Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è mar mag 18, 2021 09:57

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: [monografia] Journey
MessaggioInviato: mar mar 08, 2011 00:18 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8646
Immagine




I Journey sono un gruppo musicale rock fondato nel 1973 a San Francisco, California. La band ha avuto molte fasi durante la sua carriera, ma il successo maggiore lo raggiunse dal finire degli anni '70 fino al primo scioglimento nel 1987. Durante questo periodo, raggiunsero piazzamenti di prestigio nelle classifiche americane specie grazie alle loro power ballad o a canzoni quali "Don't Stop Believin'" del 1981, che successivamente divenne il brano che ottenne miglior piazzamento in America.
In totale la band raggiunse 2 dischi d'oro, 8 multi-platino e un disco di diamante (tra cui 7 dischi multi-platino consecutivi tra il 1978 e il 1987). Ottennero 19 singoli in top 40, 6 dei quali nella classifica Billboard Hot 100. Secondo la Recording Industry Association of America, i Journey hanno venuto 47 milioni di album negli Stati Uniti, divenendo la ventottesima band più venduta nel Paese. Nel mondo hanno invece venduto più di 75 milioni di album.

I Journey sono i fondatori del genere Arena Rock.



Gli esordi (1973–76)

I membri originari dei Journey si incontrarono per la prima volta a San Francisco nel 1973 sotto consiglio dell'ex manager di Santana Walter Herbert. Denominati originariamente Golden Gate Rhythm Section con l'intento di servire come secondo gruppo per alcuni talentuosi artisti della Bay Area, la band reclutò l'allievo di Santana Neal Schon come chitarrista e Gregg Rolie alle tastiere e alla voce. La formazione si completò con il bassista Ross Valory e il chitarrista ritmico George Tickner, entrambi nei Frumious Bandersnatch, e con il batterista Prairie Prince dei The Tubes.
La band abbandonò velocemente l'idea di essere un "secondo gruppo" e iniziò a elaborare un proprio sound di stile jazz fusion. Dopo un contest radio che cercò di trovare un nome alla formazione, il roadie John Villaneuva suggerì il nome "Journey". La prima apparizione pubblica dei Journey avvenne così al Winterland Ballroom di New Year’s Eve nel 1973. Dopo lo show, Prairie Prince ritornò nei The Tubes e fu sostituito dall'inglese Aynsley Dunbar, che aveva di recente lavorato con John Lennon e Frank Zappa. Il 5 febbraio 1974 la nuova line-up fece esordio al Great American Music Hall assicurandosi un contratto discografico con la Columbia Records.
I Journey pubblicarono il loro disco d'esordio, l'omonimo Journey, nel 1975, a cui seguì l'anno successivo Look into the Future, quest'ultimo privo di George Tickner che aveva lasciato il gruppo l'anno precedente. Nessuno dei due lavori riuiscì a vendere un alto numero di copie e così Schon, Valory e Dunbar si offrirono di prendere lezioni di canto per cercare di accompagnare con armonie vocali il lavoro da solista della voce di Rolie. Uscì così Next, che si avvalse per la prima volta di Neal Schon come voce solista in due brani.

Le vendite raggiunte fino a quel momento dai dischi dei Journey non furono ritenute soddisfacenti dalla Columbia Records, la quale richiese alla band un cambio di stile e un nuovo frontman ad affiancare Gregg Rolie alla voce. Il gruppo reclutò allora Robert Fleischman e si rivolse a un genere più vicino al pop, sullo stile di band quali Foreigner o Boston. I Journey partirono in tour con Fleischman nel 1977 e composero il poi celebre brano "Wheel in the Sky". Non ricevendo ancora consensi da fans e critica, i Journey allontanarono dalla band Fleischman lo stesso anno.
Sul finire del 1977, la band ingaggiò Steve Perry come nuovo cantante. Perry aggiunse un suono pulito da tenore al gruppo, proiettando la formazione verso melodie ancora più vicine al pop. Il quarto album, Infinity, uscì nel 1978 e raggiunse la posizione #21 nelle classifiche, facendo vincere alla band il primo disco di platino e piazzando singoli in classifica, come "Lights" (#68 U.S.) e "Wheel in the Sky".
Sul finire del 1978, il manager Herbie Herbert licenziò Aynsley Dunbar, che si unì poi ai Jefferson Starship. Fu sostituito dal batterista Steve Smith. Perry, Schon, Rolie, Smith e Ross Valory registrarono così Evolution nel 1979, che diede alla band il primo singolo top 20 Billboard Hot 100 con "Lovin', Touchin', Squeezin'" (#16). L'album del 1980, Departure, si piazzò invece alla #8 nella classifica per gli album e incluse la traccia da top-25 nazionale "Any Way You Want It".

L'incredibile successo dei Journey portò un grandissimo numero di nuovi fans al gruppo che, durante il Departure world tour, registrò il suo primo disco live, Captured. Inoltre furono scelti per registrare la colonna sonora di un film Giapponese, Dream After Dream.
Gregg Rolie lasciò la formazione nel 1980, venendo sostituito da Stevie Roseman già per alcune registrazioni di Captured."[16] Rolie propose però di sostituirlo subito dopo con Jonathan Cain dei The Babys. Con Cain la band si proiettò verso gli incredibili successi che caratterizzeranno gli anni a venire.



Immagine
Il successo (1981–83)


I Journey pubblicarono il loro ottavo e più venduto album Escape nel 1981. Il disco, certificato nove volte platino, divenne il #1 nelle classifiche dell'anno e incluse tre hits da top 10: "Who's Cryin' Now", "Don't Stop Believin'" e "Open Arms", quest'ultima il maggiore singolo della band, #2 per sei settimane consecutive e #13 nella Billboard's 1982 year-end Hot 100. Inoltre MTV mandò in onda uno dei loro tre show sold-out a Houston il 6 novembre 1981 di fronte a più di 20000 fans.
Capitalizzando il loro successo, la band registrò pubblicità per la Budweiser e vendette i propri diritti per alcuni videogame: Journey e Journey Escape. La loro fama portò anche a critiche, come quella della Rolling Stone Record Guide che diede una sola stella al disco, con Dave Marsh che scrisse che "i Journey erano il capolinea dell'arena rock di San Francisco". Marsh definì anche Escape come uno dei peggiori album #1 di tutti i tempi.
Il successivo disco, Frontiers, uscì nel 1983 e proseguì il successo commerciale, divenendo #2 nelle classifiche e vendendo circa 6 milioni di copie. L'album generò 4 hit da top 40, "Separate Ways (Worlds Apart)" #8, "Faithfully" #2, "Send Her My Love" e "After the Fall", entrambe #23. I Journey erano diventati una delle maggiori band al mondo. Durante il successivo tour, il gruppo registrò con la NFL Films un video documentario sulla loro vita on the road, Frontiers and Beyond. Alcune scene del film mostrano la band esibirsi davanti un pubblico di 80000 persone al JFK Stadium di Philadelphia, Pennsylvania.



Immagine
Referenze nella cultura popolare


Anno dopo anno le canzoni dei Journey sono state utilizzate o nominate in numerosi film, show televisivi, videogame o telefilm. Molti brani del gruppo sono stati reinterpretati o utilizzati come colonne sonore di eventi sportivi.
La canzone Lovin' Touchin' Squeezin' è stata inserita come quinta traccia nel CD A Change of Seasons dei Dream Theater e nel 1995 Mariah Carey ha pubblicato una cover di Open Arms nel suo album Daydream, estratta poi anche come singolo nel 1996.
La band Journey appare come la preferita del personaggio J.D. del telefilm Scrubs[39]. Sempre nella terza serie di Scrubs, nella seconda puntata intitolata "Il mio viaggio" (in lingua originale "My Journey"), J.D. ammette di amare i Journey e consiglia a Carla di ingaggiare una cover band dei Journey per il matrimonio di Carla e Turk, chiamata "Amore Strizzami" (in lingua originale "The Lovin'n Touch'n Squeeze'n's"). Inoltre nella stessa puntata si può sentire "Dont' Stop Believin'" come colonna sonora del finale di puntata
Nel film Prima o poi me lo sposo (The Wedding Singer) di Frank Coraci, durante il matrimonio di Robbie Hart (Adam Sandler) viene usata la base di Don't Stop Believin' come marcia nuziale. Ancora, nel film Io vi dichiaro marito e marito (I Now Pronounce You Chuck and Larry) di Dennis Dugan, viene suonata la canzone Open Arms durante la festa in maschera gay. La canzone "Don't stop believin'" viene usata anche all'interno del film "Racconti incantati" per ben due volte (all'interno del film e nei titoli di coda)
Nell'episodio 4ACX03 - Il brutto anatroccolo (Don't make me over) de I Griffin, Peter Griffin e i suoi amici cantano con il karaoke nel bar L'ostrica ubriaca la canzone Don't stop believin. Ne I Simpson vengono inseriti due brani dei Journey. Any Way You Want It la si può sentire negli episodi 4F05 - Burns baby Burns (suonata al party fuori dal cinema alla fine dell'episodio) e AABF06 - Viva Ned Flanders (suonata mentre nonno Abraham Simpson guida). Separate Ways (Worlds Apart) nell'episodio FABF20 - Tutto è lecito in guerra e in cucina (suonata mentre i due Homer Simpson vicini di casa litigano). Nella puntata 2x10 de I Soprano si sente la canzone Wheel in the Sky sia in una scena centrale che nell'ultima. Nell'ultima puntata, nell'ultima scena, si sente Don't Stop Believin'.
Nell'episodio 4x10 del telefilm "One Tree Hill" il personaggio Keith Scott, comparendo in un sogno del protagonista Lucas Scott sottoforma di fantasma, prende tra le mani un disco della band esclamando "Journey...i used to love Journey..." (trad: "Journey...adoravo i Journey..."). I Journey sono inoltre il gruppo preferito da Ryan Atwood, uno dei personaggi principali della serie TV The O.C.. La commedia sportiva americana Crazy for You viene aperta e chiusa dal loro brano Only the Young. Il brano Separate Ways (Worlds Apart) dall'album Frontiers del 1983 è la suoneria del cellulare di Carl Allen (interpretato da Jim Carrey) nel film Yes Man del 2008. Il brano "Any Way You Want It" è usato come suoneria del cellulare di Chuck Bartowski, protagonista della serie TV Chuck, mentre "Don't Stop Believin'" è in sottofondo nel film Monster, nella scena dove le due protagoniste (Charlize Theron e Christina Ricci) pattinano tenendosi per mano. La stessa traccia è la colonna sonora del telefilm culto negli Stati Uniti Glee e, nell'ultimo episodio della prima stagione della serie, viene cantate Don't Stop Believing, Faithfully, e un mash-up tra Anyway you want it e Lovin' Touchin' Squeezin'.
Nell'album solista del cantante brasiliano André Matos Time to Be Free(2007) compare una cover di Separate Ways (Worlds Apart) dei Journey, i tratti somatici di André Matos ricordano vagamente quelli dello storico frontman dei Journey, Steve Perry. Nell'album dei Warmen Japanese Hospitality del 2009 è presente una cover sempre di Separate Ways (Worlds Apart) dei Journey, con la voce di Pasi Rantanen.
Nel 1982, i Journey furono protagonisti di un videogame pubblicato per l'Atari 2600 dal titolo Journey Escape. Il gioco si basava sull'album Escape. L'anno seguente apparvero nel videogioco arcade Journey della Bally Midway la cui uscita coincise con il tour di Frontiers.
La canzone Separate Ways (Worlds Apart) è inserita nella colonna sonora del film Yesman con Jim Carrey. Nel film The Losers (film) del 2010 la canzone Don't Stop Believing è utilizzata come tema ricorrente poiché canticchiata da Jensen uno dei personaggi e utilizzata come sottofondo durante i titoli di coda. Nel cartone animato "Mostri contro Alieni" la canzone "Who's Crying Now" è ascoltata in auto alla radio dalla coppia che si apparta nel parco ed è testimone della prima discesa degli alieni.



Immagine

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010