Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è ven mag 14, 2021 21:06

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: ven mar 04, 2011 01:29 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio ott 11, 2007 11:40
Messaggi: 1990
http://www.youtube.com/watch?v=_pxChVDy ... r_embedded

LOL :ahah:

_________________
:balla:

“Per sfuggire ad un nano furibondo occorrono gambe leste. E ricorda: dovrai sempre essere più svelto dell’ascia che ti scaglierà dietro.
Se gli sfuggi, modifica il tuo aspetto: egli possiede una memoria incredibile. Può così accadere che, dopo venti cicli solari, un boccale ti si fracassi all’improvviso sulla testa e la risata rabbiosa del nano ti risuoni sulle orecchie”


"Una volta la morte andò da un nano e voleva prenderlo con sé, ma il nano piantò bene gli stivali sulla pietra su cui stava, abbassò la fronte con fare testardo e disse di no. La morte passò oltre"

Le cinque stirpi, La guerra dei nani, Markus Heitz


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: ven mar 04, 2011 11:52 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: sab mar 27, 2004 18:27
Messaggi: 3217
Località: Ancona
noooooooooooooooooooooo.... spaccagli le chiappe Ozzy!!! :balla:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: mar mar 08, 2011 11:48 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: lun apr 21, 2008 02:45
Messaggi: 1933
Località: Il mondo bidimensionale
rose ha scritto:
spaccagli le chiappe Ozzy!!! :balla:

Magari... ormai Ozzy è completamente succube della sua moglie-manager che ha demolito una leggenda.

_________________
Non siamo che polvere e ombra.
(Orazio)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: mar mar 08, 2011 17:43 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 34277
Località: Valm Neira
:ahah:

Invece secondo me è una leggenda (per modo di dire) che ha saputo adattarsi ai tempi. Suvvia, non facciamo "i vecchi" prima del tempo. :)
Bieber musicalmente mi fa schifo, sia chiaro: e Ozzy musicalmente è morto 20 anni fa. Mentre i suoi compari del tempo morivano di droga o di cirrosi, lui si è evoluto adattandosi ai tempi e al marketing attuale.

E secondo voi - 30 anni fa - gli Eagles o i Rolling Stones erano presi come esempi da imitare ed ammirare? Erano delle band di ragazzi viziati e drogati marci che sfasciavano gli alberghi in cui alloggiavano. Adesso li ammiriamo per quello che hanno prodotto, ma anche per come si sono apparentemente ribellati ad una società che stava loro stretta (ma che dava loro soldi a palate).

A conti fatti, tra 30 anni qualcuno potrebbe guardare con nostalgia o ammirazione gente come Bieber. Sono ragionevolmente sicuro che i 30enni degli anni '70 non ammirassero particolarmente un ragazzino che urlava vestito da scolaretto sul palco. In ogni caso, è la storia a dare ragione a questo o a quello. Non avrei mai scommesso un cent bucato su un rapper bianco di nome Eminem, eppure... ;)

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: mar mar 08, 2011 21:04 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: lun apr 21, 2008 02:45
Messaggi: 1933
Località: Il mondo bidimensionale
Il successo non significa proprio nulla: un sacco di gruppi schifosi godono di fama internazionale e un sacco di musicisti geniali il favore del pubblico non lo avranno mai.
Goethe che fu per molti anni direttore del teatro di Weimar un giorno a proposito del pubblico disse: “Veramente, quello che non piace sono le cose migliori.”
Comunque riguardo ad Ozzy: lui non si è adattato proprio a niente, come ho già detto ha il cervello in pappa e viene manipolato commercialmente dalla moglie che lo ha reso il protagonista di un serie televisiva vomitevole e di innumerevoli altre ridicole operazioni di marketing: “Il principe delle tenebre diventa lo scemo del villaggio.” E’ la classica storia di come il business sviscerando un mito lo fa a pezzi.

Potrei dilungarmi nel confutare totalmente l’opinione diffusa secondo la quale il diventare famosi sia un merito personale perché spesso non è così, e poi lo scopo di un artista non è il lucro ma regalare emozioni.
Che Eminem è diventato ricco non vuol dire niente, va bene Muzedon che non ci avresti scommesso ma mica siamo all’ippodromo: ci sono tanti rapper molto più bravi di lui che marciscono nel ghetto a vita. E in determinati tipi di musica come nel rap che esprime un disagio sociale, quando l’autore passa dalle stalle alle stelle diventa un controsenso.
Il punk ad esempio morì sopraffatto dalla speculazione del business e dalla commercializzazione dei suoi stessi adepti. Molti gruppi si resero conto di essere diventati una colonna del sistema che con tanta rabbia si proponevano di distruggere.

_________________
Non siamo che polvere e ombra.
(Orazio)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: mer mar 09, 2011 09:48 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8646
Tutte stè critiche agli artisti di successo io non ce le vedo, il proprio prodotto si stacca da se stessi ed è bene riconoscere l'arte a dispetto dell'artista. Ovviamente, il marketing fa le sue belle vittime, di fatto non è complicato distinguere i manichini da tv da chi fa musica con un minimo di criterio.

E' comunque un luogo comune che il meccanismo del marketing faccia solo massacri. La fama e la possibilità di farsi sentire non sono gratis e molti grandi gruppi hanno semplicemente avuto fortuna nell'incontrare le persone giuste, frequentando le zone giuste.

Cita:
Osbourne's biggest financial success of the 1990s was a venture named Ozzfest, created and managed by his wife/manager Sharon and assisted by his son Jack.


:ahah:

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: mer mar 09, 2011 17:25 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 34277
Località: Valm Neira
Sono abbastanza contrario agli estremismi in generale, dato che non sono mai portatori di verità.
Arte e Artista sono parole di per sé inutilizzabili. Chi decide cosa è arte e cosa no? E perché si ha la concezione élitaria dell'arte, comprensibile ed accessibile solo a pochi eletti, che finiscono a fare gli eremiti incompresi/alternativi nelle proprie camere, senza mai uscirne?

Sono d'accordo quando mi dite che tantissimi musicisti bravissimi non "sfondano". Ma è altrettanto vero che chi arriva a certi livelli il talento ce l'ha. Faccio un paragone che mastico meglio della musica: il calcio. Ci sono migliaia di mediani migliori di Gattuso, ma lui ha vinto tutto ed è stato uno dei mediani più pagati della storia. Significa che non ha talento? Ha piedi quadrati, ma migliori di quelli del 99% della popolazione. E' stato fortunato, è vero, ma senza il suo talento non sarebbe arrivato in vetta al mondo.
Lo stesso discorso vale per i cantanti e i loro procuratori. Non posso portare sul tetto del mondo Muzedon nemmeno con tutti i santi in paradiso del mondo (né come calciatore, né come cantante, non avendo piedi né corde vocali all'altezza). Anche se Moggi e la Sony si unissero, non potrei mai vincere il mondiale o il disco di platino. Suvvia, signori, siamo onesti. :)

Poi l'arte, in tutte le sue forme, è un valore soggettivo. E a mio parere, viene data pure troppa importanza al prodotto dell'ingegno umano. Alcuni artisti sono identificati come geni e altri come saltimbanchi. Chi decide che La Gioconda è il top? Chi decide che una Lamborghini Diablo non sia un'opera d'arte che supera - in cura dei dettagli e perfezione assoluta - qualsiasi tela rinascimentale?

Tutto è relativo. Probabilmente tra tre milioni di anni il fossile della mia Alfa varrà tantissimo. Alla faccia della svalutazione dell'usato. :lol:

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: mer mar 09, 2011 20:39 
Non connesso
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: gio mag 03, 2007 02:05
Messaggi: 14507
Località: Manduria - Roma (molto poca)
Muzedon ha scritto:
Anche se Moggi e la Sony si unissero, non potrei mai vincere il mondiale o il disco di platino. Suvvia, signori, siamo onesti. :)


Secondo me parti col piede sbagliato, già demoralizzato.

Parlando tempo fa con un mio amico io sostenevo, forse a torto che molta musica spazzatura non sia arte, mentre lui sosteneva che tutto ciò che viene prodotto e mostrato ad un pubblico può definirsi arte e artista chi produce. Al che ho ribattuto che se me mi metto a Piazza del Popolo a inventare versi e qualcuno mi ascolta io divento automaticamente un artista, forse scarso, ma pur sempre un artista. Sempre il mio amico di cui sopra ha detto che sì, diventerei un artista se lo facessi. Non sono ancora sicuro che sia così ma l'idea che anche io sono un artista mi rallegra :)

Il mio amico obiettava che mettere la discriminante artistica sul motivo per cui si fa arte, o sull'onestà intelettuale con la quale si fa è pericoloso: è un passo da censore che potrebbe portare successivamente a mettere pesanti vincoli ingiusti e fascisti.

Per cui Justin Bieber è un artista, Ozzy Osbourne è un artista: uno dei due è uno scarso artista, l'altro negli ultimi anni ha prodotto arte che non mi piace =)

_________________
Amore è la legge, amore sotto la volontà

Ogni uomo ed ogni donna è una stella.


Liber AL vel Legis


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: mer mar 09, 2011 20:45 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: lun apr 21, 2008 02:45
Messaggi: 1933
Località: Il mondo bidimensionale
goldrake ha scritto:
Tutte stè critiche agli artisti di successo io non ce le vedo

Dal canto mio non ho criticato proprio nessuno a parte il capitalismo in campo musicale (come se tutti mirano a diventare ricchi e famosi…).
Dicevo che, per quanto possa essere un luogo comune, non bisogna ignorare che la fama e la notorietà sono anche il frutto di casi fortuiti e circostanze favorevoli (perché ci sono grandi musicisti che lottano da una vita senza ottenere nulla). Poi il cosiddetto successo dal mio punto di vista vale fritto con le uova: gruppi come i Kaira non hanno niente da invidiare ai Rapsody of fire, eppure mentre questi ultimi quando incidono un disco guadagnano fior di soldoni, i primi rilasciano i loro album in rete scaricabili gratuitamente con tanto di libretto allegato.
Riguardo ai posteri, chissenefrega: non esistono i posteri. Come dice Deathmaster (leader dei Doomsword): "Nella vita hai solo il presente. Non combattere per la reputazione o per orgoglio, ma solo per ciò che onora te stesso nel momento presente."
A quanto pare risulta evidente che nei miei post traspare una concezione elitaria dell’artista, ma è in buona fede visto che le nature elevate godono di tanta incomprensione, inoltre se ci sono persone meravigliose che si rifugiano in solitudine e “scelgono” la reclusione è per tanti buoni motivi. Si fa presto a considerare una persona estremista solo perché crede con tutto il cuore in cose che gli altri non arrivano a capire (beninteso che parlo in generale, non mi riferisco a nessuno in particolare).
Senza divagare ulteriormente torno a tema; lo so che questo topic di Gilius era pensato per essere la solita “faccina che ride con commento di un rigo sul filmato,” ma cosa volete farci… con me ci vuole pazienza, e comunque lo squallore che semino per il forum lo rende più gotico.
Ozzy malgrado tutto rimane divertente, però va detto che filmarlo nel suo vero habitat assieme ai suoi figli lardosi e idioti per un fan di vecchia data non è stato certo il massimo, inoltre nessuno può più immaginarselo a vivere (per esempio) in un castello in Transilvania con ancora in bocca il saporaccio di quella famigerata testa di pipistrello. In pratica il suo mito è finito, così come la sua voce è andata a farsi benedire: è diventato una specie di semi-vegetale che fa ridere appunto per essere una specie di semi-vegetale, ma io quando lo vedo mi fa una gran tristezza essendo l’esempio di come può ridursi un uomo dopo una vita di abusi e di eccessi (per non dire di droga e di alcool in quantità industriale).

_________________
Non siamo che polvere e ombra.
(Orazio)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: gio mar 10, 2011 13:15 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio ott 11, 2007 11:40
Messaggi: 1990
Come ben ha detto Illusoria quando ho postato sta pubblicità il mio unico intento era quello di farci 2 risate con quei 3 minuti di marketing (secondo me) ben riusciti; non'ostante son contento che il tutto sia virato in argomenti più seri.
Impostare una discussione in questi termini implica però, come hanno cercato di fare Muze e il maestro Yzi, discutere sul concetto di arte-artista, che per ognuno di noi hanno significati diversi.

Entrando nel merito del Castoro e il Pipistrello credo che si stia facendo l'errore di misurarli col metro di chi fa per vivere solo che musica, quando entrambi sono a mio parere "Personaggi".
Non sono famosi solo per la loro produzione musicale, mai lo sono stati, sono diventati famosi perché il loro personaggio (personaggio= fruizione artistica + atteggiamenti e modo di presentarsi al pubblico) piaciono/piacevano ad un bel po di gente.
In breve sintesi credo che accusare di poca onestà intellettuale un qualsiasi musicista moderno perché vende il proprio "personaggio" è sbagliato come chiedersi chi è più bravo tra Messi - Picasso - Mozart.
Il personaggio Ozzy, piace, vende, ed è giusto che venda, anche con le pubblicità .. idem per Bieber

Poi è lecito e giusto dire mi piace / non mi piace..


Infine.. suvvia.. povero Castoro... quanti anni avrà? 17?
Dategli tempo e vedrette che diventa un supermetallaro mangia pipistrelli anche lui :ahah:
A quel età di artisti superdotati c'era solo Foscolo, e anche lui era un bel pippett**o.. tanto per intenderci :jollone:

_________________
:balla:

“Per sfuggire ad un nano furibondo occorrono gambe leste. E ricorda: dovrai sempre essere più svelto dell’ascia che ti scaglierà dietro.
Se gli sfuggi, modifica il tuo aspetto: egli possiede una memoria incredibile. Può così accadere che, dopo venti cicli solari, un boccale ti si fracassi all’improvviso sulla testa e la risata rabbiosa del nano ti risuoni sulle orecchie”


"Una volta la morte andò da un nano e voleva prenderlo con sé, ma il nano piantò bene gli stivali sulla pietra su cui stava, abbassò la fronte con fare testardo e disse di no. La morte passò oltre"

Le cinque stirpi, La guerra dei nani, Markus Heitz


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: gio mar 10, 2011 15:10 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: lun apr 21, 2008 02:45
Messaggi: 1933
Località: Il mondo bidimensionale
Ysingrinus un tempo era il primo a dire le mie stesse cose (ora non lo so):
Ysi a proposito del rap ha scritto:
Questo modo di parlare può diciamo ipnotizzare, perché ha una cadenza particolare. Per quel che riguarda volgarità e contenuti, è ovviamente molto misero come mondo: vogliono parlare di ghetti e povertà facendo i miliardari, sono patetici.


Prima di vederlo in questo video Bieber non sapevo nemmeno che esistesse, comunque non ci trovo niente di divertente nel vedere una sorta di bimbominkia famoso assieme a un vecchio rincoglionito (che un tempo era un grande), entrambi a pubblicizzare l’ennesima boiata tecnologica. E’ solo una questione di punti di vista ma a me queste cose mi sembrano troppo da dementi.
Ozzy (lo ha dichiarato lui stesso in varie interviste) se non fosse stato per la sua moglie immonda si sarebbe ritirato in una casa di campagna godendosi i milioni senza sputtanarsi. I fan lo avrebbero felicimente ricordato solo come il madman e non come il dazedman.

_________________
Non siamo che polvere e ombra.
(Orazio)


Ultima modifica di Illusoria il gio mar 10, 2011 15:40, modificato 1 volta in totale.

Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: gio mar 10, 2011 15:33 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: gio ott 11, 2007 11:40
Messaggi: 1990
Illusoria ha scritto:
Ysingrinus un tempo era il primo a dire le mie stesse cose (ora non lo so):
Ysi a proposito del rap ha scritto:
Questo modo di parlare può diciamo ipnotizzare, perché ha una cadenza particolare. Per quel che riguarda volgarità e contenuti, è ovviamente molto misero come mondo: vogliono parlare di ghetti e povertà facendo i miliardari, sono patetici.


Prima di vederlo in questo video Bieber non sapevo nemmeno che esistesse, comunque non ci ho trovato niente di divertente nel vedere una sorta di bimbominkia famoso assieme a un vecchio rincoglionito (che un tempo era un grande), entrambi a pubblicizzare l’ennesima boiata tecnologica.
E’ solo una questione di punti di vista ma a me queste cose mi sembrano troppo da dementi.


Il mio punto è appunto che .. quel vecchio rincoglionito .. non era che un giovane rincoglionito.. gran figo..
E penso che si possa pensare così e adorare la sua musica contemporaneamente

_________________
:balla:

“Per sfuggire ad un nano furibondo occorrono gambe leste. E ricorda: dovrai sempre essere più svelto dell’ascia che ti scaglierà dietro.
Se gli sfuggi, modifica il tuo aspetto: egli possiede una memoria incredibile. Può così accadere che, dopo venti cicli solari, un boccale ti si fracassi all’improvviso sulla testa e la risata rabbiosa del nano ti risuoni sulle orecchie”


"Una volta la morte andò da un nano e voleva prenderlo con sé, ma il nano piantò bene gli stivali sulla pietra su cui stava, abbassò la fronte con fare testardo e disse di no. La morte passò oltre"

Le cinque stirpi, La guerra dei nani, Markus Heitz


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: gio mar 10, 2011 15:44 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: sab mar 27, 2004 18:27
Messaggi: 3217
Località: Ancona
osservazione n°1: finalmente una discussione argomentata nella mia sezione.... godo come un riccio.

osservazione n°2: dopo averci pensato sopra ed atteso lo sviluppo della discussione (che di fatto non è sterile scambio di battute, ma un'argomentazione in evoluzione che aggiunge ed approfondisce concetti), posso finalmente dire che sottoscrivo l'ultimo post di Illusoria! Nel senso: di per sè non frega niente a nessuno delle pubblicità fatte da Ozzy o Bieber o chi per loro... E comunque, se devo prendere una parte, preferisco un Ozzy vecchio e malandato piuttosto che un insipido bombominkia (chiamatela deformazione professionale :asd:).

osservazione n°3: il bello di questo post è che, soprattutto grazie all'imput di Illusoria, ha preso il via un interessante "dibattito" sull'arte e sulla figura dell'artista. Personalmente ritengo che non esista correlazione statisticamente significativa (deformazione professionale numero 2 :asd:) tra "fama dell'artista" e "qualità dell'espressione artistica" dato che la relazione soffre di un'enorme endogeneità (ovvero i gusti soggettivi del pubblico).

Mi sento di prendere le distanze da una concezione puramente elitaria dell'arte e dell'artista (sostenuta soprattutto da Illusoria), motivando la mia scelta con una citazione celeberrima di Nanni moretti:
Che dici vengo? Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente? Vengo. Vengo e mi metto cosí, vicino a una finestra di profilo in controluce, voi mi fate: "Michele vieni di là con noi dai..." e io: "andate, andate, vi raggiungo dopo..."


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: gio mar 10, 2011 15:52 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: lun apr 21, 2008 02:45
Messaggi: 1933
Località: Il mondo bidimensionale
La concezione elitaria dell'artista vale solo per me (gusti personali), ben lungi dal dire: "questa è la vera arte, tutti gli altri non hanno facoltà di giudizio."
Rispondendo all'ultimo post di Gilius e chiudendo il mio discorso sul povero Ozzy che da sua fan gliene ho dette di tutti i colori.
Certo i suoi primi due dischi da solista e l'epoca d'oro dei Black Sabbath restano, ma appartengono al passato, oggi Ozzy è troppo perso anche come cantante. I suoi dischi da due decenni a questa parte vanno dal pessimo alla sufficienza risicata.

_________________
Non siamo che polvere e ombra.
(Orazio)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Ozzy e Bieber
MessaggioInviato: gio mar 10, 2011 21:19 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8646
Cita:
Sono abbastanza contrario agli estremismi in generale, dato che non sono mai portatori di verità.
Arte e Artista sono parole di per sé inutilizzabili. Chi decide cosa è arte e cosa no? E perché si ha la concezione élitaria dell'arte, comprensibile ed accessibile solo a pochi eletti, che finiscono a fare gli eremiti incompresi/alternativi nelle proprie camere, senza mai uscirne?


Chiunque può autodefinirsi artista, che lo sia o meno, ma quante più persone lo ritengono tanta più credibilità ha il suo titolo.
Per avere una minima possibilità di determinarsi come artista nella società c'è bisogno quantomeno di un apprezzamento a livello locale. E' proprio quà che acquisisce valore la critica.
Quindi, imho, non c'è bisogno di una dimensione commerciale, ma almeno di una minima notorietà, quel tanto che basta per constatare che in un certo target di persone è riconosciuta la propria abilità artistica.
Filosoficamente parlando, l'artista è colui che sa cogliere, creare "schegge di infinito". La verifica di ciò presuppone un confronto, come sopra.

Ma questo discorso ha un'unica validità: stabilire chi è artista, non chi non lo è!
E' la classica proposizione:
A implica B
Di cui è falso affermare che:
nonB implica nonA

Ok ora ci dò un taglio...

Quanto a Bieber, non lo ritengo un artista perchè non ha prodotto nulla, è l'appendice pubblica di un meccanismo di marketing, come anche altre "star". Forse è un artista per altre ragioni che gli schermi non mostrano.

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010