Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è ven lug 03, 2020 16:24

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 149 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 10  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Disquisizioni su HLV e dintorni
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 11:44 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: sab mar 27, 2004 18:27
Messaggi: 3164
Località: Ancona
[MOD]
il presente topic è una costola nata dal post "una piccola storia" che è stato staccato per eviatare di confondere le cose. E' pertanto a quel topic che ogni riferimento successivo va riportato ed inteso
[MOD]

Ok... mi sembra il caso di mettere un po' in chiaro le cose.
Metto le mani avanti: non avendo letto tutti gli interventi del presente topic nè di altri relativi, forse ho perso qualche battuta.

Sinceramente, la storia è carina e la capacità narrativa di follia di sangue è discreta: rispetta le pause, stacca nei momento di suspance, avverte quando sta per postare e avvisa se ci saranno parti avvincenti.
Quindi, niente da dire sul piano narrativo... ma da qui a pretendere che sia tutto vero, ci corre parecchio!!!

Evito di parlare di alcune contraddizioni che ho rilevato (chi lo sa? forse ho interpretato male io...), ma c'è un punto che proprio non digerisco.
Stante ai raccondi di follia di sangue, facendo due calcoli rapidissimi, egli dovrebbe avere all'incirca 46 anni.
Ora mi chiedo: che cosa lo spinge a narrare la sua storia su un forum frequentato in media da utenti molto più giovani (e inesperti) di lui? Bisogno psicoanalitico di raccontare se stesso? Necessità di mettersi in mostra?
Perchè, sinceramente, se non ha trovato risposte in tutti i suoi presunti viaggi, come pensa di trovarne qui?

Per di più la risposta "tu non puoi capire" spesso è utilizzata da chi non sa approfondire un argomento, ma vedo che MM ne ha già parlato

Il gioco vedo/non vedo va bene nei romanzi e nei film... la vita reale funziona diversamente.

Tolto qusto sassolino, vi lascio alla piacevole lettura, ma cerchiamo di teneer distinte realtà e fantasia.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: lun mag 05, 2008 20:49 
Non connesso
Avatar utente
 WWW  ICQ  Profilo

Iscritto il: gio mag 03, 2007 02:05
Messaggi: 14507
Località: Manduria - Roma (molto poca)
Personalmente apprezzo l'intervento di Rose ma onestamente non sono preoccupato dalla verdicità della storia: non mi interessa sapere se Follia è ciò che dice, se ne è convinto o se vuole convicere qualcuno. Leggo soltanto la sua storia, sono interessato a ciò che dice, non perché credo a ciò che scrive o meno, sono solo curioso e sospendo ogni giudizio. Certo se Follia intende rispondere sarei lieto di sentire la sua risposta e anzi faccio un'altra domanda perché non sono sicuro di avere capito:

folliadisangue ha scritto:
Nn mi hanno mai contattato, perchè tra gli HLV ci sono delle regole e a forza vanno rispettate.


Intendi dire che tu HLV hai delle regole precise che non puoi violare neanche se volessi? Quindi le comunità di HLV non hanno bisogno di legiferare perché non si può fare altrimenti?

_________________
Amore è la legge, amore sotto la volontà

Ogni uomo ed ogni donna è una stella.


Liber AL vel Legis


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 03:01 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: lun lug 16, 2007 17:08
Messaggi: 137
Eccomi quà. Nn ho di certo l'abitudine di nascondermi quando vengo...diciamo attaccato. Mi presento definitivamente. Mi chiamo Follia di Sangue, sono un HLV, ho 47 anni, sono alto 176 cm, occhi verdi, capelli castani, labbra piccole quasi bianche, porto occhiali con lenti fotocromatiche sempre per ripararmi dai raggi solari, ho il pizzetto e tengo le unghie lunghe (molto) ormai per abitudine. Detto questo, aggiungo che vivo una vita normalissima, mangio di tutto, bevo (nn alcolici) acqua e soprattutto molto latte; fumavo fino a un pò di tempo fa. Sono un amante delle verdure, nn prediligo particolarmente il pesce, me la cavo con la carne, possibilmente ben cotta. Faccio un lavoro che mi è molto caro, in quanto sono un pubblicitario, e questo mi ha dato la possibilità di lavorare di notte, in quanto io la notte nn dormo quasi mai, perchè la mia mente è molto + reattiva nelle ore notturne. Generalmente mi addormento verso l'alba. Ho una famiglia molto bella e molto unita, ci vogliamo tutti molto bene e ci rispettiamo. Ovviamente la mia famiglia nn sa della mia situazione. Spero di avervi almeno in parte soddisfatto. Detto questo veniamo a Rose (che credo sia donna). Vedi cara Rose, quando si ha a che fare con persone come me, bisognerebbe sapere e conoscere, nn mettere le mani avanti (come hai detto tu) come per dire: "se dico una cazzata perdonatemi". Io nn navigo sui forum perchè mi devo far compatire, e nn navigo sui forum per raccontare balle. Nn sono il tipo e nn mi piace. Nel mio racconto (se ci fai caso), + di una volta ho detto che nella mia vita nn ho mai preteso di essere creduto. Tu puoi giustamente pensarla come vuoi, e allo stesso tempo lo possono fare tutto il resto degli altri utenti. Resta però un fatto, che io sono una persona vera, mentre tu sei un'altra di quelle che parla per sentito dire. Cosa mi spinge a narrare la mia storia? Mi piace, provo soddisfazione a sapere che dei miei racconti la gente...sorride, oppure pensa..."questo è matto", o altre cose. Nn è un problema, mi ci sono abituato. Io nn pretendo di trovare risposte qui, ci mancherebbe. Nessuno di voi può darmele. Il 90% dei vostri utenti, prima che io arrivassi nn sapeva nemmeno cosa fossero gli HLV, quindi figuriamoci...Altra cosa, quando io dico "nn puoi capire", nn è per defilarsi davanti ad un discorso, è solo perchè nn essendo al corrente, la persona che ho davanti, la dovrei istruire, e questo mi comporterebbe...tempo (che nn ho), e soprattutto una dose di "convincimento?" che nn ho. La tua ultima frase "cerchiamo di tener distinte realtà è fantasia", è solo detta da una persona che nn sa, nn ha mai visto, e si rifiuta di credere...Come ultima cosa, aggiungo che io nn sono uno scrittore, ma solo un uomo che nella vita ha "dovuto" girare tanto, per cercare risposte che ancorann ha, e che forse nn avrà mai. PS: mi fai notere per favore le contraddizioni? Poi io ti spiegherò perchè e per come. Detto tutto questo...Buonanotte.

_________________
come il lupo vago la notte alla ricerca della mia follia.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 09:50 
Non connesso
Admin di Valm Neira
Admin di Valm Neira
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: mar feb 03, 2004 12:50
Messaggi: 34061
Località: Valm Neira
Rose è un maschietto! :D

Credo che il fatto di avere dubbi riguardo a storie come la tua sia quantomeno legittimo. Io dico "cerchiamo di tener distinte realtà e fantasia" anche quando si parla di religione, figuriamoci quando si toccano argomenti che (ancora) hanno basi scientifiche quantomeno... labili. :)
Credo anche che il fatto di dubitare, porsi e porre domande, cercare di capire... sia sintomo di profonda intelligenza. Soltanto i gretti accettano passivamente tutto quello che viene rifilato loro. E dato che l'utenza di Valm Neira è composta anche (e in maggioranza) da persone dotate di un intelletto vivace, capirai quanto sia normale il fatto che vengano sollevate obiezioni (e sopracciglia! :D).

Detto questo, mi piace l'interpretazione di Ysingrinus. Non mi importa molto se la storia sia vera o meno (del resto, un sacco di gente crede in dio eppure io non ci credo, e la cosa non stravolge la vita di nessuno), ognuno si regoli di conseguenza.
Ci sono e ci saranno, comunque, delle persone che metteranno in discussione alcune delle tue affermazioni: sono certo che capirai, e che non ne vorrai a nessuno per questo. :)

Saluti.

_________________
Immagine
Siamo simili in molti modi, tu ed io. C'è qualcosa di oscuro in noi. Oscurità, dolore, morte. Irradiano da noi. Se mai amerai una donna, Rand, lasciala e permettile di trovare un altro uomo. Sarà il più bel regalo che potrai farle.
Che la pace favorisca la tua spada. Tai'shar Manetheren!


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 10:59 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: sab mar 27, 2004 18:27
Messaggi: 3164
Località: Ancona
follia di sangue ha scritto:
Vedi cara Rose, quando si ha a che fare con persone come me, bisognerebbe sapere e conoscere, nn mettere le mani avanti (come hai detto tu) come per dire: "se dico una cazzata perdonatemi".


Non mi riferivo a questo, ma più al fatto che correvo il rischio di parlare di argomenti già trattati nel presente topic o in altri. Se temo di dire cazzate, piuttosto sto zitto; se rischio di essere impreciso o incompleto, lascio spazio al cosiddetto "termine d'errore"

Concordo al 100% con Ysingrinus sul piacere del racconto in quanto tale: ho esordito dicendo che sei un buon narratore e lo ribadisco.

follia di sangue ha scritto:
La tua ultima frase "cerchiamo di tener distinte realtà è fantasia", è solo detta da una persona che nn sa, nn ha mai visto, e si rifiuta di credere...


Sul fatto che ci sono molte cose che non so e non ho mai visto, non ho nulla da ridire. E sinceramente manco sul "rifiuta di credere": io rifiuto di credere a ciò che non è dimostrato o almeno dimostrabile (se non con probabilità 1, almeno concedimi il classico 0.95).

Mi perdonerai, poi, se il tuo racconto ha il vago sapore di un mix tra "Intervista col vampiro" di Anne Rice, "Il pendolo di Focault" di Umberto Eco e qualche altro romanzo gotico.

Perciò, ti prego, senza astio nè rancore, non pretendere di essere creduto erga omnes: se non si vedono dimostrazioni tangibili, il tutto è solo un bel racconto.
Ad esempio: anche io sono stato a Sighisoara
Immagine
e lo dimostro ;)

Enjoy


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 12:10 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar apr 29, 2008 19:35
Messaggi: 34
e da quando è obbligatoria una linea di demarcazione tra ciò che vogliamo sapere o credere e ciò che esiste ma non può concretamente essere dimostrato?
Nel mondo (chi ha viaggiato lo sà) esistono contraddizioni enormi che superano l'umana fantasia ma che invece sono delle realtà profonde di secoli.
Il punto è che normalmente anche i più curiosi (passatemi il termine) quando entrano in contatto con delle possibili realtà che sono contrarie ai parametri usuali si ritirano di buon ordine nel pensiero "ciò non può essere". Beh per esperienza vi dico che non è cosi Ai molti il racconto di Follia di sangue può sembrare surreale o quantomeno fantastico e ciò è legittimo per chi non vive determinate situazioni o comunque non ha avuto la possibilità di avvicinarsi a tali temi. Che poi il suo narrare sia da Rose comparato a intervista con il vampiro a il romanzo del buon Eco non vedo il problema , le parole il modo letterario usato da Follia magari denota solo la sua cultura o preferivano che raccontasse la sua storia usando un linguaggio povero?
Bisogna sempre partire da un presupposto il 99% delle persone ha una mappa mentale che oltre quei confini non riesce e non vuole andare mentre sappiamo per quanto non ammettiamo che in natura in questo universo non è tutto riconducibile a spiegazioni logiche ci si dibatte ancora sulle origini della nostra esistenza figuriamoci se sia cosi assurdo limitare altre possibilità.

_________________
Do you believe in destiny? That even the powers of time can be altered for a single purpose?


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 12:26 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: sab mar 27, 2004 18:27
Messaggi: 3164
Località: Ancona
ok, precisio quanto ho detto perchè non voglio passare da concretone estremista quale non sono:

1) ognuno è libero di credere quello che vuole, ma non può far credere agli altri quello che vuole

2) esiste una differenza tra possibile e probabile: tutto è possibile, ma ci sono delle cose che, seppur possibili, sono molto poco probabili. Ecco, io ritengo che in questi ultimi casi, sia necessario suffragare quanto si afferma con i fatti.

Il discorso è generale, non me ne vogliate, non cerco polemica, esprimo il mio pensiero.

Sul discorso di stile letterario ho già detto che non ho nulla da ridire


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 12:29 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: lun lug 16, 2007 17:08
Messaggi: 137
fioredinotte ha scritto:
e da quando è obbligatoria una linea di demarcazione tra ciò che vogliamo sapere o credere e ciò che esiste ma non può concretamente essere dimostrato?
Nel mondo (chi ha viaggiato lo sà) esistono contraddizioni enormi che superano l'umana fantasia ma che invece sono delle realtà profonde di secoli.
Il punto è che normalmente anche i più curiosi (passatemi il termine) quando entrano in contatto con delle possibili realtà che sono contrarie ai parametri usuali si ritirano di buon ordine nel pensiero "ciò non può essere". Beh per esperienza vi dico che non è cosi Ai molti il racconto di Follia di sangue può sembrare surreale o quantomeno fantastico e ciò è legittimo per chi non vive determinate situazioni o comunque non ha avuto la possibilità di avvicinarsi a tali temi. Che poi il suo narrare sia da Rose comparato a intervista con il vampiro a il romanzo del buon Eco non vedo il problema , le parole il modo letterario usato da Follia magari denota solo la sua cultura o preferivano che raccontasse la sua storia usando un linguaggio povero?
Bisogna sempre partire da un presupposto il 99% delle persone ha una mappa mentale che oltre quei confini non riesce e non vuole andare mentre sappiamo per quanto non ammettiamo che in natura in questo universo non è tutto riconducibile a spiegazioni logiche ci si dibatte ancora sulle origini della nostra esistenza figuriamoci se sia cosi assurdo limitare altre possibilità.
Sana spiegazione data da una persona che per quanto faccia parte del sistema razionale, accetta le varianti imposte dalla vita, che nn sempre sono attuabili a livello umano.

_________________
come il lupo vago la notte alla ricerca della mia follia.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 12:34 
Non connesso
 Profilo

Iscritto il: lun lug 16, 2007 17:08
Messaggi: 137
rose ha scritto:
ok, precisio quanto ho detto perchè non voglio passare da concretone estremista quale non sono:

1) ognuno è libero di credere quello che vuole, ma non può far credere agli altri quello che vuole
2) esiste una differenza tra possibile e probabile: tutto è possibile, ma ci sono delle cose che, seppur possibili, sono molto poco probabili. Ecco, io ritengo che in questi ultimi casi, sia necessario suffragare quanto si afferma con i fatti.

Il discorso è generale, non me ne vogliate, non cerco polemica, esprimo il mio pensiero.

Sul discorso di stile letterario ho già detto che non ho nulla da ridire

OT: ti chiedo scusa se ti ho classificato come donna.
Detto questo, continui a puntare il dito su tale argomento, quando nn capisci che a me nn interessa che mi crediate o no. Ognino nella vita ha diritto di credere quello che vuole. Il mio destino in questo forum è di raccontare, il tuo (se vorrai) è quello di leggere e tirare le tue conclusioni, punto.

_________________
come il lupo vago la notte alla ricerca della mia follia.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 12:45 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
follia di sangue ha scritto:
Il mio destino in questo forum è di raccontare, il tuo (se vorrai) è quello di leggere e tirare le tue conclusioni, punto.


No non punto, due punti: il destino di ciascuno, posto che non è certo scritto da me, da te nè da alcun Dio, è ANCHE quello di confrontarsi con realtà differenti e modus pensandi altri da noi, in modo da approfondire, conoscere e migliorarsi.

D'altro canto, amico F.d.S., non è proprio quello che tu cerchi nei tuoi viaggi ed affermi instancabilmente?
Trovare risposte, ampliare conoscenza e mente, vincere incredulità e preconcetti: quale miglior modo allora se non il confronto e l'affermazione attraverso realtà diverse dalla tua?

Ebbene, mi sembra invero riduttivo non profittare della tua presenza per, talvolta, danzare sul dibattito dato dal contrasto di idee e concezioni di vita, sì che tu possa per lo meno illustrarci il tuo pensiero "fuori dagli schemi".
Invero, ogni volta che mi trovo per i più disparati motivi (etici, politici, misterosofici e via discorrendo) alieno tra alieni, mio desiderio e ribadire con forza la convinzione delle mie idee e, non già convertire e convincere altri, ma spiegare loro ciò che penso e tentare di spiegare ciò di cui sono fiero di essere, non foss'altro che solo attraverso la critica ho modo di perfezionare ciò che sono, che penso e capire la bontà o meno di ciò che affermo e che innalzo a mia stella guida.

Per cui, non vedo posizioni predeterminate in cui il Magister narra (soprattutto alla luce del fatto che non è un racconto dove o leggi o no, ma non metti bocca) e il pubblico ascolta. Io direi che essendo tue esperienze di vita, massimo rispetto e gradimento per il fatto che tra tanti hai scelto proprio Valm Neira per condividere con noi una frazione del tuo essere, ma, assai più bello, interessante e in linea con la nostra filosofia qui a Valm, che tu possa accettare a volte il contraddittorio, rispondendo a qualche dubbio/domanda o confrontandoti con chiunque desiderasse capirne un po' di più o, foss'anche, stuzzicarti e forzare qualche tuo assunto.

Credo che più che nascondersi dietro un "non puoi capire", "hai il cervello mappato" e, fuor di educata metafora, "sei un poretto che più di un tot non può aspirare a capire" il confronto non può che rafforzare ciò che sei (meglio, come saggiamente hai detto tu, ciò in cui "credi") più di qualsivoglia viaggio all'insegna della commutatio loci

Oscuri saluti, seguo con enorme attenzione il racconto, ancor di più questi dibattiti, per cui abbiamo creato queste sezioni peraltro.

_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 12:51 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar apr 29, 2008 19:35
Messaggi: 34
rose ha scritto:
ok, precisio quanto ho detto perchè non voglio passare da concretone estremista quale non sono:

1) ognuno è libero di credere quello che vuole, ma non può far credere agli altri quello che vuole

2) esiste una differenza tra possibile e probabile: tutto è possibile, ma ci sono delle cose che, seppur possibili, sono molto poco probabili. Ecco, io ritengo che in questi ultimi casi, sia necessario suffragare quanto si afferma con i fatti.




della serie se non tocco non credo?

_________________
Do you believe in destiny? That even the powers of time can be altered for a single purpose?


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 16:06 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 27, 2005 11:06
Messaggi: 5033
Località: Togarini
Ysingrinus ha scritto:
Personalmente apprezzo l'intervento di Rose ma onestamente non sono preoccupato dalla verdicità della storia: non mi interessa sapere se Follia è ciò che dice, se ne è convinto o se vuole convicere qualcuno. Leggo soltanto la sua storia, sono interessato a ciò che dice, non perché credo a ciò che scrive o meno, sono solo curioso e sospendo ogni giudizio. Certo se Follia intende rispondere sarei lieto di sentire la sua risposta e anzi faccio un'altra domanda perché non sono sicuro di avere capito:

folliadisangue ha scritto:
Nn mi hanno mai contattato, perchè tra gli HLV ci sono delle regole e a forza vanno rispettate.


Intendi dire che tu HLV hai delle regole precise che non puoi violare neanche se volessi? Quindi le comunità di HLV non hanno bisogno di legiferare perché non si può fare altrimenti?


mai sentito parlare di principe e camarilla?

_________________
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Membro non-morto E fondatore della Frangia Anti-4th


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 16:07 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: sab mar 27, 2004 18:27
Messaggi: 3164
Località: Ancona
fioredinotte ha scritto:
della serie se non tocco non credo?


:sisi:


Top
 

 Oggetto del messaggio: Disquisizioni
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 17:23 
Non connesso
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar apr 29, 2008 19:35
Messaggi: 34
Ravenard ha scritto:

mai sentito parlare di principe e camarilla?



non credo sia legato al discorso di follia di sangue sai?

_________________
Do you believe in destiny? That even the powers of time can be altered for a single purpose?


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Una piccola storia..............
MessaggioInviato: mar mag 06, 2008 17:24 
Non connesso
Signore di Necropolis
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer mar 24, 2004 14:59
Messaggi: 9776
Località: Necropolis
infatti NO, credo fosse una battuta :sisi:

_________________
ImmagineWhat if I say I’m not like the others
What if I say I’m not just another one of your plays
You’re the pretender
What if I say I will never surrender


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 149 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 10  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010