Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è lun ott 14, 2019 22:15

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar gen 19, 2010 05:43 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5407
Località: Soncino (CR)
Dopo tanto tempo speso tra i Valmini, mi accorgo che abbiamo parlato di tanto, affrontando questo a quell'argomento quasi casualmente.
Per lo più c'era una domanda di partenza e da lì si approfondiva.
Oggi voglio cominciare dal principio, rispondendo a una domanda privata che mi ha spiazzata: "Mi parli dei drow?"
Quando ti arriva una domanda simile è una mazzata!
Quindi partiamo proprio dal principio... mettetevi comodi e inforcate gli occhiali 3D 8-)


Liberamente tradotto da "Drow of the Underdark" - TSR - Accessorio ufficiale di Ad&d 2° edizione

Introduzione


Drow. Gli Elfi Oscuri. Coloro che si sono votati al Male.
Nelle lingue degli elfi, molti sono i nomi con cui ci si riferisce loro:
"tirl aukhbhet-ess", "tuer lothnil", e "duiss aszbhar".
Tutti tradotti con "I Dannati".
Gli eleganti, oscuri e letali drow sono una razza odiata e temuta.
Le pericolose caverne dell'Underdark sono abitate da molti mostri spaventosi, inclusi i drow.
Dalla pelle di ossidiana, di estrazione elfica, questa razza caduta detiene la maestria nell'arte magica, insieme a una crudele reputazione.
Fin da bambini, in tutto il Faerun, si odono racconti e leggende sussurrate su "Quelli del Sottosuolo", ancora prima di conoscerne la reale esistenza.
Crescendo, si impara che i drow emergono di notte, in sporadiche incursioni nei regni di superficie superficie, con la loro perversa magia e l'eguale quasi-invulnerabilità al potere arcano della gran parte dei maghi.
Sono maestri nell'arte del sotterfugio e dell'inganno e non godono di alcuna fiducia, persino dai loro simili.

"Se non fossero divisi in fazioni bellicose, senza dubbio avrebbero già conquistato e sottomesso un reame o due -e forse (sottovoce adesso... hanno spie ovunque...) lo hanno già fatto, qui, di nascosto, perfino sotto il nostro naso, sulla superficie assolata del Faerun!
Eh! Non ridete! Non avete sentito di strani riti magici, strani accadimenti e questo e quello che va storto, cose mai venute fuori prima? Bene! Viene da sottoterra, badate bene- viene da loro!"

Quante volte ho sentito queste parole da mercenari e combattenti a guardia di carovane, presso le taverne di Waterdeep quando domandavo loro dei drow (un argomento più volentieri da evitare, come ci tenevano a sottolineare)
Armato della più elevata conoscenza, acquisita dalle spade più talentuose incontrate lungo la via, ho usato un portale che conoscevo e in un singolo passo fui scaraventato lontano dalla Città degli Splendori (Nota: così viene spesso chiamata Waterdeep).
Ho viaggiato per metà del mondo lontano da lì, oltre gli antichi, verdi alberi di Shadowdale, attraverso due vecchie e rugose foreste giganti... in realtà persino oltre la strada maestra, sull'anonimo sentiero lastricato che conduce alla Torre di Elminster.
Chissà cosa l'Antico Saggio, tra i più grandi (e quasi certamente il più ampiamente esperto) maghi viventi nel Faerun, conosceva dei drow...
Ho affrettato i miei passi, elaborando le mie domande in una mezza dozzina di modi diversi, pensando al modo migliore per approcciare "Sua Irascibilità".
Udendo una risatina familiare alla mia sinistra, presi il sentiero laterale che conduceva al laghetto di Elminster. Forse stava lavando i piatti o il bucato (o meglio, sedeva e e parlava, fumando la sua pipa infernale, mentre Lhaeo svolgeva detti compiti), o forse stava... mi immobilizzai raggelato.
Elminster era seduto, sì, stava fumando, decisamente... ma stava anche ridendo alle basse, appena sussurrate parole di una visitatrice.
Parole che cessarono improvvisamente al mio arrivo, per mutare in silenziosi movimenti di mani, cenni del capo, sopracciglia arcuate e un complesso intreccio di espressioni sul viso.
Elminster posò uno sguardo severo su di me, annuì come a impormi di "stare buono e aspettare", e riportò l'attenzione sulla sua ospite. Le sue mani, spalle e tutto ciò che era visibile del suo volto sopra la faccia si mossero con gesti silenziosi, rapidi e precisi che parvero rivelare preoccupazione riguardo l'opportunità della mia presenza e a quanto avrei potuto rivelare.
Dimenticai di aspettare e tacere, discretamente in disparte come si conviene: ero troppo preso a fissare.
Davanti a me, immersa fino alle spalle nell'acqua, c'era una magnifica donna elfica. La testa e le spalle erano abbracciate da una cascata di sottili capelli, vianchi come la neve, che ondeggiavano nell'acqua intorno a lei in nubi evanescenti.
Occhi rosso rubino, incastonati su un volto di ossidiana delicatamente scolpito, dardeggiavano tra Elminster e me, scintillando di fiamme alla luce del tramonto.



La Dama drow -perché potevo solo definirla una Dama- reggeva nella mano un calice scintillante sulla superficie limpida dell'acqua. Vino drow, speziato e verde, brillava nelle sue profondità. Poco distante, poggiato su una roccia accanto al Vecchio Mago, un calice gemello conteneva la stessa bevanda.
Elminster sorrise e si volse verso di me.
"Benvenuto" disse "Posso presentarti... non più vicino, per favore; è piuttosto suscettibile, e per questioni di pudore non uscirà dall'acqua per ora... dicevo, ti presento la mia apprendista di un tempo, Susprina Arkhenneld"
Detto questo, attese fissandomi con aria di sfida. Ricordai allora che ci si inchinava su un ginocchio di fronte alle donne di alto rango (persino quando sono immerse in una polla d'acqua) e così feci.
Elminster sorrise.
"Esatto, è una drow. Mystra lo ha concesso. Sei dunque diventato così esperto dei modi tipici del Faerun che devi stare lì come un contadino stordito? Non sei venuto a domandarmi qualcosa?"
Trassi un profondo respiro e offrii un timido sorriso all'apparentemente irata Susprina.
Questa era una di quelle cose che non sarebbero state facili...
E non fu per niente facile, ma il risultato è ciò che ora tieni tra le mani: una guida che esplora l'affascinante, spesso letale cultura dei drow nel (o meglio, sotto) Faerun.
Elminster fu d'aiuto, così come Suprisprina, ma entrambi ci tennero a sottolineare che molto qui sarebbe stato incompleto: gli avventurieri avrebbero potuto imparare di più a loro rischio e pericolo.
Inoltre, in altri mondi in cui sono stati avvistati, i drow possono variare in usanze e dettagli rispetto alle informazioni qui contenute.
Come il Vecchio Mago dice (e anche troppo spesso): Siete Stati Avvertiti.

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar gen 19, 2010 11:05 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 33749
Località: Valm Neira
Adoro quel manuale! :stval:
Ottimo lavoro, come sempre! :drow:

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar gen 19, 2010 16:55 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar giu 29, 2004 17:42
Messaggi: 82
Località: Menzoberranzan
...ebbhè, che dire!!
...senza alcun dubbio si rivelerà un gran lavorone :ok:, ma soprattutto direi che la nostra Matrona sta mettendo per iscritto quelle che sono le "radici" dalle quali è germogliato e poi cresciuto questo forum...

Aspettando con trepizione l'evolversi ti auguro un buon lavoro... :wink:

_________________
......la morte è solo l'inizio...


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar gen 19, 2010 17:33 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5407
Località: Soncino (CR)
In effetti su Valm trovi di tutto sui drow, ma manca proprio il "principio" e sono rimasta spiazzata quando ho dovuto guidare un neofita per fargli cogliere chi fossero i drow.
Lieta come sempre che apprezziate e speriamo sia un lavoro utile per chi vuole davvero conoscerli prima delle successive modifiche...

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar gen 19, 2010 18:28 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 33749
Località: Valm Neira
Sheyraen ha scritto:
In effetti su Valm trovi di tutto sui drow, ma manca proprio il "principio" e sonorimasta spiazzata quando ho dovuto guidare un neofita per fargli cogliere chi fossero i drow.


In effetti c'è questo thread: viewtopic.php?f=120&t=24
Ma non so, forse è troppo striminzito o troppo "leggendario" per essere preso in considerazione! :D

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar gen 19, 2010 18:46 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5407
Località: Soncino (CR)
No, non era striminzito e il fatto che fosse leggendario non stonava affatto.
Come ho detto allora, era un bellissimo riassunto.
Ora quello che provo a fare è proprio il racconto completo, un lavorone che chi ha già il manuale "Drow of the Underdark" conosce (come te)
E' tutto il racconto completo perché chi si chiede cosa erano i drow una volta, non può cogliere le differenze con quelli che sono divenuti ora, se non attraverso la miriade di dettagli che ne hanno fatto la razza più approfondita che io abbia conosciuto.
Spero possa diventare un punto di riferimento esaustivo per chi pone la domanda "Cosa sono i drow"
Ambizioso, eh? :Sorrisone:

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar gen 19, 2010 21:51 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 33749
Località: Valm Neira
Sheyraen ha scritto:
Spero possa diventare un punto di riferimento esaustivo per chi pone la domanda "Cosa sono i drow"
Ambizioso, eh? :Sorrisone:


Da voi non mi aspettavo niente di meno, mia signora. :inchino:

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio: LA NATURA DEGLI ELFI SCURI: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar gen 26, 2010 04:56 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5407
Località: Soncino (CR)
Liberamente tradotto da "Drow of the Underdark" - TSR - Accessorio ufficiale di Ad&d 2° edizione

La Natura degli Elfi Scuri


I drow, o elfi scuri, sono una razza misteriosa e temuta per la gran parte degli abitanti dei Reami di superficie.
Le loro caratterstiche primarie, statistiche e dettagli relativi al gioco sono descritti nel volume 2 del Manuale dei Mostri, alla voce "Elfo, Drow".
Questo capitolo approfondisce le informazioni, come primo passo fondamentale verso l'obiettivo di questo lavoro: dare vita ai drow dei Reami, per un facile e rapido riferimento e utilizzo in gioco da parte dei DM.


Corporatura Drow

I drow variano in forma, lineamenti e colore dei capelli ampiamente quanto gli umani.
La sola eccezione a questa regola riguarda la loro pelle, uniformemente nera (le poche eccezioni riguardano gli albini, che tendono al bianco-ossa)
La maggior parte dei drow ha capelli bianco-neve alla nascita, vagamente tendenti al giallo pallido (nelle femmine) e al grigio (nei maschi) e solo in casi di età molto avanzata tendono anche ad assottigliarsi.
In qualche rarissimo caso, possono avere capelli color argento o rame al naturale, sebbene ci siano coloro che li tingano d'argento deliberatamente (saranno trattati nel capitolo riguardante la religione drow, alla voce "Eilistraee")



I più hanno occhi rossi. Altri possono variare dal verde, al castano o nero. Non sono sconosciute anche variazioni sul grigio, persino l'ambra e il rosa.
Gli occhi di tutti i drow comunque tendono ad accendersi di rosso intenso quando sono irati o in qualche modo nervosi.
Occhi di colore giallo solitamente denunciano i segni di una malattia, un avvelenamento, una debolezza fisica o la presenza di qualche magia distruttiva.
Occhi blu o viola (e tutte le loro sfumature) sono decisamente fuori dal comune, e solitamente denotano che nella linea di sangue ci sia qualche antenato umano o elfo di superficie.

Nota personale mia: siccome gli occhi blu o viola sono rari, la maggior parte dei giocatori tenderà a sceglierli per il proprio personaggio. Cattiva idea. Se davvero si vuole affrontare una sfida di ruolo per mettere alla prova le proprie capacità, allora provate a fare un drow BASE e renderlo speciale con la sua personalità, non con l'aspetto. Solo così mostrerete vera bravura e il drow che ne verrà fuori sarà più carismatico e credibile.


I denti dei drow possono essere neri, bianchi o viola e le loro gengive, lingua e gola rosa, rosse o viola.
Le femmine drow sono tendenzialmente più grandi dei maschi.
Entrambi i sessi sono comunque esili, agili, eleganti e aggraziati nella struttura, nei lineamenti e nei movimenti, esattamente come la gran parte delle creature di razza elfica appare agli occhi umani.

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: LA NATURA DEGLI ELFI SCURI: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: gio feb 04, 2010 04:14 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5407
Località: Soncino (CR)
Liberamente tradotto da "Drow of the Underdark" - TSR - Accessorio ufficiale di Ad&d 2° edizione

Intelligenza Drow

I drow sono estremamente indagatori e attenti, tratti questi semplicemente necessari per la sopravvivenza nella loro perversa società. Questa prontezza mentale, dona loro un vantaggio intellettivo superiore a quello di gran parte delle altre creature.
Nell'atto di creare un personaggio drow, il Master può concedere un bonus di +1 al punteggio di
Intelligenza, e +1 oppure +2 al punteggio di Destrezza, fino al punteggio limite di 18.
Da sottolineare che mentre l'intelligenza drow viene aumentata, non è così per la
Saggezza: gli insegnamenti fortemente penetranti della dottrina di Lloth, e la limitata esposizione alle altre società, altri esseri e al circondario, non possono certo condurre a un'esperienza ampia e ragionata del mondo.

Raramente un drow viene sorpreso.
Il Master dovrebbe aggiungere un modificatore di +2 per gli attacchi "all'erta" (Vedi Manuale del Dungeon Master) sui tiri del drow per la sorpresa.
Questo perché un drow si aspetta sempre un attacco, che sia nel "selvaggio" Buio Profondo o sul mondo di Superficie, nella sua stessa città (dove un rivale potrebbe colpire con un pugnale, un dardo, un incantesimo in qualsiasi momento), o persino all'interno della propria casa (dove membri rivali della stessa famiglia potrebbero approfittare di un momento di distrazione per "potare l'albero genealogico")

Per rispecchiare la vera letalità dei drow in combattimento, i Master sono incoraggiati a far usare loro strategie estremamente astute, renderli all'erta e altamente pronti a reagire nei confronti di PG nemici che stiano preparando incantesimi, o nei confronti di qualsiasi pericolo incombente, e così via.
Una strategia tipicamente drow include la preparazione di agguati laddove ci siano pericoli conosciuti pronti a essere messi a frutto, quali rocce instabili che possono essere fatte franare su eventuali intrusi.
Non sono nemmeno poco comuni all'interno del Territorio Selvaggio degli Elfi Oscuri, trappole antiuomo, come vegetazioni di funghi letali piazzate strategicamente lungo il percorso, o bulbi di vetro riempiti con spore velenose.



I drow che cadono in battaglia, vengono solitamente rianimati da sacerdotesse drow come zombi (almeno fin quando i loro arti inferiori sono utilizzabili) e non lasciati come bottino in mano al nemico.
Tali zombi hanno spesso l'ordine di trasportare i feriti e cadaveri che non siano in grado di muoversi, oltre a essere utili come "truppe da impatto".

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: gio feb 04, 2010 12:47 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar set 23, 2008 21:38
Messaggi: 1683
Località: Calimport - San Mauro Pascoli
Sheyraen ha scritto:
(dove membri rivali della stessa famiglia potrebbero approfittare di un momento di distrazione per "potare l'albero genealogico")


Semplicemente stupenda quest'espressione :evillaugh:

_________________
"Anything you can think to do, you can do. But not if you're looking at your character sheet for inspiration, because they can't possible outline every possible action, no matter how many powers you have."

Immagine


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: gio feb 04, 2010 13:12 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer nov 12, 2008 18:33
Messaggi: 453
Località: Valm Neira (da non confondersi con Valmiera, capoluogo di provincia lettone).
Alukane ha scritto:
Sheyraen ha scritto:
(dove membri rivali della stessa famiglia potrebbero approfittare di un momento di distrazione per "potare l'albero genealogico")


Semplicemente stupenda quest'espressione :evillaugh:


Il mio piccino di nemmeno due anni cerca già di "potare" il maggiore... :roll: Gli elfi oscuri "terrestri" sono più precoci rispetto ai drow...

_________________
Who is who in Val Neira ha scritto:
Hoijemondijs Dodgloptris Nyrtjainnen
Sacerdotessa di Lloth del casato minore Nyrtjainnen. Vanta altri titoli come Sacerdotessa dei riti della Tenebra - Maestra del culto della Fertilità - Custode delle Estreme Sapienze, legati alle sue attività magiche
.

rose ha scritto:
Hoijemondijs è dio :sisi:
Mitternacht ha scritto:
Ah allora è con lei che me la prendo di continuo XD


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: gio feb 04, 2010 13:18 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar set 23, 2008 21:38
Messaggi: 1683
Località: Calimport - San Mauro Pascoli
Hoijemondijs ha scritto:
Alukane ha scritto:
Sheyraen ha scritto:
(dove membri rivali della stessa famiglia potrebbero approfittare di un momento di distrazione per "potare l'albero genealogico")


Semplicemente stupenda quest'espressione :evillaugh:


Il mio piccino di nemmeno due anni cerca già di "potare" il maggiore... :roll: Gli elfi oscuri "terrestri" sono più precoci rispetto ai drow...


:asd: Si l'ho notato coi miei nipotini, il figlio minore tende a farsi spazio a spese del maggiore ( :look: io sono l'ultimo di quattro fratelli :twisted: )

_________________
"Anything you can think to do, you can do. But not if you're looking at your character sheet for inspiration, because they can't possible outline every possible action, no matter how many powers you have."

Immagine


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: LA NATURA DEGLI ELFI SCURI: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: mar feb 09, 2010 05:00 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5407
Località: Soncino (CR)
Liberamente tradotto da "Drow of the Underdark" - TSR - Accessorio ufficiale di Ad&d 2° edizione

Sensi dei Drow

Gli occhi dei drow possono percepire tracce di calore nell'aria e nella roccia grazie alla loro infravisione della gittata di 36 metri.
A partire dal "freddo" e soffuso grigio della pietra, il calore assume progressivamente sfumature e tinte più calde, dal'azzurro chiaro al viola, al rosso e infine al più caldo giallo.
Il calore può avere origine da tiepide sorgenti, o bollenti magma, geyser o fessure d'aria.
Gli elfi scuri imparano a usare le "ombre" di queste tonalità varianti per mimetizzarsi quando sono a caccia o sulle tracce di qualcuno, in modo molto simile a quello usato dalle creature di superficie rispetto alle ombre prodotte dal sole, dalla luna o da altre fonti di luce. Come gli abitanti della superficie, i drow devono imparare a "leggere" le tonalità di calore; il significato delle varie sfumature e tracce viene da loro assimilato solo attraverso l'insegnamento, o l'esperienza "sul campo".



In prossimità di aree abitate, le emissioni di calore dell'ambiente naturale del Buio Profondo sono sfuocate e sfalsate per via dell'alta temperatura, causata dalla concentrazione di creature viventi e loro attività raccolte in un solo luogo.
Le città drow inoltre, sono dotate di bagliori magici, di qualche luce reale (solitamente le intense, per lo più estranee alla gran parte di loro, emanazioni luminose di candele usate dai maghi o dalle sacerdotesse durante importanti rituali in omaggio a Lloth), e la molto più comune Luminescenza perenne dei fuochi fatui che illuminano le loro statue.
I drow sono orgogliosi della bellezza delle loro sculture e per questo sono soliti sottolineare i loro lavori più meritevoli attraverso l'uso di questo incantesimo.

L'udito dei drow è fortemente sviluppato. Nel Buio Profondo, imparano a trovare l'acqua misurando il tempo che intercorre tra un gocciolio e un altro, o attraverso la corrente che odono, e imparano a individuare imminenti spostamenti rocciosi o crolli semplicemente ascoltando il crepitare naturale o il basso ruggito della pietra grezza.

I drow hanno dita lunghe, sottili e molto sensibili, con una capacità tattile altamente sviluppata. In aggiunta al loro linguaggio silenzioso fatto di gesti, pose ed espressioni, sono capaci di leggere i sottilissimi "segni segreti", (nello stile del linguaggio braille) lasciati su muri rociosi, messaggi incisi su pietre e segnali lasciati da altri drow.

L'olfatto, di contro, non è così acuto. Il permeante, onnipresente odore di roccia e aria chiusa tutto intorno, screziato dall'eterno sentore di muschi e spore di funghi, insieme a quello di altri drow e dei corpi degli schiavi, è un forte sottofondo per i loro sensi. La gran parte degli elfi scuri inoltre è stata esposta fin dall'infanzia al forte aroma di incensi ed erbe rituali bruciate, cosa che ha ulteriormente compromesso il loro olfatto.

Possono certamente ancora apprezzare un buon profumo, l'incenso e sentori simili, ma il loro olfatto è tutt'al più acuto quanto quello di un umano medio, e parecchio inferiore invece a quello di molti abitanti nativi del sottosuolo.

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: LA NATURA DEGLI ELFI SCURI: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: ven feb 26, 2010 05:10 
Non connesso
Moderatrice
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 27, 2007 15:16
Messaggi: 5407
Località: Soncino (CR)
Liberamente tradotto da "Drow of the Underdark" - TSR - Accessorio ufficiale di Ad&d 2° edizione

Magia Personale

Tutti i drow civilizzati, seguono un rigido addestramento nell'arte della magia (specificato meglio nel capitolo successivo), sia per mettere alla prova la loro attitudine all'evocazione di incantesimi, sia per abituarli alla concentrazione mentale necessaria al controllo delle loro abilità magiche naturali.
Nota per il DM: Le abilità magiche si attenuano e spariscono con il tempo nel mondo di superficie. Quando il personaggio raggiunge l'età per avventurarsi, se ha vissuto in questo ambiente, le sue abilità magiche sono del tutto annientate.
Questi innati "poteri di base", come vengono chiamati dal momento che tutti i drow ne sono forniti alla nascita e con la pratica possono imparare ad usarli senza addestramento formale, sono le abilità di evocare luci danzanti, fuochi fatui e nube di tenebra.

Tali poteri variano leggermente di luogo in luogo, a seconda del lignaggio, delle difese naturali da individuo e individuo, dalle differenze di favore prolungato da parte di divinità drow, e dalle variazioni di intensità della radiazione naturale locale del Buio Profondo.
Il controllo che gli elfi scuri sono in grado di esercitare su tali poteri, varia a seconda dello stato mentale, o per malattia, età, addestramento e altre possibili condizioni.
Un drow sul punto di morire, potrebbe consapevolmente riversare la propria forza vitale nell'esercizio di questi poteri, duplicandone o persino triplicandone l'area d'effetto, la durata e/o il danno, se il DM lo concede.

Nota per il DM: La concentrazione non è necessaria per controllare gli effetti dei poteri di base.

In termini generali, questi poteri possono essere tutti usati solo una volta ogni 24 ore (144 turni).
Per esempio, un drow che ha usato "levitazione", non può richiamare lo stesso potere prima che i 144 turni siano trascorsi dal momento in cui l'effetto della prima evocazione è terminato.
Ogni abilità naturale può essere usata in modo continuativo per 1 round per livello del drow, più un round.
Può terminare prematuramente sotto determinati effetti magici ostili (come un dissolvi magie), per volontà dello stesso elfo scuro che l'ha evocata, o nel caso venga iniziata l'evocazione di un altro incantesimo o di un altro potere innato da parte dello stesso drow (si deve concentrare per mantenere il suo potere innato e può usarne solo uno alla volta).

I poteri di base creano effetti indipendenti rispetto alla persona stessa che li evoca; una volta rilasciati, possono essere mossi nei pressi dell'evocatore (movimento di base di 16) tramite semplice atto di volontà.

Tranne le eccezioni trattate in questo capitolo, tutti questi effetti funzionano esattamente come gli incantesimi che portano lo stesso nome, dettagliati nel Manuale del Giocatore.
L'area d'effetto degli ultimi due incantesimi aumenta di 3 metri quadri o, nel caso di un globo, del raggio di 60 centimetri addizionali (starà al DM scegliere, a seconda della situazione) per livello del drow che li evoca, a partire dal 4° (escluso) in su.



Anche il numero di sorgenti luminose create dalle "Luci danzanti", incrementa di uno ogni due livelli del creatore, al di sopra del 4°: il che significa 1 in più al 6° livello, un'altra all'8° e così via.
Distanza e controllo, allo stesso modo, aumentano di 3 metri per livello oltre il 4°.

Un drow che abbia ricevuto anche un rudimentale addestramento, può sempre creare un effetto di taglia, distanza ed efficacia inferiori rispetto al massimo che gli è concesso (per esempio, un globo di oscurità di 1,5 mt. intorno alla testa di un nemico, piuttosto che una sfera di 6 mt. che oscurerebbe nemici quanto alleati).
L'oscurità evocata attraverso l'abilità innata di un drow ha la forma di un globo.
La sua "misura di base" (il massimo accessibile a un di 4° livello o inferiore) è 6 metri di raggio.
Esattamente come l'incantesimo di "Oscurità" dei sacerdoti, è impenetrabile sia alla visione normale che all'infravisione.
Visione del vero e le capacità visive di alcune creature (quali esseri extra-planari e creature generate magicamente come gargoyle, golem e homuncoli) possono penetrare l'oscurità drow.
Anche taluni oggetti magici sono in grado di oltrepassarla: per esempio una gemma della visione permette di vedervi attraverso, delineando la figura nascosta all'interno come un'ombra più scura che spicca nell'area, e la "lieve luminescenza" di una gemma della luminosità è sufficiente a dissolverla.
(Si consiglia di usare queste informazioni come linee guida per determinare i risultati di un "Globo di Oscurità" drow quando viene in contatto con altre forme di magia)


To be continued...

_________________
ImmagineSe vedi che sorrido, forse è perché ho trovato a chi dare la colpa

Miss Maglietta Birrata 2008 :clap:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: INTRODUZIONE: I drow del Buio Profondo
MessaggioInviato: ven feb 26, 2010 10:58 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar giu 29, 2004 17:42
Messaggi: 82
Località: Menzoberranzan
...vedo con picere che il lavoro della nostra Matrona, Alta Sacerdotessa, Gran Visir :D sta procedendo a gonfie vele, e che il risultato è ottimo!
complimenti per l'impegno, e grazie di condividere con noi la tua passione! :ok:

_________________
......la morte è solo l'inizio...


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010