Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è mer mag 12, 2021 10:43

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: [monografia] Alcest
MessaggioInviato: sab gen 07, 2012 11:00 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8646
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=LBZRuu6gWyk[/youtube]

ALCEST

Alcest è un progetto musicale fondato agli inizi del 2000 da Neige (Amesoeurs, Peste Noire e Forgotten Woods) al quale si unirono Argoth (Peste Noire) e Famine (Peste Noire, Valfunde). Con questa formazione la band debuttò nel 2001 con un demo dalle sonorità black metal, Tristesse Hivernale. Poco dopo Argoth e Famine lasciarono la band e Neige ne divenne unico membro: questo portò il progetto verso uno stile musicale più intimo simile allo shoegaze. Nel 2009 entra a far parte degli Alcest il batterista Winterhalter (Peste Noire, Les Discrets).

Nella visione immaginaria di bambino, Neige immaginava spesso di essere in contatto con un paese lontano, un "fairy land": un posto con «colori, forme e suoni che qui non esistono» come egli stesso lo definisce e popolato da fate e fatine.
Il progetto Alcest è l'adattamento musicale dei ricordi di questo mondo fantastico: Neige con la musica degli Alcest cerca di portare l'immaginazione dell'ascoltatore verso i ricordi della sua infanzia. Questo tipo di concetto è stato introdotto con l'EP Le Secret. Souvenirs d'un autre monde ha proseguito questo intento.

Le prime recensioni di Le Secret accreditarono lo stile degli Alcest come una versione black metal "fredda e malinconica", con grande sorpresa e delusione da parte di Neige. Egli infatti, in un'intervista apparsa sulla webzine Aeternitas Tenebrarum Music Foundation, rispose seccato a queste interpretazioni, così come ai pareri che decretavano la sua voce piena di uno stato d'animo oscuro:

« Un umore oscuro???.... Mi rattrista veramente questo parere, poiché ciò dimostra che non sono riuscito a comunicare quello che avevo dentro di me ... Volevo solo creare un canto "materno", ipnotico e surreale, simile a quello che sento come afferente al fiabesco, certamente non un "canto tetro". Le mie melodie sono sì strane, ma non stressanti, almeno spero di no! La produzione scadente e il canto strozzato possono forse spiegare le cose. Se tu avessi almeno capito il significato dei miei testi, non credo che si sarebbe detto ciò, perché non sono testi tristi o ansiosi, che tengo invece per i Mortifera. Ho in programma di ri-registrare Le Secret molto presto, mi auguro che questa volta non vi sarà alcun fraintendimento in quanto non sei la prima persona a valutare la mia musica come musica dark. »


Un altro malinteso è l'idea che vi siano delle voci femminili in Le Secret quando la voce contenuta nell'EP è sempre di Neige. L'album Souvenirs d'un Autre Monde, invece, include la voce femminile di Audrey Sylvain (Amesoeurs, Peste Noire) nella traccia Sur L'Autre Rive Je T'Attendrai.

In una recente intervista con Neige condotta da una label indie, il cantante francese ha affermato che Souvenirs d'un autre monde ha richiesto tra i 5 e i 7 anni per venire pubblicato, e quando gli venne chiesto di fare un altro full-length ha detto ai suoi fan che "devono prendersi il tempo per capire davvero 'souvenir' e devono pazientare ancora prima di poter ascoltare un altro album". Più tardi, Neige ha annunciato in un blog che il seguito di souvenir sarebbe stato registrato dal 27 luglio a metà agosto 2009, e l'uscita prevista per il marzo 2010. Questa promessa è stata mantenuta quando il 29 marzo 2010 uscì il secondo full-lenght degli Alcest: Écailles de Lune.


Alcest - that is music from another world, a world that is real, but that exists beyond ours and cannot be grasped by our senses. A world where all appearances - trees, glades, streams - emit a pearly light and where a faraway and celestial music fills the air like sweet perfume. A world inhabited by infinitely benevolent and protective beings of light, communicating in a wordless 'language' directly from one soul to another. A world where the soul knows neither pain nor sickness nor sorrow, but is filled with a deep peace and an ineffable bliss. A world that lies 'before' and 'after,' 'beside' and 'behind' our world and the awareness of which stills mankind's fears of death.

This world is no dream and no fantasy. Neige, the creative mind of Alcest, knows it - he has experienced it and keeps memories of how it revealed itself to him in the form of esoteric experiences in his early life. Alcest is his medium to come to terms with these memories and to share them with others.


"Les voyages de l'âme" ("The Journeys of the Soul") is Alcest's third album and contains the quintessence of the group's creative work to date. While "Le secret," the debut EP from 2005, was the key to the world of Alcest, "Les voyages ..." unites everything that characterises Alcest in terms of concept and music. While an epic composition such as "Là où naissent les couleurs nouvelles" would have found its place also on "Écailles de lune," "Beings of Light" with its blazing character reminds of the ground-breaking "Le secret." On the other hand, "Autre temps" - the album's first single to which there is also an impressive and visually stunning video clip – is a prime example for the melodic and catchy side of Alcest that initially came to the fore on the band's debut album "Souvenirs d'un autre monde." Something that is common to all of the songs, however, is the predominant feeling of euphoria and bliss, always subtly overshadowed by melancholia and yearning. A feeling akin to that which you experience when you think about the otherworld of Alcest that awaits us all.

Immagine




Personalmente consiglio un ascolto più che approfondito, la durata dei pezzi e la loro ricchezza richiedono tempo per essere apprezzate.

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [monografia] Alcest
MessaggioInviato: sab gen 07, 2012 12:01 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: lun apr 21, 2008 02:45
Messaggi: 1933
Località: Il mondo bidimensionale
Avanti Goldrake. Visto che ascolti Alcest, un teschietto in meno.

Sei lo stesso a 18 teschietti (Evanescenze vale 3 teschietti, Shakira 5).
A 20 teschi vinci il teschio d'oro e diventerai il maggiordomo di Burzum.

_________________
Non siamo che polvere e ombra.
(Orazio)


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: [monografia] Alcest
MessaggioInviato: mer gen 11, 2012 22:52 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8646
Illusoria ha scritto:
Avanti Goldrake. Visto che ascolti Alcest, un teschietto in meno.

Sei lo stesso a 18 teschietti (Evanescenze vale 3 teschietti, Shakira 5).
A 20 teschi vinci il teschio d'oro e diventerai il maggiordomo di Burzum.


:su:
Io prima o poi vengo a prendere un thè da te. :ahah:

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010