Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è sab mag 08, 2021 12:18

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: stregoneria italiana...il culto di Aradia figlia di Diana
MessaggioInviato: lun lug 12, 2004 23:37 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: gio feb 12, 2004 19:13
Messaggi: 976
Località: Catania
“Sebbene nella Stregoneria vi sia riconosciuta eresia,
il massimo delle eresie è non credere all'esistenza della Stregoneria”. ...


Heinrich Kramer (Insitoris) - Inquisitore.


La Stregheria, o Vecchia Religione delle streghe italiane, è una tradizione occulta che ha visto la sua massima luce nel XIV secolo attraverso gli insegnamenti di Aradia, la Santa Strega. Essa è però basata su un sistema spirituale molto più antico, derivante dal culto delle streghe italiane pre-etrusche, da due movimenti pagani millenari: "Ad cursum Dianæ" (il Corteo di Diana) e "Dominæ Ludum" (la Signora del Gioco).
È una religione lunare la Stregheria, è la "fonte di tutte le cose", ed è la personificazione della Dea Diana e del Dio Splendor.
La strega italiana utilizza la natura in tutto e per tutto tramite i suoi relativi insegnamenti, infatti è da lei considerata "la grande maestra".
La famiglia (la congrega) e la Tradizione sono di massima importanza tra le streghe italiane e questa convinzione dona a questa tradizione magica millenaria la propria resistenza e continuità attraverso i secoli.

Nel 1890, l'occultista inglese Charles Godfrey Leland pubblica un libro dal titolo: "Aradia, il Vangelo delle streghe italiane". Anche se in esso emerge in molti punti l'immagine cristiana distorta della stregoneria rurale di quel periodo, troviamo parecchi argomenti degni di interesse. Nel libro del Leland, le streghe italiane adorano la Dea Diana e il Dio Lucifero (o Splendor) e vengono a contatto tra di loro in consessi notturni chiamati "tregende" o "sabba" per i rituali di Luna piena e celebrano i loro Dei con il canto, la danza e l'accoppiamento.Le loro celebrazioni inoltre includono un'eucarestia per la comunione con le divinità mediante banchetti sabbatici a base di torte dolci e buon vino, particolare già messo in evidenza da Francesco Guazzo nel suo "Compendium Maleficarum.


Dal 1886 Charles Leland fu per lungo tempo a contatto con una donna italiana chiamata Maddalena, una presunta strega, che gli fornì la giusta interpretazione del Vangelo delle streghe.
Durante questo periodo Leland fu coinvolto pesantemente nello studio del folclore stregonesco italiano e da questo lavoro emergono alcuni elementi validi della stregoneria nostrana con marcati parallelismi alle pratiche pagane del culto magico pre-cristiano ed un nuovo punto di vista molto interessante di stregoneria pre-gardneriana.
Infatti molti credono che queste ricerche siano da attribuire a Gerard Gardner, ma si consideri che questi scritti sono datati intorno al 1890, più di mezzo secolo prima dei suoi primi libri.
Molti sostengono inoltre che tali celebrazioni sono tipiche della tradizione gardneriana e sostengono quindi che la Stregheria sia basata sui temi moderni della Wicca americana. Tuttavia è una valutazione temporale decisamente errata, poichè il movimento di Gardner ha cominciato ad evolversi nella Wicca moderna dagli anni 50 in poi e soprattutto dalla scissione dell'ultima congrega capitanata da Gardner stesso e da alcune sue sacerdotesse.È importante notare che Leland non è l'unica fonte delle informazioni concernenti una stregoneria attiva nell'Italia dell'800.
L'autore, J.b. Andrews, riporta: "Il napoletano ha una religione e un governo occulto nella Stregheria e nella Camorra. Molte persone si dedicano ad una o all'altra. Come accade occasionalmente in casi simili, la Camorra teme e rende omaggio alle streghe, il potere temporale si inchina allo spirituale".
Andrews sottolinea che le streghe di Napoli sono divise in due reparti speciali dell'Appartenenza. Distingue l'Arte del mare da quella della terra. Successivamente nell'articolo sovviene una terza categoria di streghe la cui specialità sembra relativa alle stelle.
Andrews inoltre asserisce che le streghe napoletane effettuino la magia del nodo (o legamento), creino pozioni di erbe medicinali, costruiscano amuleti protettivi. Egli dichiara inoltre che la loro conoscenza era interamente verbale ed è tramandata "dalla madre alla figlia" e che la "conoscenza" sia scambiata tramite la vena di un braccio ed al nuovo membro è dato un contrassegno stregonesco sotto la coscia sinistra. Le streghe segnalano a Andrews che tali cerimonie sono effettuate alla mezzanotte.
Il poeta romano Orazio ci offre forse uno dei resoconti più remoti delle streghe italiane e del loro collegamento al culto lunare pagano pre-cristiano. Egli, attorno al 30 a.C., racconta di una strega italiana chiamata Canidia.
Orazio dice che Proserpina e Diana assicurano mantenimento alle streghe che le adorano e che le streghe stesse si incontrano in segreto per celebrare i misteri connessi con il loro culto.
Parla di un libro di incanti delle streghe (Libros Carminum) in cui la Luna può "essere portata giù" dal cielo.Sappiamo dalle scritture dei periodi romani che Proserpina e Diana sono state adorate di notte in cerimonie segrete. Diana era la Dea romana della Luna, conosciuta in Grecia come Artemide; sorella gemella del Dio Apollo del sole.In suo libro, "il mondo delle streghe", l'antropologo Julio Baroja rivela la prova di un culto fiorente nell'Europa del sud che vedeva Diana adorata come dea.
Nelle sue note l'autore aggiunge inoltre una deità maschile denominata Dianum.


Il culto di Diana

Diana, la dea della luna della classicità, il cui culto risale probabilmente all'età della pietra, diviene, nel testo del Leland, la Regina delle Streghe e, con il suo doppio solare da lei stessa emanato (Lucifero) e con l'unione dei due opposti nasce Aradia, la cui missione divina è quella di scendere sulla Terra per insegnare al genere umano l'arte della stregoneria onde permettere agli uomini oppressi di liberarsi dai dogmi delle fedi organizzate e dalla schiavitù delle classi dominanti. Secondo questa concezione la stregoneria era, all'origine, una vera e propria religione della natura, benefica e totalizzante ma priva di dogmi.

È ovviamente impossibile stabilire in questa sede se queste asserzioni siano giustificate, di fatto è curioso notare come molti rituali e invocazioni di Aradia siano passati pressoché integralmente nella moderna wicca o neo-stregoneria che dir si voglia, così come l'espressione "Vecchia Religione" utilizzata per prima dal Leland stesso (e sempre in italiano nel testo originale) per indicare la stregoneria-religione delle origini ha avuto una certa fortuna tanto che è usata abitualmente ancora ai giorni nostri — e, del resto, alcune invocazioni contenute in Aradia sono state riprese dal grande stregone G.B. Gardner (1884-1964) e dalla sua discepola Doreen Valiente —. Ed ecco ciò che Aradia dice alle sue discepole:


"Quando io avrò lasciato questo mondo, di qualsiasi cosa abbisognate, Una volta al mese, quando la Luna è piena, venite in luogo deserto, Nella selva, tutte insieme, e adorate lo spirito possente

Di mia madre Diana; e colei che voglia apprendere la stregoneria E ancor non abbia penetrato d'essa i più profondi segreti,
Mia madre gliel'insegnerà; i segreti di tutte le cose sconosciute. E cosi, dalla schiavitù sarete liberi: liberi in ogni cosa voi sarete! E in segno di tale libertà nudi vi mostrerete, uomini e donne. E questo fino a quando l'ultimo degli oppressori non sia morto". Certamente il culto di Diana, personificazione degli aspetti positivi delle fasi lunari — così come Ecate lo è degli elementi negativi — è sopravvissuto a lungo e ben oltre l'imporsi del Cristianesimo. Il culto più antico e famoso reso alla dea si svolgeva a Nemi, vicino ad Ariccia, dove vi è ancora un laghetto di origine vulcanica chiamato "lo specchio di Diana". In un boschetto sacro, nemus, su una riva sorgeva il Tempio di Diana (500 a.C. ca) — per inciso si tratta dello stesso lago dove ai nostri giorni ama riunirsi la congrega della sin troppo nota "strega" Maddalena Stradonna che, dopo la menopausa, diviene sterile, fredda e arida. In occasione della festa della dea, che ricorreva il giorno di ferragosto — e che poi il Cristianesimo dedicherà all'Assunta — gli schiavi godevano di un giorno di libertà e per questo motivo la dea era considerata anche la protettrice dei ladri e dei fuorilegge.

_________________
:witch: Sortilegio :muze:

" Ella ha il furore della Dea Sekhmet e la dolcezza della Dea Bastet "
(Il mito dell'occhio del sole, iscrizione del tempio di Philae)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: stregoneria italiana...il culto di Aradia figlia di Dian
MessaggioInviato: ven ago 26, 2016 14:58 
Non connesso
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar ago 23, 2016 21:39
Messaggi: 22
Il titolo fa confondere chi si approccia alla Stregheria Italiana, non è vero che stregoneria italiana...il culto di Aradia figlia di Diana assolutamente errato, Charles Godfrey Leland porta alla luce la tradizione Toscana e solo di quella zona, le altre tradizioni hanno tutte Pantheon e Dèi differenti anche divinità Grande Madre e Padre diversia da quello della Toscana.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: stregoneria italiana...il culto di Aradia figlia di Dian
MessaggioInviato: gio set 22, 2016 00:29 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8646
Ineve R © ha scritto:
Il titolo fa confondere chi si approccia alla Stregheria Italiana, non è vero che stregoneria italiana...il culto di Aradia figlia di Diana assolutamente errato, Charles Godfrey Leland porta alla luce la tradizione Toscana e solo di quella zona, le altre tradizioni hanno tutte Pantheon e Dèi differenti anche divinità Grande Madre e Padre diversia da quello della Toscana.


Non credo che Sortilegio volesse intendere che per "stregoneria italiana" si intenda esclusivamente il culto di Aradia. Piuttosto, l'articolo da lei scritto reca informazioni sul culto di Aradia, un argomento tra tanti della stregoneria italiana. :wink:

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: stregoneria italiana...il culto di Aradia figlia di Dian
MessaggioInviato: sab set 24, 2016 20:04 
Non connesso
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar ago 23, 2016 21:39
Messaggi: 22
Forse hai ragione, ho scritto questa delucidazione perché molti pensano che appunto la Stregoneria Italiana sia relativa ad Aradia ma questo lo è solo per la Toscana, nelle altre parti Diana Lux e Aradia non vengono non solo menzionati ma neanche adorati.
Non ho poi capito perché è stato messo in miti e leggende, le streghe e la stregoneria non è mica un mito ne una leggenga. :d


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: stregoneria italiana...il culto di Aradia figlia di Dian
MessaggioInviato: mar dic 06, 2016 10:42 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8646
Ineve R © ha scritto:
Forse hai ragione, ho scritto questa delucidazione perché molti pensano che appunto la Stregoneria Italiana sia relativa ad Aradia ma questo lo è solo per la Toscana, nelle altre parti Diana Lux e Aradia non vengono non solo menzionati ma neanche adorati.
Non ho poi capito perché è stato messo in miti e leggende, le streghe e la stregoneria non è mica un mito ne una leggenga. :d


Punti di vista, converrai che la gran parte del patrimonio "storico" associato alle credenze stregonesche è pura mitologia. Da bravi accademici qui ci si interessa molto di storia :)

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010