Il forum dei Drow, dei Vampiri e delle creature dell'oscurità
Oggi è sab mar 28, 2020 14:47

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 64 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: lun ago 30, 2010 10:26 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8637
Salve a tutti.
In previsione della quarta edizione del rinomato Fight Club della nostra amabile cittadina si è riflettuto sulla possibilità di utilizzare il sistema Pathfinder. Un problema di fondo comunque si pone: le poche risorse a disposizione dei giocatori in ambito manualistico per la creazione del proprio pg!
A questo proposito è sorta l'idea di cimentarsi nella conversione dei più congeniali manuali dell'edizione D&D3.5. :D

Ovviamente non è un lavoretto da poco e non presenta solo delle difficoltà matematiche ma anche di concetti (questa classe dovrebbe avere il bab medio o basso adesso che ha il DV più alto?) e di bilanciamento (quest'abilità di classe come funzionerà ora? Va lasciata intatta, potenziata o indebolita?).

Che ne pensate? :D

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: lun ago 30, 2010 12:25 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3925
Località: Bergamo
Visto che sono tra quelli che ha proposto la virata su Pathfinder...

A mio modo di vedere PF ha introdotto delle ottime soluzione a molte delle macchinaggini della 3.5, portando una ventata di equilibrio che, se non proprio risolutiva, è comunque apprezzabile.
La mia idea di integrazione di alcuni manuali 3.5 era per non abbandonare del tutto alcune soluzioni ormai storiche, come ad esempio gli psionici.
Ecco quindi che non si tratta di farcire Pathfinder con badilate di materiale, ma di condirlo con un pizzico di spezie.
Per intenderci, 3-5 manuali appositamente scelti.

Il lavoro di revisione diventa poi necessario, pur ricordando che Pathfinder è strutturato in modo proprio da essere retrocompatibile con, teoricamente, tutta l'edizione 3.5.
Fermo restando i cambiamenti relativi a DV, abilità, talenti, incantesimi eccetera eccetera, personalmente non andrei a toccare nient'altro, a meno che non sia di un'ovvia assurdità per cui non è possibile non intervenire.

Ovviamente ci sarà sempre questo a fare da supporto all'operazione ^_^

Immagine


I manuali su cui metterei le mani sono:
- Ambientazione di Eberron (mi spiacerebbe perdere del tutto razze come i forgiati o i morfici ad esempio, o in generale tutta l'ambientazione eberroniana)
- Guida del giocatore a Faerun (per conservare il classico setting FR, oltre a particolarità come la trama d'ombra)
- Manuale completo delle arti psioniche (per ovvi motivi)

Qui si fermano quelli che reputo "necessari", posto che di necessario non c'è nulla.
Per il resto... sentiamo ^_^


PS la cosa acquista senso anche in relazione al PBF "La città sotterranea" in allestimento qui sul forum, ambientato nella città di Valm Neira proprio come il Fight Club e che utilizza il sistema Pathfinder.

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: lun ago 30, 2010 14:26 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8637
Nel manuale per la conversione di cose interessanti dice poco e niente :look:

La mia proposta di conversione, oltre ai manuali sopracitati, includeva:

-Draconomicon (splendido manuale ma non solo, ottimo approfondimento su uno dei due cardini originari del gioco)
-Manuale dei Piani (senza la mappatura dei Piani, ma con tutto il materiale e le informazioni utili ad un'altro degli aspetti più intriganti del gioco: i viaggi planari. Se è rimasto 3.0, comunque, è perchè non è stato ritenuta opportuna una revisione totale)
-Magic Item Compendium (che il buon Dmi ha omesso.. al rogo! XD per una più vasta scelta di oggetti)

eventualmente anche, e concludo, Drow of the Underdark, per una questione di... affinità con l'argomento :P

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: lun ago 30, 2010 16:55 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3925
Località: Bergamo
Dice poco e niente a te che hai già letto e riletto i manuali di PF :ahsisi: ma per coloro che si avvicinano per la prima volta, è una manna dal cielo, visto che riassume tutte le variazioni principali introdotte.
Ciò che non è stato cambiato, semplicemente credo non debba essere variato. O almeno queste paiono essere le intenzioni dei creatori.

Quanto ai manuali...
... il Magic Item Compendium pensavo di escluderlo dopo aver scoperto che sull'Advanced Guide hanno pubblicato un'altra sfilza di oggetti magici. E per evitare la mole di lavoro di convertire 250 pagine di oggetti :P

Per il resto, per quanto mi compete, ritenetemi ostile ad ogni altra proposta di nuovo materiale. Ciascuno di noi ha il manuale che ci piace, e ciascuno ha la sua opinione in merito al tal tomo piuttosto che l'altro.
E va considerato che ogni aggiunta è una notevole mole di lavoro di preparazione in più. E da farsi prima che i giocatori inizino a preparare il personaggio. Si rischia così d'iniziare il FC4 tra mesi. Può essere un'idea eh, un anno sabbatico...

Se manterremo l'ambientazione valmina, cosa che personalmente spero, allora Drow of Underdark mi sembra una proposta valida per ovvi motivi, anche considerando che il manuale così rielaborato potrebbe diventare utile anche ai fini del PBF.

Dmi

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: lun ago 30, 2010 20:15 
Non connesso
Pauerpleier
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mar nov 25, 2008 23:04
Messaggi: 253
Località: Shakuras
Io credo che non sia necessario convertire i manuali "di ambientazione" come Drow of Underdark per per la semplice ragione che un ambientazione non ha alcun bisogno di essere riconvertita ad un nuovo set di regole, a magior ragione se il cambiamento è sottile come quello 3.5-pathfinder. Comunque, personalmente credo che sia inutile se non deleterio fare un lavoraccio del genere. Oramai con l'APA ci sono ben 17 calssi base ognina con almeno 3-4 modi diversi di essere giocata. Abbastanza varieta da intrattenere senza l'eccesso di materiale ben noto ai giocatori 3.5. Ricordiamo che è esattamente l'eccesso di materiale che ha portato a sempre maggiori squilibri tra la classi esistenti. In piu, con la traduzione di solo parte del materiale 3.5 potrebbero sorgere numerevoli ed a mio parere fondate discussioni sul perche un manuale è stato scelto al posto dell'altro, sul fatto che una classe è stata favorita dalle "traduzioni" ecc (si pensi che le nuove classi come alchimisti o cavalieri beneficieranno in maniera minima se non alcuna da questo "patching" mentre classi come stregoni e maghi sarebbero favoriti dalle caterve di nuovi incantesimi tra i quali ne scappa sempre qualcuno fuori controllo) Se si decidesse di passare a pathfinder, io voto per un completo e totale voltapagina.

_________________
"Magic resides in my mind, my heart, my blood, and my soul. How
can anyone as limited as you possibly stand against me?"

Oslavan Kaligos, the Night-Bearer, Eldritch Theurge

"RPG's are a lot like life. You gain experience, earn money, and mercilessly destroy anyone who oppose you"


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: lun ago 30, 2010 22:48 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8637
Ci sono tanti giocatori che sono affezionati alle ambientazioni di Eberron ma soprattutto di Forgotten, mi pare giusto non estrometterle... si può avere entrambi :D Anche visto che il lavoro di traduzione dei manuali d'ambientazione è minimo. :D
Gli psionici poi non vanno buttati e nemmeno loro hanno ancora spazio in pathfinder, con un'attenta rivisitazione dell'Expanded Psionic Handbook si può provare a non cestinarli.

Poi la proposta del Draconomicon, del Planes Handbook e del Drow of Underdark è una pensata principalmente mia per i motivi sopracitati :P

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mar ago 31, 2010 11:23 
Non connesso
FC3 Best Character
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: ven nov 03, 2006 18:16
Messaggi: 2920
Località: Lande del Caos
Dato che è una discussione che riguarda tutti , metto delle domande un po più "terra -terra" ,ma che mi riguarda in prima persona e che forse riguarda altri aspiranti partecipanti:
-non conosco pathfinder(anche se leggendo la discussione mi sono fatto un'idea di cosa tratti), quindi, per gli "ignoranti"(nel senso che ignorano, come disse Giovanni del mitico trio), potreste fare una breve riassunto di quali sono le migliorie che vengono apportate (le più importanti per lo meno) dal manuale?
-quanti hanno a disposizione\possono riuscire ad avere facilmente questo manuale?
-è facilmente reperibile(ed in che lingua?) o devo sacrificarmi a Loth per sperare di trovarlo(da zio mulo non si trova sempre tutto -tutto, ma includendo anche la possibilità che chi ce l'ha in pdf lo possa passare)?quanti sono i manuali da reperire e come si chiamano?

Sono domande scomode e di certo meno interessanti , ma non darei per scontato che tutti gli aspiranti partecipanti abbiano i manuali di conversione.
Per quanto riguarda l'idea di provare nella nuova edizione questa conversione,se guarda i vantaggi regolistici, non posso esprimermi per ovvi motivi, ma(per il momento) sia per ristrettezze di mezzi per recuperare i manuali(vado con una pennetta internet che prende sempre al minimo di campo) sia perchè preferisco prima preferisco informarmi sulle cose, preferirei rimanere col vecchio metodo.
Nel frattempo che ci si organizza, cercherò di recuperare il materiale ed informarmi per vedere se cambiare il mio voto.

_________________
http://lamiascrittura.myblog.it/
http://www.urban-rivals.com/?sponsor=6754707


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mar ago 31, 2010 12:52 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8637
Parte del materiale Pathfinder per la creazione di un personaggio è gratuitamente reperibile quì, premettendo che non sono ancora stati decisi i prossimi masters, quindi nemmeno qual'è il materiale effettivamente accessibile.
In ogni caso, e lo raccomando, il Core Rulebook e il Bestiary sono facilmente reperibili in internet via torrent in pdf, la lingua è l'inglese (o almeno io non l'ho cercato in italiano).
E' uscito da poco l'Advanced Players Handbook di Pathfinder, lo stò recuperando via torrent, sempre in inglese.
L'unico altro manuale, che è proprio dell'unica ambientazione ufficiale di pathfinder (Golarion) è Gods and Magic, 8 megabyte di dei, con dominii e storia di ognuno, anche questo reperibile come sopra.



Le novità introdotte? Allora, premettiamo che il sistema è sputato identico, sono solo stati apportati dei miglioramenti... modificati i bonus delle razze base che sono state rese un pò più forti, bilanciate le classi e le classi di prestigio hano subito cambiamenti specifici (meno forti, alcune, più forti altri, ma tutte più facilmente accessibili e dalla forte componente interpretativa). I nomi e il funzionamento di alcuni incantesimi è stato modificato (sia per questioni di copyright, ricordiamo che Pathfinder è un gioco a parte, sia per adattarle ad alcune nuove direttive).
Passando al lato tecnico:

-Dadi Vita aumentati: chi aveva il d4 ha il d6, chi aveva il d6 ha il d8.

-Tabella di progressione per il Compagno Animale
-Modifiche specifiche ad ogni classe base

-Le abilità "Ascoltare, Osservare, Cercare" sono state accorpate in "Percezione"
Le abilità "Muoversi Silenziosamente, Nascondersi, Scassinare" accorpate in "Furtività"
Introdotta l'abilità "Volare" in cui non si possono mettere gradi prima di avere un mezzo di un qualsivoglia tipo per Volare. Così facendo è stata eliminata la macchinosa "manovrabilità"
I punti abilità necessari per alzare di 1 grado le abilità non di classe sono 1 anzichè 2, le abilità di classe ottengono un bonus di +3 se hanno almeno un grado assegnato. I gradi massimi per una qualunque abilità, anche quelle non di classe, sono pari a livello+3.
-Non c'è più l'abilità "Concentrazione" il tiro di Concentrazione si effettua livello di incantatore+1d20

-Acquisizione dei talenti ogni livello dispari anzichè ogni multiplo di 3

-Gli "effetti di morte istantatea" (ts fallito e muori) sono stati tutti sostituiti da "si becca 10 danni per livello di incantatore"
-Modifiche specifiche ad alcuni incantesimi

-Modifiche specifiche alle tabella degli NPC

-Tutti i nomi legati alle edizioni di D&D (come quelli degli "Otto" negli incantesimi e tutte le divinità) sono scomparsi, le divinità sostituite. L'elenco completo delle divinità è reperibile nel manuale Gods & Magic, sul Core Rulebook non ci sono divinità Caotico Malvagio.

-Cambiata la concezione del critico... da "colpo ad un punto vitale" a "colpo in un punto debole della struttura", quindi anche non-morti, costrutti e compagnia bella si beccano i critici. Rimangono esenti gli incorporei e qualcun'altro.

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mar ago 31, 2010 14:15 
Non connesso
FC3 Best Character
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: ven nov 03, 2006 18:16
Messaggi: 2920
Località: Lande del Caos
grazie per ila spiegazione. Avevo già trovato il sito e cominciato a farmi un'idea. Per quanto riguarda le regole, le migliorie sono interessanti, ma mi lasciano perplesse le classi: sono straordinarie e ben differenziate, ma accentuano ,secondo me, troppo uno stile di pg mono-classe.
Per quanto possano essere interessanti le classi di prestigio, molti dei potenziamenti migliori li trovi ai livelli alti solo se fai una classe pura, scoraggiando il multi-classe. Questo modo di fare è perfetto per una campagna, ma non per il concetto di base dell'FC: costruire dei personaggi epici che se le possano dare di santa ragione con varietà di metodi e modi.
Per quanto pathfinder equilibri il divario tra classi magiche e da corpo a corpo, mi fa prevedere un lavoro di conversione enorme che porterà a trovarci una decina di giocatori di 20° mono-classe o con leggere varianti. Per quanto mi allettino le migliorie apportate , rimango della mia idea. Poi se si decreterà di usarle, eventualmente mi adatterò.

_________________
http://lamiascrittura.myblog.it/
http://www.urban-rivals.com/?sponsor=6754707


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mar ago 31, 2010 18:40 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8637
Sulla faccenda dei mono-classe hai ragione, perchè le CDP sono agli effetti una questione più ruolistica che buildosa... ma guarda che cdp come l'Arciere Arcano... o ancora meglio il Mistificatore Arcano, sono molto forti!
Faccio presente che sull'Advanced Player's Guide sono presenti 6 nuove classi base e un mucchio di varianti per le classi base, oltre che alcune varianti per i tratti razziali delle razze base.

Ah dimenticavo! Non esiste più il LEP! (motivo per cui le razze basi sono più forti)

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mer set 01, 2010 11:13 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer set 22, 2004 18:19
Messaggi: 3694
Località: Norwold - Sesto S.G. - Corbetta
sono molto interessato a conoscere meglio l'opera di adattamento che state facendo ma le mie conoscenze di Pathfinder sono quasi nulle...e al tempo stesso ho poco tempo da dedicarvi.

Comunque rendete palese e visibile il più possibile il vostro operato!
Magari chiedete al Gattaccio di mettere delle notizie in home page x ogni manuale che adattate alle regole. e magari creiamo un PDF del nuovo adattamento.

_________________
fratelli lupi! Io vi proteggero!


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mer set 01, 2010 13:14 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer giu 27, 2007 11:02
Messaggi: 3925
Località: Bergamo
In realtà Alex, chiunque sappia giocare a D&D sa già giocare anche a Pathfinder: solo che il sistema di regole è stato semplificato nei punti giusti, ovvero dove la macchinosità del regolamento era eccessiva.

In generale Pathfinder ha fatto diventare le classi base degne di essere giocate: niente più guerrieri fino al 4° livello, niente più paladini fino al 3°, eccetera.
Insomma, ora il giocatore si trova davvero nel dubbio tra proseguire con la classe base ed intraprendere una classe di prestigio.
Inoltre ogni classe base, a seconda di come viene costruita, può risultare molto diversa, e sicuramente il dislivello tra diversi tipi di classi è stato moderato.
Tutto questo per me è un bene, ma scopro con sopresa che non è così per tutti. Akron mi ha stupito con la sua perplessità in merito :D

Per farvi un'idea, prendere la vostra classe base preferita di D&D e andate a leggervela sul Srd di Pathfinder: ne sarete entusiasti.

Quanto alla reperibilità del materiale, come ben sottolineavano sia Goldrake che Deka molto è già gratuitamente disponibile online, cosa non da poco.
Per il resto, vale quanto vale per D&D, solo che mentre ben conosciamo la colossale sfilza di manuali 3.5, il cui acquisto è paragonabile ad un mutuo decennale, Pathfinder è costituito da pochi e bellissimi manuali.
Soprattutto il Core Book è un'opera d'arte secondo me, almeno la versione inglese. Come sempre quella italiana è tradotta da entità che padroneggiano la lingua italiana come un mercante di cocco delle Fiji. Un vero peccato.

Dekalinder ha ragione sulla questione manuali: l'ideale sarebbe un completo voltar pagina.
Quello che personalmente mi fa considerare l'idea di lavorare su alcuni di essi è
- la scarsa familiarità che molti hanno con Pathfinder
- l'ampliamento della personalizzazione e della caratterizzazione colmando quelle lacune totali di cui PF è ancora portatore

Per questo io ho proposto quei tre e solo quei tre manuali: contengono quel materiale di cui in PF proprio non c'è traccia, e sono i manuali base di riferimento al loro ambito.
In 3.5, per avvicinarsi ad Eberron si usa il manuale d'ambientazione, per avvicinarsi ai FR la guida del giocatore, per gli psionici il manuale completo delle arti psioniche.

Infine diciamolo, la scelta di PF è dettata anche dalla necessità di ridurre il livello di potere degli scontri. Se si dovesse rimanere in 3.5, allora sarei fautore di una pesante rivisitazione del materiale accessibile.

_________________
Immagine

"Beauty is in the Eye of the Beholder"
Margaret Wolfe Hungerford


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mer set 01, 2010 15:11 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8637
Cita:
Infine diciamolo, la scelta di PF è dettata anche dalla necessità di ridurre il livello di potere degli scontri. Se si dovesse rimanere in 3.5, allora sarei fautore di una pesante rivisitazione del materiale accessibile.

Aggiungo che non è la "potenza" dei personaggi che deve scendere, ma la cavillosità che i giocatori devono operare al fine di sfruttare fino in fondo le potenzialità dei talenti, abilità di classe, ecc... nei limiti del regolamento; poichè questo rende il torneo molto complicato da gestire in termini tecnici, abbassando di molto la godibilità, dell'atmosfera fantasy, quanto delle peculiarità del proprio personaggio!

Il materiale Pathfinder è epurato da bug, loop, azioni immediate e meccaniche di movimento tridimensionale complesse (la manovrabilità), non solo, contiene miglioramenti dal punto di vista sia dei bilanciamenti tra classi sia che nelle differenze sostanziali tra loro (perchè diverso da arcano e divino non significa "più scarso" :-P).
Mi sembrano di per se motivi sufficientemente validi XD


In pratica la proposta è: invece di operare tagli potenzialmente soggetti a furor di popolo, partiamo da un sistema già sano, aggiungendo giusto quel che di necessario serve per rendere il materiale a disposizione amplio e degno del nostro Fight Club ^_^

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mer set 01, 2010 18:21 
Non connesso
FC3 Best Character
Avatar utente
 WWW  Profilo

Iscritto il: ven nov 03, 2006 18:16
Messaggi: 2920
Località: Lande del Caos
Cita:
Insomma, ora il giocatore si trova davvero nel dubbio tra proseguire con la classe base ed intraprendere una classe di prestigio.
Inoltre ogni classe base, a seconda di come viene costruita, può risultare molto diversa, e sicuramente il dislivello tra diversi tipi di classi è stato moderato.
Tutto questo per me è un bene, ma scopro con sopresa che non è così per tutti. Akron mi ha stupito con la sua perplessità in merito

Dmitrji, la mia perplessità non era rivolta alla bontà delle modifiche proposte. Quando ho letto lo stregone(che è la mia classe da campagna preferita) ho sbavato sulla tastiera. Solo che, proprio perchè le razze base e le classi base sono così buone , prevedo una bassa inventiva nella costruzione del personaggio, cosa che, fino ad adesso, è stato uno dei cardini dell'Fc(a prescindere se i pg fossero pp o meno)

_________________
http://lamiascrittura.myblog.it/
http://www.urban-rivals.com/?sponsor=6754707


Top
 

 Oggetto del messaggio: Re: Uno sguardo al futuro: conversione 3.5 -> Pathfinder
MessaggioInviato: mer set 01, 2010 22:14 
Non connesso
Miglior Avatar Natalizio
Avatar utente
 Profilo

Iscritto il: mer lug 13, 2005 14:43
Messaggi: 8637
Non penso che corriamo il rischio Ak. :wink:
E' vero che su 10 partecipanti rischiamo... che so... 2 guerrieri, 2 maghi, 1 stregone, 1 barbaro, 1 bardo, 1 druido, 1 paladino, 1 ladro... ma ognuno ha potenzialità mooolto diverse! Anche i due guerrieri e i due maghi tra loro saranno sicuramente molto differenti :wink:

Senza contare che le classi in totale sono le 11 base più le 6 dell'advanced guide quindi 17! I talenti si prendono ogni livello dispari, quindi sono molti talenti e le stesse abilità di classe possono variare molto da scelta a scelta :D
Pensa a due stregoni, infatti, e a tutti i possibili modi di giocarlo puro :D

_________________
Every day meditate for ten minutes. If you have no time, meditate for an hour.


Top
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 64 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group  
Design by Muzedon.com  
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010