in mente idee stupide! :shock: :shock!: :sad: :ahah: :ahah: :ahah: !!!

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: ven feb 15, 2008 16:42 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5708
Località: Soncino (CR)
Cari, indisciplinati allievi... torniamo in argomento prima che mi venga voglia di torturare qualcuno (Sì, Halbryn... hai il mio permesso di tremare :P).

Oggi parliamo degli incanti del primo livello e devo ancora decidere se poi proseguire in merito. Diciamo che con questa lezione, intendo fornire alle sacerdotesse più giovani, una prima conoscenza di base. Gli incantesimi sacerdotali sono molti in effetti e vederli tutti potrebbe indurre a confusione, mentre magari, successivamente, potremo affrontare altri argomenti che interessano di più il ruolo, piuttosto che il punto di vista "tecnico".
A ogni modo, avere almeno una prima infarinatura di quello che una sacerdotessa può veicolare è interessante e stimolante al tempo stesso.
Quindi eccolo qui.


Lezione 6
Incanti del primo livello


Cominciamo ora ad entrare nel dettaglio di alcuni incantesimi che anche voi potreste arrivare a conoscere e utilizzare. Più la sacerdotessa diviene potente, più ovviamente il potere dell'incanto è forte, segno del maggior favore della Dea.
(Per comodità li tratterò in ordine alfabetico).


(Benedizione) Cominciamo a parlare dell'incanto detto Benedizione. Esso consente di aumentare il morale degli alleati, che risulteranno più resistenti ad un incantesimo di paura, e di facilitare i loro attacchi in battaglia grazie all'aiuto della Dea (OT +1 al morale e +1 su tutti i tiri per colpire). E' importante però ricordare che tale aiuto va richiesto prima di un'eventuale scontro e non durante il suo svolgimento.
Si possono benedire sia le persone, ed in questo caso saranno soggette all'aiuto tutti coloro che si troveranno nell'area in cui l'incanto viene evocato (OT che può essere grande quanto un cubo di 15 metri per lato), sia un oggetto, ad esempio un'arma. In quest'ultimo caso l'effetto durerà sinchè l'arma è utilizzata o sinchè l'incanto non termina.
Per benedire persone o oggetti occorre utilizzare dell'acqua sacra.


(Maledizione) Ma la sacerdotessa può anche decidere di maledire oggetti o persone. Gli effetti ovviamente saranno esattamente opposti a quelli di una benedizione (OT -1 sul morale e sui tiri per colpire) e invece di acqua sacra occorre utilizzare acqua sconsacrata.

(Comando) Il secondo incantesimo di cui parleremo è quello del Comando. Esso permette alla sacerdotessa di comandare un'altra creatura con una sola parola, che viene potenziata dal volere di Lloth. Essa deve essere pronunciata naturalmente in una lingua comprensibile da chi riceve l'ordine. Il comando deve essere assolutamente chiaro e non equivoco. Ad esempio "indietreggia", "lascia", "fermati", sono ordini chiari e verranno eseguiti. Questo tipo di potere non funziona sui non-morti e potrebbe non funzionare su creature molto intelligenti (OT Le creature che possiedono un'intelligenza pari a 13 o superiore, o quelle che possiedono 6 o più dadi vita - o livello di esperienza - hanno diritto a un Tiro Salvezza contro l'incantesimo).

(Cura Ferite Leggere) Passiamo ora ad un incantesimo curativo. La Dea infatti può concedere ad una sacerdotessa il potere di curare una creatura, imponendo sulle ferite le mani. E' chiaro che questo tipo di incantesimo non funziona su creature che non hanno un corpo materiale, né su non-morti o ancora su creature appartenenti ad altri piani di esistenza diversi dal nostro.

Una piccola nota di ruolo: se colpite un drow con la Sacra Frusta, non sognatevi di usare questo incantesimo successivamente per curarlo... a meno ché non abbiate intenzione di colpirlo ancora (giusto per diletto). La sacra frusta è uno strumento di Lloth, l'incantesimo "Cura Ferite" anche. Traete le dovute conclusioni in gioco a seconda della situazione. Ricordatevi che non siete crocerossine e a meno ché il beneficiario non vi sia utile (per esempio in battaglia), preferirete vederlo soffrire piuttosto che curarlo.

(Infliggi Ferite Leggere) Come nel caso di benedizione esiste l'inverso di questo incanto. Perciò così come una sacerdotessa può guarire, allo stesso modo può fare del male ad una creatura, toccandola. Se essa sfugge al vostro contatto però, vi è la possibilità che resti illesa (OT se non riuscite nel tiro per colpire, non viene ferita).

(Individua Veleno) Un altro incanto che possono conoscere le sacerdotesse è Individua Veleno. Esso permette di capire se un oggetto è stato avvelenato o è velenoso. La bravura nell'individuare il tipo esatto di veleno presente su un oggetto aumenta con l'esperienza della religiosa (OT +5% ogni livello della sacerdotessa). Si prepara l'incantesimo con una pergamena sacra che diviene nera se è presente il veleno.

(Pietra Magica) Invece l'incanto detto Pietra Magica permette di rendere temporaneamente magici tre sassolini, non più grandi di proiettili da fionda, che la sacerdotessa può tirare a un avversario. Se li getta con la mano, può arrivare fino a 30 metri e può scagliarli tutti e tre insieme. La magia divina di cui vengono impregnati i piccoli sassi, che dura mezz'ora o sinchè i sassi non vengono usati, consente di ottenere buoni risultati. I sassolini riescono a colpire anche i non-morti.

(Santuario) Santuario invece è un incantesimo di protezione. Chi infatti è sotto l’effetto di questo incanto e ha di fronte un avversario che tenta di colpirlo, ha una buona possibilità, grazie a tale magia, di non essere colpito e di essere totalmente ignorato. Santuario non impedisce però di essere raggiunti da attacchi d'area (come ad esempio palla di fuoco o tempesta di ghiaccio).
Inoltre chi beneficia di questa protezione divina non può portare attacchi offensivi di nessun genere, ma può ad esempio curare ferite o effettuare altri incanti di difesa.
Oltre al simbolo sacro, la sacerdotessa deve utilizzare uno specchio d'argento.


(Unione) Unione è invece un incantesimo che consente a 3-5 sacerdotesse di unire le loro abilità in modo che una di loro evochi incantesimi e respinga i non-morti a un livello aumentato. La sacerdotessa di livello più alto, o una di loro, se due o più hanno la stessa esperienza, si pone al centro, mentre le altre formano un cerchio intorno a lei, tenendosi per mano. La sacerdotessa al centro evoca l'incantesimo *Unione* (OT in questo modo guadagna temporaneamente un livello per ogni sacerdotessa che compone il cerchio, sino a un guadagno massimo di 4 livelli). La maggiorazione di potere riguarda l'incantesimo "scaccia non-morti" e gli effetti degli incantesimi che la sacerdotessa conosce subiscono un adeguamento al livello temporaneamente acquisito. Da notare che la sacerdotessa centrale non guadagna incantesimi aggiuntivi e che il gruppo di incantesimi è limitato a quelli che già conosce. Le sacerdotesse che le stanno intorno devono concentrarsi per mantenere l'effetto dell'unione e se la concentrazione di una sola di loro viene meno, l'* Unione* termina immediatamente. Mentre sono concentrate però, le sacerdotesse restano senza difese (OT esse perdono tutti i bonus di Classe di Armatura e di Destrezza).
Se l'*Unione* è spezzata mentre la sacerdotessa centrale sta lanciando un incantesimo, quest'ultimo è distrutto subito, come se fosse stata ella stessa disturbata.
Gli incantesimi evocati durante l'unione hanno effetti pieni intensificati e una volta lanciati manifestano i loro effetti anche se l'unione si spezza.
Da notare che l'* Unione* non si spezza se è disturbata solo la sacerdotessa centrale.


Ecco. E' davvero una semplice infarinatura.
In seguito magari apriamo un topic apposta per esaminarli tutti nel dettaglio, ma poiché la mole degli incantesimi è piuttosto elevata, sarà un lavoro da fare con calma e tempo :)

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: ven feb 15, 2008 20:54 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: ven giu 08, 2007 13:59
Messaggi: 32
Immersa nella lettura, resto in attesa di ulteriori approfondimenti

Grazie.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: sab feb 16, 2008 11:10 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Nai’Shedareth

Altro non è che un “combattimento” rituale tra due sacerdotesse che ha lo scopo di stabilire quale tra le due goda del favore di Lolth. Il duello non ha regole e può protrarsi alla morte di una delle due o di entrambe a meno che la dea non manifesti palesemente la sua scelta mediante una Yochlol, oppure manifestandosi con un segno divino.

Zedriniset

Non si tratta di un rito quanto del massimo grado di potere a cui può aspirare una religiosa di Lolth. Pochissime sacerdotesse vengono scelte da Lolth come Zedriniset e nessuna è capace di gestire gli effetti. Le sacerdotesse Zedriniset incanalano direttamente il potere della dea che sovrappone la sua essenza alle loro, consumandone la forza vitale… quando questo avviene Lolth può scatenare una distruzione terrificante nel piano in cui si trova la religiosa.
Di ciò io ho memoria solo di un episodio... ricordo quando Baenre (non il casato LA MATRONA MADRE :shock!: ) distrusse spiritualmente, moralmente e fisicamente, con una devastazione inaudita, il casato di Oblodra, di cui voi jalil non dite di non avere memoria. Ma molti a Menzoberranzan, quando voi non sentite, ancora oggi, parlano con terrore di quel lontano giorno...


Non tremo nè ho mai tremato, tanto meno lo farò oggi!!!!! Yuuuhahahah!! :twisted:
Scherzo Somma Sacerdotessa. Ecco il re-post della mia piccola sub-lezione... Fatene buon uso piccole allieve di Sheyraen....

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: dom feb 24, 2008 22:09 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: ven giu 08, 2007 13:59
Messaggi: 32
Ancora...
:boing2:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun feb 25, 2008 03:55 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5708
Località: Soncino (CR)
Ahahahahah!
Deis... sono stata maluccio in questi giorni e anche travolta da un week end decisamente folle!
E va bene...
Saziati.


La chiesa
Clero: Chierici, Crociati, Sacerdotesse
Allineamento del Clero: Caotico Neutrale, Legale Malvagio, Neutrale Malvagio, Caotico Malvagio
Scacciare Non Morti: Nessuno
Comandare Non Morti: Sacerdotesse

Lloth tipicamente agisce tramite l'apparizione di una Yochlol, la ancella di Lloth, o di un Myrlochar, lo Spirito del Ragno.
Altre volte tramite l'apparizione di innumerevoli mostri dell'Abisso o del Buio Profondo, come la presenza di Formiche dell'Abisso, Aranea, Bebiliths, Brambles, Cildabrin, Tessitori Oscuri, Draghi del Profondo, Driders, Eladrin caduti e corrotti, Ettercaps, Greelox, Kalin, Ragnatele Viventi, Pedipalpi (grandi, giganti o giganteschi), Quasits, Retrievers, Shadowdrakes, Solifugids (grandi, giganti o giganteschi), Ragni (Brain, Hairy, grandi, Hook, giganti, Gargantuan, giganteschi, Phase, Sword, Vortex, Watch e Wraith), Golem Spiderstone, Tanar'n, Vedove Rosse, Comminatori dei Muri, Webbirds e Ragni Mannari.

La Regina Ragno mostra il suo favore tramite il ritrovamento di ragni incastonati in ambra, zaffiri neri, Datchas e Webstones, ed il suo sfavore invece causando alle pietre (solitamente gemme di valore) di frantumarsi in otto pezzi di dimensioni più o meno uguali.
Tutti i chierici di Lloth (inclusi i guerrieri/chierici), i crociati e le Arachne ricevono religione (drow), religione (elfica), leggere e scrivere (drow), lingua antica (drow arcano) come capacità non relative alle armi bonus.
Tutti i membri del clero di Lloth ricevono sempre accesso agli incantesimi "Fuoco Fatuo" e "Fuoco Fatuo Perpetuo" (dettagliati nel manuale "Preghiere dei Fedeli"). I membri del clero di Lloth devono essere drow o chitines, anche se di questi ultimi molto poco è conosciuto anche tra gli stessi elfi scuri.

La Regina Ragno è la protagonista di innumerevoli terrificanti leggende tra i popoli di superficie, e non solo, ed essi la vedono come il virtuale sinonimo della spietata razza Drow. Nel Buio Profondo, lei è un male molto ben conosciuto, odiata per gli oscuri poteri delle sue sacerdotesse dai nani, svirfneblin, e tutte le altre razze.
Pochi elfi hanno voglia di discutere dei loro cugini oscuri, e meno ancora della loro oscura dea Lloth che è accusata di essere la causa di buona parte della loro malvagità e di essere la loro guida per il male. Solo le sacerdotesse drow di Eilistraee sono solitamente disponibili a parlare della Regina Ragno, e il loro odio per la schiavitù che ella opera nei confronti dei drow è forse ancora superiore a quello delle altre razze sotterranee.

Lloth è temuta ed odiata persino dalle sue più devote sacerdotesse: ella infatti è venerata solo per i poteri che fornisce alle sue sacerdotesse, non certo per un senso di amore o affetto, o alcun principio di lealtà. I drow che venerano altri dei o i maschi che porgono omaggio alla Regina Ragno, invidiano e odiano le sacerdotesse di Lloth per il potere che posseggono, ma loro stessi farebbero altrettanto, se solo sapessero che potrebbero ottenerlo.

Ogni Casato Nobile ha il suo tempio privato, e ogni città drow ha almeno un luogo più grande, pubblico, ove ci si ritrova per i riti più grandi, le chiamate alla guerra, e cose simili. La maggior parte delle città ha anche un tempio maggiore dedicato alla Regina Ragno, ove vengono addestrate le sacerdotesse.
In ogni tempio, nonostante le differenze in grandezza, opulenza e importanza, alcune costanti vengono sempre applicate. Le camere più interne vengono riservate alla venerazione e agli affari di Lloth, come anche la pratica degli incantesimi. Queste camere sono sempre immerse nell'oscurità più completa, eccezion fatta per le radiazioni luminose necessarie ai riti e agli incantesimi. Le anticamere invece sono lasciate per i consigli di guerra e gli altri affari, ove le sacerdotesse incontrano i maschi e gli esterni.

La maggior parte dei templi hanno creature guardiane, spesso nascoste, e occasionalmente di natura magica (come Ragni di Giada). Questi usualmente includono ragni di ogni sorta. In caso di battaglia, anche il più innocuo ragno può essere equipaggiato con armature adeguate, legate al loro dorso, che portano rune di difesa della Casata o anche, in caso di ragni intelligenti, incantati, con Insigna di Casata che portano poteri che possono essere efficacemente usati.
Statuette della Regina Ragno, solitamente ricavate da roccia nera, sono presenti in tutte le camere dei templi. Il marmo e l'ossidiana sono i materiali favoriti per gli altari e gli arredi dei templi. Ci sono sempre grandi bracieri lavorati e incisi (con forme di ragni), e almeno un altare di pietra nera.

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: sab mar 01, 2008 17:45 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Meraviglioso....

La collera della Regina Ragno è ben nota ai più e per questo persino i suoi la temono...
Le sacerdotesse di Eilistrae amano i drow del sottosuolo. Mi spiace per l'immagine che se ne dà ne "La guerra della Regina Ragno" dove appaiono come un branco di vestali invasate rispetto alla rigida compostezza delle sacerdotesse di Lolth. Le sacerdotesse di Eilistrae sono altrettanto potenti anche se meno spietate e questo le rende meno temibili agli occhi degli altri popoli. Elfi scuri, elfi della luna e nevae uniti sotto l'egida della Luna e della Spada costituiscono una minoranza che è ben lungi dall'essere un branco di suore buoniste.

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun mar 03, 2008 07:53 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5708
Località: Soncino (CR)
Ammetto di essere un po' di parte in questo caso, perché a me la Guerra della Regina Ragno è piaciuta troppo per aver colto questo lato negativo.
Forse la sensazione che ne viene fuori è dovuta al fatto che, per la prima volta a tutti gli effetti, questi libri sono scritti dal punto di vista dei drow... dove i drow, quelli cattivi dei libri di Drizzt, sono gli "eroi".
Forse gli autori si sono fatti coinvolgere a tal punto dalla mentalità drow, da trovarsi a descrivere il resto del mondo con l'occhio di un drow di Lloth ;)

Prima però di scivolare in un argomento di critica letteraria che non riguarderebbe questo topic (è una critica a me stessa, non a te Halbryn :blll: ), spero possa tornare utile alle mie care allieve, una descrizione di un rituale (quello di Unione) che ho fatto a LIBERA INTERPRETAZIONE.
Questo più che altro per sottolineare come i manuali ci forniscono i "mattoni", ma poi sta alla nostra fantasia e buon senso costruirci i nostri bei templi :blll:
Questa è una mia personale interpretazione del rituale di Unione, sia chiaro... ognuno potrà interpretarla e personalizzarla come lo aggrada.
Spero vi piaccia :)


Pallidi tentacoli di fumo si attorcigliavano sul braciere e Dhaunae decise di aggrapparsi alla loro danza per dimenticare tutto il resto.
Avrebbe potuto lasciarsi ipnotizzare dall'incostante pulsare rosso delle braci che richiamava a tratti i neri ragni dalle loro nicchie di ossidiana, o farsi stordire dal profumo di incenso che stipava l’aria, o perdersi nel melodico crepitio dei fuochi sacri che ardevano in otto bracieri intorno al cerchio delle sacerdotesse.
Doveva solo trovare il modo di dimenticare la realtà e il tocco delle mani delle due sacerdotesse al suo fianco, anche se Zesstra contorceva continuamente le dita intrecciate alle sue, talvolta solleticandole voluttuosamente il palmo fino a farla rabbrividire.
Maledetta!
Anche il giorno prima l’aveva fatto e adesso lo zigomo le pulsava orribilmente!
Per Zesstra era stato sempre fin troppo facile annientare ciò che la circondava, immergendosi nell’abbraccio dell’incantesimo con la stessa naturalezza con cui respirava.
Dhaunae non era così.
I suoi sensi erano sempre assetati, la voglia di guardare, assaporare, rabbrividire la consumava come una malattia e la ammaliava al punto di tenerla saldamente ancorata alla realtà.
Eppure le cose dovevano andare diversamente questa volta, perché non avrebbe affrontato un’altra punizione.
Il dolore fisico era stato intollerante quando lo spillone le aveva perforato lo zigomo, raggiungendo con maestria uno dei nervi più recettivi del suo corpo e facendole esplodere una vampata di agonia bollente nella testa.
Sì, lo zigomo bruciava ancora, ma di più l’orgoglio.
La Maestra aveva decretato che la tortura fosse messa in opera da un’allieva del primo anno, particolarmente ricca di talento e ispirazione in questa pratica.
Lei, giunta sulla soglia della cerimonia che avrebbe decretato la fine dei suoi lunghi e massacranti quarantanni di accademia, torturata da un’allieva del primo anno!
Nulla le era stato facile in Arach Tinilith, come per tutte le altre del resto, ma il dolore, la fatica, i dubbi e le frustrazioni per i fallimenti non recavano lo stesso peso dell’umiliazione.
Negli ultimi mesi, dal cambio di Maestra nell’Accademia, le umiliazioni collezionate superavano tutti gli altri disagi.
Maledetta Zesstra…
…e maledetta Shey’raen!

Non ne aveva mai chiamate così tante per sostenere la prova dell’incantesimo Unione e non era certa di poter sopportare da sola l’ondata di potere che, da lì a pochi minuti, avrebbe dovuto investirla.
Era nauseante, un continuo beccheggio sul confine tra materia e incoscienza, tra percezione e vuoto, man mano che le allieve cadevano nella dimensione mistica richiesta dal rituale, tutte in tempi diversi, con diversa costanza e profondità e con dispari maestria.
Ma soprattutto, era pericoloso e lei avrebbe potuto non reggere il torrente di forza sacra che presto avrebbe allagato le sue vene.
Per questo l’aveva fatto.
L’addestramento delle sacerdotesse di Arach Tinilith non riguardava mai solo le allieve e Shey’raen, Maestra dell’Accademia in cui veniva forgiata la linfa vitale e il potere massimo di Valm Neira, non si sarebbe concessa l’eccezione.
In realtà, non si sarebbe mai sottratta all’opportunità di rischiare, esplorare i propri confini e provare il brivido di camminare sul filo di lama, per vedere se da qualche parte dentro di sé risiedeva qualche risorsa a cui non aveva ancora attinto.
Inspirando a fondo l’aroma degli incensi, si forzò a placare i battiti scomposti del cuore e a governare il proprio corpo che, al centro del cerchio di evocazione, doveva essere in grado di accogliere il potere delle otto allieve completamente.
Ci volle un po’ di tempo, ma pian piano sentì di comprendere meglio l’andamento delle correnti, smise di contrastarle e si adeguò, concedendosi, assecondandole.
L’equilibrio raggiunto era precario, delicato e sarebbe bastato pochissimo per infrangerlo.
Per questo Shey’raen aprì gli occhi e si spinse oltre ancora.
Nelle iridi solitamente ambrate, ardevano rosse braci incandescenti, testimoni dell’intensa emozione che le attraversava ogni fibra del corpo e sotto l’ombra delle ciglia, tenute lievemente abbassate, la vide.
Nessuna delle guardie del Sacro Tempio di Lloth avrebbe mai osato disturbarla nel mezzo di una lezione, ancor meno durante un rituale di quella portata.
Se Werna stava rischiando il suo malcontento, la ragione doveva essere vitale.
Shey’raen lasciò che la propria concentrazione vacillasse, consapevole che l’incantesimo avrebbe retto anche quando la sua mente si fosse riversata completamente nella realtà, sempre che le allieve avessero mantenuto il loro stato di dedizione.
Per un istante si chiese se lei, piuttosto, sarebbe stata in grado di reggere l’onda, ma quando sollevò la testa per lasciare intuire a Werna che la sua presenza era stata presa in considerazione, il sottile filo che la teneva legata al cerchio si spezzò con una violenza tale da strapparle il respiro.
In preda a un folle capogiro, Shey’raen lottò disperatamente per non vacillare, né mostrare il più piccolo cenno di cedimento e quando la nausea si placò, volse uno sguardo bollente nella direzione in cui la concentrazione delle allieve era venuta meno, causando la rottura del rituale.
Dhaunae rabbrividì.
[...]


Il seguito, per chi è curioso, non c'entra con il rituale, ma potrete leggerlo qui: viewtopic.php?f=107&t=12260

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun mar 03, 2008 11:50 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: gio apr 19, 2007 09:13
Messaggi: 1407
Accidenticherroba! Ho cominciato a mangiarmi le unghie anche se non l'ho mai fatto in vita mia!
Onore e gloria alla Maestra, per come scrive, per come crea e per come accresce il nostro sapere! :Sorrisone:

P.S. Per i curiosi che devono assolutamente leggere oltre (non si rifiutano gli inviti di una sacerdotessa), non trovate scuse puerili tipo che il link non è diretto! :occhio:

--> [Topic on Role] Arach Tinilith


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun mar 03, 2008 16:27 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5708
Località: Soncino (CR)
Uuups!
Non avevo messo il link diretto... cherrobba come dice Dark :)
Posso giustificarmi con un "Avevo sonno" che a quell'ora è credibile :P
Grasssie Dark... non arrossisco solo per questioni di facciata, ma è incoraggiante sapere che piace e diverte... wow... ecco, prima di balbettare mi ritiro nelle mie stanze private :P

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun giu 02, 2008 10:47 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio gen 11, 2007 18:51
Messaggi: 746
Località: Sschindylryn
Mi manca tutto questo parlare di riti sacerdotali. E sono sicuro che anche le tue adepta la pensano così, mia signora Sheyraen!

_________________
Immagine


Ho preso in odio la vita perchè mi è sgradito quanto si fa sotto il sole. Ogni cosa infatti è vanità ed un inseguire il vento.(Qoèlet: 2,17)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Carriera sacerdotale
MessaggioInviato: lun giu 02, 2008 11:06 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 34281
Località: Valm Neira
Halbryn ha scritto:
Mi manca tutto questo parlare di riti sacerdotali. E sono sicuro che anche le tue adepta la pensano così, mia signora Sheyraen!


Ma se sei sparito per due mesi! XD

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 106 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010