Watch

Nekomata

starstarstarstarstar
0 ratings
Views: 471

Commenti

January 9, 2010 - 12:58 pm
Quelli se non erro sono chiamati tsukumogami e dovrebbero essere oggetti di uso comune che hanno almeno cento anni (come l'ombrello con la gamba al posto del manico e altre stranezze)...
January 8, 2010 - 10:19 pm
@Kagura mi sembra di si...

Anche se non tutti gli Yokai derivano da animali :P
Alcuni derivano addirittura da oggetti molto vecchi XD
December 3, 2009 - 1:46 pm
Se non erro, tutti gli Yokai sarebbero animali che hanno vissuto "troppo" a lungo per i loro standard, giusto?

A ogni modo, bel disegno Wink
November 5, 2009 - 10:40 am
Tagliavano la coda ai gatti?! Poveri...

Comunque, grazie per questa succosa dritta, Sydil! Wink
November 4, 2009 - 7:25 pm
@Muze: è normale
Il Nekomata è uno Yokai giapponese: uno spirito gatto

Il Nekomata è caratterizzato dalla coda biforcuta e dalla stazza, è estremamente vendicativo e ha un fortissimo legame con il mondo dei morti.
Nella tradizione è definito come un grosso gatto, di circa un metro e mezzo di lunghezza, e può evocare dei fuochi fatui. Può camminare sulle zampe posteriori e può assumere la forma di una nekomusume (donna-gatto) come il bakeneko (che è la versione meno legata ai morti del nekomata), solo che la sua forma di donna è più matura, meno raffinata e circondata da un'atmosfera tetra e malsana, in grado di indurre malattie a chi le stà troppo vicino.
Il suo forte legame con l'aldilà lo rende in grado di far muovere i mori a proprio piacimento tramite le due code, come un burattinaio.

In giappone si credeva che i gatti diventassero Nekomata quando raggiungono un'età avanzata; per questo era usanza tagliare la coda ai gatti per evitare che si trasformassero in questi yokai, seguendo la credenza che questo taglio ne avrebbe impedito il cambiamento.

In sintesi: un bell'animaletto domestico
November 2, 2009 - 3:23 pm
Ha una coda di troppo XD
October 21, 2009 - 10:05 am
Ma che bel micio! Mi piace un sacco come disegno!
1
Info
Url:
Embed sul forum:

Immagini correlate altre »